Alfonso Maruccia

SSD, Intel li fa a 20 nanometri

Il chipmaker di Santa Clara presenta quelli che a suo dire sono i primi drive a stato solido commerciali basati su chip NAND Flash realizzati con processo produttivo da 20 nanometri. Più economici da produrre

Roma - Intel annuncia la disponibilità degli SSD Serie 335, nuova linea di dischi a stato solido convenienti e super-efficienti basati sui chip NAND Flash da 20 nanometri. La nuova tecnologia permette al chipmaker - tra le altre cose - di produrre unità più capienti a un prezzo minore.

I primi drive a usare NAND Flash realizzate col nuovo processo produttivo saranno inizialmente disponibili nel taglio da 240 Gigabyte, a un prezzo orientativamente vicino ai 210 dollari (184 dollari è il prezzo consigliato): il form factor è da 2,5" (adattabile a 3,5" per uso su PC desktop), l'interfaccia di connessione è SATA da 6 Gbps e le prestazioni teoriche sono 500 Megabyte al secondo in lettura e 450 MB/s in scrittura.

Grazie all'uso dei nuovi chip di memoria da 20 nm, Intel è in grado di offrire la stessa capacità di storage in uno spazio fisico ridotto del 40 per cento e con consumi energetici contenuti. Produrre NAND Flash a 20 nm costa meno, e un SSD da 128 GB arriva a occupare dimensioni non più grandi di quelle di un francobollo.
Usando per la prima volta lo stack Hi-K/metal gate sulle NAND Flash, dice Intel, le dimensioni dei chip si riducono mentre l'affidabilità e la velocità restano le stesse della precedente generazione di SSD (330). Le prove sul campo sembrano confermare, anche e la concorrenza (Samsung, in questo caso) non sta certo a guardare.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaSSD, la terza generazione IntelSanta Clara presenta nuove unità a stato solido, basate su flash NAND a 25 nm. Prezzi diminuiti e prestazioni raddoppiate, per consumatori mainstream e data center
18 Commenti alla Notizia SSD, Intel li fa a 20 nanometri
Ordina
  • Grandi come un francobollo? Ma scusate se sono tanto piccoli perchè usano un form factor tanto occupa spazio? Non potrebbero farli minuscoli integrabili anche negli ultraportatili e poi fornirli di un paio di adattatori per gli slot standard da 2.5 e 3.5 pollici?
    Qaunto ai prezzi la discesa è veramente lenta, per un buon 120 Gb ancora chiedono una novantina di euro, quando pensano di proporre un 500 Gb a quel prezzo?
  • A cosa ti servono degli ssd da 500GB? usare un SSD per l'archiviazione dei dati è inutile e dannoso, maglio il molto piu affidabile disco magnetico. Sull SSD ci devi mettere solo il sistema operativo. Io con 300€ ho comprato il RevoDrive 3 da 120GB (12 SSD da 10 GB l'uno in raid 0) e il miglioramento dell prestazioni del PC è impressionante, in rapporto è l'aggiornamento migliore che si può fare su un pc
    non+autenticato
  • - Scritto da: Claudio
    > A cosa ti servono degli ssd da 500GB? usare un
    > SSD per l'archiviazione dei dati è inutile e
    > dannoso, maglio il molto piu affidabile disco
    > magnetico. Sull SSD ci devi mettere solo il
    > sistema operativo. Io con 300€ ho comprato il
    > RevoDrive 3 da 120GB (12 SSD da 10 GB l'uno in
    > raid 0) e il miglioramento dell prestazioni del
    > PC è impressionante, in rapporto è
    > l'aggiornamento migliore che si può fare su un
    > pc

    Se pensi a questo anche uno da 320GB non ti serve e via andare....un 64 GB solo per il sistema operativo allora è più che sufficienteOcchiolino
    Non che se ci installi solo l'OS le cose vanno tanto diversamente,vedi la navigazione su internet,i file temporanei,gli aggiornamenti di sistema,ecc ...in pratica dovresti solo leggerci o quasi dall'SSD....
    Finchè usi solo l'OS su SSD è un conto,ma il problema si ripresenta se archivi file in HDD,alla fine ottieni nuovamente un collo di bottiglia.
    non+autenticato
  • installato 6 mesi fa ho occupato 70GB, ci sono oltre a windows tutti i programmi che ci possiamo immaginare. I videogiochi ce l'ho tutti su steam (834 GB), ma sono installati su un altro sistema raid magnetico, iniziativa fatta prima di comprare il revodrive, così da non dover ogni volta riscaricare tutti i giochi di steam, ma di averli belli gia pronti (o quasi) qualora dovessi formattare la partizione di windows.
    Adesso ho RevoDrive 3 da 120GB (occupato 55%), 2 TB (4 x 500GB, occupato 54%) per i Giochi su Steam e Documenti e Media temporanei, 1 TB (occupato 15%) con Linux e Un NAS (BUFFALO LinkStation LS-QL/R5) da 8 TB (4 x 2TB, occupato 79%) con l'archivio di media, documenti e backup vari).
    Ovviamente DVD e CD non originali tutti buttati.
    non+autenticato
  • dimenticavo la cartella degli utenti di w7 non è sul revodrive, ma sul 2TB
    non+autenticato
  • Io ho scelto una soluzione diversa:
    SSD da 120 Gb per il disco di avvio (OS+SW)
    Seagate Momentus 500Gb come disco di lavoro
    Seagate 2Tb come disco archivio.
    Il tutto backuppato su 3 HDD esterni da 3Tb a rotazione settimanale, a meno che non ci siano nuovi file di rilevante importanza. In questo caso almeno 2 backup subito.
    non+autenticato
  • Io ho optato per soluzioni a basso assorbimento. Ed inoltre usando Linux ho la flessibilità dello LVM2.

    Ho una SSD Samsung serie 830 da 128GB da 520MB/s in lettura e 320 in scrittura.

    Tolti i 16GB del sistema operativo Linux, il resto della SSD è un gruppo LVM che posso spostare come più mi aggrada. Perché rispetto a Windows, Linux mi da la flessibilità di poter montare i dischi nelle directory del file system che preferisco.

    Così sulla SSD oltre al sistema operativo ci girano tutti i dati variabili e di cache dell'utente che utilizzo, e dell'utente guest quando faccio usare il PC a qualche ospite in casa.

    La mia macchina è una mini-ITX con CPU quad core q9550s a TDP 65W.
    Nel case Antec che ho usato, oltre alla SSD c'è un disco meccanico da 2,5" da 1TB. E sulla rete c'è un NAS con 2 dischi in mirror da 3TB della famiglia green di Seagate a 5900 giri che quando inutilizzati vanno anche in stand by.

    Il NAS backuppa automaticamente tramite rsync la macchina Linux quando è accesa ad una certa ora...

    Una delle ottimizzazioni che ho fatto riguarda le macchine virtuali, avendo oltre 100GB dello SSD liberi, ho messo li i file delle macchine virtuali Windows che uso ogni tanto, e sono molto più veloci da usare.

    Dato che 100GB dello SSD, tutto il disco 2,5" da 1TB sono in LVM, posso decidere in qualsiasi momento quanti GB dell'uno o dell'altro prendere e assegnarli ad una qualche applicazione.

    E lo stesso faccio con le directory che ho nel NAS, posso infatti montare direttamente sotto una directory del file system in NAS, per esempio sotto ~/.aMule ed avere automaticamente tutto ciò che scarico col mulo direttamente nel NAS senza usare il disco da 1TB locale sulla macchina.
    iRoby
    7801
  • - Scritto da: Claudio
    > installato 6 mesi fa ho occupato 70GB, ci sono
    > oltre a windows tutti i programmi che ci possiamo
    > immaginare. I videogiochi ce l'ho tutti su steam
    > (834 GB), ma sono installati su un altro sistema
    > raid magnetico, iniziativa fatta prima di
    > comprare il revodrive, così da non dover ogni
    > volta riscaricare tutti i giochi di steam, ma di
    > averli belli gia pronti (o quasi) qualora dovessi
    > formattare la partizione di
    > windows.
    > Adesso ho RevoDrive 3 da 120GB (occupato 55%), 2
    > TB (4 x 500GB, occupato 54%) per i Giochi su
    > Steam e Documenti e Media temporanei, 1 TB
    > (occupato 15%) con Linux e Un NAS (BUFFALO
    > LinkStation LS-QL/R5) da 8 TB (4 x 2TB, occupato
    > 79%) con l'archivio di media, documenti e backup
    > vari).
    > Ovviamente DVD e CD non originali tutti buttati.

    Si ma alla fine se tieni programmi nello stesso SSD,ti va si veloce,ma fai anche continue scritture,file temporanei,ecc.Se devi anche avere un HDD tradizionale sempre collegato alla fine è un'ottimizzazione come via di mezzo mai totale...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Claudio
    > A cosa ti servono degli ssd da 500GB? usare un
    > SSD per l'archiviazione dei dati è inutile e
    > dannoso, maglio il molto piu affidabile disco
    > magnetico. Sull SSD ci devi mettere solo il
    > sistema operativo. Io con 300€ ho comprato il
    > RevoDrive 3 da 120GB (12 SSD da 10 GB l'uno in
    > raid 0) e il miglioramento dell prestazioni del
    > PC è impressionante, in rapporto è
    > l'aggiornamento migliore che si può fare su un
    > pc

    Ti sei fatto fregare allora 120 Gb ad alte prestazioni tipo OCZ vertex 4 o analogo di Samsung anche più prestante si trovano intorno ai 90 euro!

    Concordo che 120 Gb bastano e avanzano per so e software, tuttavia 90 euro non sono pochi ci compri un 2Tb tradizionale, se tagliassero un'altro pò i prezzi non sarebbe niente male!
  • ti sbagli il mio è un sistema PCI-E 4x velocità di scrittura 875MBps e lettura 975MBps
    http://www.ocztechnology.com/ocz-revodrive-pci-exp...

    Il costo è cmq alto perché ne vendono veramente pochi, dall'ordinazione ho dovuto aspettare 3 mesi per averlo, praticamente quasi lo fabbricano su ordinazione
    non+autenticato
  • - Scritto da: Claudio
    > ti sbagli il mio è un sistema PCI-E 4x velocità
    > di scrittura 875MBps e lettura
    > 975MBps
    > http://www.ocztechnology.com/ocz-revodrive-pci-exp
    >
    > Il costo è cmq alto perché ne vendono veramente
    > pochi, dall'ordinazione ho dovuto aspettare 3
    > mesi per averlo, praticamente quasi lo fabbricano
    > su
    > ordinazione

    Ah va bene, mi sembra tuttavia che ti potresti anche accontentare di prestazioni intorno ai 500Mb/s visto che risparmi circa 210 euro!
  • Gli SSD moderni sono molto interessanti, ma le politiche commerciali dei produttori sono orrende.

    Ci sarebbe un ventaglio unico di applicazioni per questi prodotti, grandi quanto un francobollo...

    Soprattutto se iniziassero ad integrarne uno da 32/64GB all'interno di alcune motherboard mini-itx. Oppure versioni mini pci-x half size o full size, e sia motherboard che notebook iniziassero a lasciare uno slot di questo tipo libero.

    Tutti i sistemi operativi si potrebbero installare su questi dischi, per avere boot nell'ordine dei 10s, così come velocissimi risvegli dall'ibernazione.
    Ed i dati utente stare sull'hard disk meccanico.

    Invece vengono venduti in tagli sempre più grandi e costosi, e form factor hard-disk style da 2,5".
    iRoby
    7801
  • - Scritto da: iRoby

    > Soprattutto se iniziassero ad integrarne uno da
    > 32/64GB all'interno di alcune motherboard
    > mini-itx. Oppure versioni mini pci-x half size o

    E' meglio così credimi,va bene per avere un prodotto già bello e pronto e relativi problemi d'ingombro,però te l'immagini avere un itx con ssd integrato che dopo tot anni diventa un pezzo morto ? preferisco qualche cm in più ma averlo esterno l'SSD.

    > full size, e sia motherboard che notebook
    > iniziassero a lasciare uno slot di questo tipo
    > libero.

    ma ci sono già slot Sata dove puoi applicare unità SSD,quindi a che pro ?

    > Tutti i sistemi operativi si potrebbero
    > installare su questi dischi, per avere boot
    > nell'ordine dei 10s, così come velocissimi
    > risvegli
    > dall'ibernazione.
    > Ed i dati utente stare sull'hard disk meccanico.

    Va bene,ma lo puoi fare anche tu singolarmente.

    > Invece vengono venduti in tagli sempre più grandi
    > e costosi, e form factor hard-disk style da
    > 2,5".

    E' vero,è meglio però che si orientino sui 2.5",con un semplice adattatore lo puoi integrare anche dentro un normale pc,con uno da 3.5 non puoi.Un'altro aspetto è che più si concentrano a spingere elevate capacità sui modelli da 2.5" più avranno un ulteriore capienza (e anche il costo purtroppo) sui modelli da 3.5".
    non+autenticato
  • Io sto parlando di questi oggettini:

    http://www.hardwareheaven.com/reviews/1151/pg1/int...

    Ancora troppo costosi e molti sono lenti perché pensati per in netbook.

    32/64GB a oltre 250MB/s e tutte le motherboard e notebook con uno slot mini pci-e libero. E ti metti questo oggettino per il sistema operativo così lo rendi super veloce a caricare e lavorare.
    Ed i dati utente su HD meccanico.
    iRoby
    7801
  • - Scritto da: iRoby
    > Io sto parlando di questi oggettini:
    >
    > http://www.hardwareheaven.com/reviews/1151/pg1/int
    >
    > Ancora troppo costosi e molti sono lenti perché
    > pensati per in
    > netbook.
    >
    > 32/64GB a oltre 250MB/s e tutte le motherboard e
    > notebook con uno slot mini pci-e libero. E ti
    > metti questo oggettino per il sistema operativo
    > così lo rendi super veloce a caricare e
    > lavorare.
    > Ed i dati utente su HD meccanico.

    Praticamente sono SSD spogliati di una struttura esterna e con slot diverso da Sata,l'idea è buona ma di che prezzi parliamo ?

    Va bene gli indubbi vantaggi per le prestazioni rispetto agli HDD,però in caso di guasto puoi ricilare poco o niente da unità SSD.
    non+autenticato
  • - Scritto da: iRoby
    > Gli SSD moderni sono molto interessanti, ma le
    > politiche commerciali dei produttori sono
    > orrende.
    >
    > Ci sarebbe un ventaglio unico di applicazioni per
    > questi prodotti, grandi quanto un
    > francobollo...
    >
    > Soprattutto se iniziassero ad integrarne uno da
    > 32/64GB all'interno di alcune motherboard
    > mini-itx. Oppure versioni mini pci-x half size o
    > full size, e sia motherboard che notebook
    > iniziassero a lasciare uno slot di questo tipo
    > libero.
    >
    > Tutti i sistemi operativi si potrebbero
    > installare su questi dischi, per avere boot
    > nell'ordine dei 10s, così come velocissimi
    > risvegli
    > dall'ibernazione.
    > Ed i dati utente stare sull'hard disk meccanico.
    >
    > Invece vengono venduti in tagli sempre più grandi
    > e costosi, e form factor hard-disk style da
    > 2,5".

    mantengono elevato il prezzo con la scusa del "te lo diamo piu capinete e piu veloce": peccato che a me non interessi se va a 500 o 700 MB/s o se e' da 1T al posto di 128G.
    non+autenticato
  • i prezzi dei modelli 64, 128 sono relativamente bassi, ora puntano ad essere appetibili anche modelli di taglio maggiore. Dire che puntano a tenere i prezzi alti mi pare non corretto, anche perché sono drasticamente diminuiti nell'ultimo anno.
    I problemi degli ssd sono altri: allineamento, trim non trim, tmp in memoria ecc, dove in rete puoi trovare ogni leggenda e controleggenda possibile... ancora non alla portata di un utente comune
    non+autenticato