Alfonso Maruccia

Stallman: un nuovo approccio ai brevetti software

Il fondatore di FSF esprime la sua opinione sul problema della "brevettabilità delle idee": occorre rendere legale sempre e comunque l'uso del software sui computer generalisti

Roma - I brevetti software sono una piaga tecnico-legale da cui occorre liberarsi quanto prima, e per facilitare la soluzione Richard Stallman fornisce la sua opinione in merito scrivendo su Wired: per il fondatore del progetto GNU e di Free Software Foundation occorre cambiare prospettiva, concentrandosi sul limite alla brevettabilità del codice informatico piuttosto che sul limite entro il quale i brevetti vengono concessi.

Cambiare le modalità e le motivazioni con cui l'USPTO concede i brevetti sarebbe controproducente, dice Stallman, perché gli esperti troverebbero comunque il modo di riaffermare la validità dei brevetti entro la nuova cornice legale e ci vorrebbe comunque troppo tempo: occorrerebbero circa 20 anni perché i brevetti già concessi - e la cui abolizione sic et simpliciter sarebbe probabilmente incostituzionale - comincino a decadere.

La soluzione ideata da Stallman è semplice e di efficacia immediata, almeno in teoria: una nuova legge del Congresso USA dovrebbe stabilire che lo sviluppo, la distribuzione e l'uso di codice informatico su un computer "generalista" (o "generally used computing hardware" secondo Stallman) non costituiscono in alcun caso violazione di brevetto.
Il guru del free software si richiama a un precedente nella legislazione statunitense, una norma che protegge i chirurghi da eventuali cause brevettuali - anche nel caso in cui le procedure chirurgiche siano state brevettate presso l'USPTO.

Quello che Stallman non specifica - e qui probabilmente risiede la principale debolezza della sua proposta - è quali criteri andrebbero usati per separare l'hardware generalista da quello specialistico e quindi - sempre in teoria - ancora protetto dalle tradizionali norme sulla brevettabilità del codice.

Alfonso Maruccia
18 Commenti alla Notizia Stallman: un nuovo approccio ai brevetti software
Ordina
  • I brevetti vanno aboliti immediatamente e chiunque cerchi di lucrare sulla questione andrebbe messo in galera per 10 anni. I brevetti sono un cancro per la società, arma usata da pochi oligarchi per lucrare sulle spalle della maggioranza della popolazione. Senza i brevetti/copyright ci sarebbe un avanzamento tecnologico immediato ed irreversibile dal quale chiunque trarrebbe giovamento (a parte quello 0,1% che controlla il 99,9%). Questa gentaglia infame ci sta portando ad un nuovo medioevo in cui potranno spadroneggiare senza che nessuno li possa mai più fermare.
    non+autenticato
  • - Scritto da: non abbia

    > maggioranza della popolazione. Senza i
    > brevetti/copyright ci sarebbe un avanzamento
    > tecnologico immediato ed irreversibile dal quale

    e per chi ti criticherà, faccio notare che la ricerca scientifica ( non quella tecnologica ) è tutta brevetti-free e ha raggiunto risultati impressionanti in pochi secoli

    i brevetti sono la riedizione moderna delle vecchie formule segrete ( scrupolosamente custodite in buie caverne e steganografate in dipinti d'autore ) degli alchimisti medievali
    non+autenticato
  • Urka sembra che sia stato io a scriverlo, ma non è così, non conosco il tizio in questione, ma quoto perché è scritto esattamente come lo avrei scritto io!

    L'ultima porcata sul sistema brevettuale USA l'ha fatta Obama quando ha autorizzato la possibilità che l'idea sia del primo che la brevetta, e non del primo che l'ha avuta, costruita e mostrata in pubblico.

    Ossia se qualcuno ha un'idea la usa da tempo, ma non ha mai pensato di brevettarla perché non poteva o non ne aveva bisogno. Nel momento in cui un'azienda decide di brevettarla se ne appropria, e può chiedere i diritti e la cessazione anche all'inventore originario, non importa se questi l'aveva pubblicata ed era divenuta di uso comune anche senza brevettazione.
    Per cui il proprietario rischia pure di essere esautorato dal primo speculatore che ha avuto i fondi per il brevetto e lo sfruttamento. E non viene più a funzionare il concetto di prior-art che può invalidare il brevettatore postumo.
    iRoby
    8811
  • - Scritto da: iRoby

    > L'ultima porcata sul sistema brevettuale USA l'ha
    > fatta Obama quando ha autorizzato la possibilità
    > che l'idea sia del primo che la brevetta, e non
    > del primo che l'ha avuta, costruita e mostrata in
    > pubblico.
    >
    > Ossia se qualcuno ha un'idea la usa da tempo, ma
    > non ha mai pensato di brevettarla perché non
    > poteva o non ne aveva bisogno.

    Vorresti dire che posso brevettare la ruota?
    non+autenticato
  • - Scritto da: pignolo
    > Vorresti dire che posso brevettare la ruota?

    Se hai soldi a sufficienza si, a quanto pare...
    iRoby
    8811
  • - Scritto da: pignolo
    > - Scritto da: iRoby
    >
    > > L'ultima porcata sul sistema brevettuale USA
    > l'ha
    > > fatta Obama quando ha autorizzato la
    > possibilità
    > > che l'idea sia del primo che la brevetta, e
    > non
    > > del primo che l'ha avuta, costruita e
    > mostrata
    > in
    > > pubblico.
    > >
    > > Ossia se qualcuno ha un'idea la usa da
    > tempo,
    > ma
    > > non ha mai pensato di brevettarla perché non
    > > poteva o non ne aveva bisogno.
    >
    > Vorresti dire che posso brevettare la ruota?

    no, è già stata brevettata.
    http://punto-informatico.it/61165/PI/News/tecnolog...
    non+autenticato
  • E anche per questo mese ce l'abbiamo fatta.

    Piedi puzzosi è venuto fuori con la sua incomensurabile vaccata
    as usual
    PR è stato il primo ad appoggiarlo
    as usual
    io a prenderli per i fondelli entrambi
    as usual

    Oggi il mattino ha decisamente l'oro in bocca.

    Oh yeah.
    maxsix
    9886
  • - Scritto da: maxsix
    > E anche per questo mese ce l'abbiamo fatta.
    >
    > Piedi puzzosi è venuto fuori con la sua
    > incomensurabile vaccata
    >
    > as usual
    > PR è stato il primo ad appoggiarlo
    > as usual
    > io a prenderli per i fondelli entrambi
    > as usual
    >
    > Oggi il mattino ha decisamente l'oro in bocca.
    >
    > Oh yeah.

    E tu, as usual, hai in bocca altra roba, la cui natura la lasciamo alla fantasia di chi legge.
  • - Scritto da: maxsix
    > E anche per questo mese ce l'abbiamo fatta.
    >
    > Piedi puzzosi è venuto fuori con la sua
    > incomensurabile vaccata
    >
    > as usual
    > PR è stato il primo ad appoggiarlo
    > as usual
    > io a prenderli per i fondelli entrambi
    > as usual
    >
    > Oggi il mattino ha decisamente l'oro in bocca.
    il tuo trollificio non riposa mai quindi. sei peggio della foxconnCon la lingua fuori

    In realta il tagliare pesantemente le gambe ai tempi e' ANCHE il principale argomento per riformare il copyright (sapendo, come fa stallman, che altre regole complesse, verrebbero in gran parte aggirate dagli avvocati). Quindi tutt'altro che un ragionamento stravagante.
    non+autenticato
  • Vattene! Rivogliamo Ruppolo, tu non sei alla sua altezza!
    non+autenticato
  • E' molto semplice distinguere un hardware generalista da un complemento d'arredo o accessorio di abbigliamento.
    Basta guardare se c'e' la mela.

    Se c'e' la mela non e' hardware generalista e quindi deve pagare i brevetti.
    Se non c'e' la mela allora e' uno strumento general purpouse e puo' essere esentato.

    Non e' poi cosi' difficile.

    L'idea di Stallman e' ottima, come tutte le sue idee, del resto.

    Adesso sentiamo il parere degli schiavi che preferiscono teriminare la loro esistenza in catene e non tollerano che vi sia gente libera oltre ai loro padroni.
  • Sono d'accordo con Stallman ma con te solo in parte. Ti ricordo che nel caso dei Mac l'hardware elettronico non è di Apple ma di tanti produttori non Apple (Intel per i processori ad esempio). L'unica cosa che si può far pagare come brevetto dovrebbe essere l'hardware esterno (il case) e la Mela marcia disegnata.
    non+autenticato
  • No no ha ragione... Ma la cosa è definibile così..

    Apple brevetta una cosa del suo sistema operativo.

    Se viene copiata da un sistema operativo opensource e per hardware non Apple, generalista, diciamo piattaforme aperte come quelle su cui gira Android o Openmoko o WebOS o Ubuntu per intenderci, allora questi non commettono reato.

    Se invece viene copiato da RIM o Nokia con Windows 8, allora queste devono ad Apple royalty.

    Uno direbbe e grazie al gigio se Samsung si fa il suo telefono Android su hardware generalista può copiare quello che vuole da Apple.

    No quello che dice Stallman è che i sistemi libero e aperti, con filosofia simile a quella dei PC con Linux dovrebbero poterne usufruire.
    Per cui anche una eventuale Samsung vende solo l'hardware e il sistema operativo Android libero che sfrutta anche tecnologie brevettate, ce lo installa l'utente.

    Ossia i sistemi operativi che sono liberi e gratuiti devono potere usare quelle tecnologie senza essere perseguiti. Perché non avendo dietro aziende che ci lucrano non potrebbero comprarsene i diritti. E non essendo essi stessi commerciali, non lucrano dallo sfruttamento di quelle tecnologie, ma le rendono disponibili alla gente gratuitamente per il profitto e lo sviluppo personale.
    iRoby
    8811
  • Pero' la sua idea non e' male: invece di definire l'hardware, definiamo cosa ci puo' fare l'utente: se l'utente lo puo' programmare e' generale altrimenti no.

    Esempi no: lavatrice, game consoles, tom-tom, lettore-dvd, ipod, smartphones e tablets senza root.

    Esempi si: pc, notebooks, arduino, smartphone e tablets con root, lettore mp3 sansa.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Miao
    > smartphones e tablets senza
    > root.

    Newbie, inesperto
  • - Scritto da: panda rossa
    > Adesso sentiamo il parere gli insulti degli schiavi che
    > preferiscono teriminare la loro esistenza in
    > catene e non tollerano che vi sia gente libera
    > oltre ai loro
    > padroni.
    Fixed
    (sarebbe stato difficile sentire il parere di chi non può avere un parere)
    jaro
    321
  • basta leggere i commenti di maxsix per accertarsene oltre ogni ragionevole dubbioA bocca aperta
    non+autenticato
  • Quell'individuo ha dei problemi seri.

    Dice di avere famiglia ed essere sposato, ma ha un linguaggio e dei modi da adolescente arrogante e verbalmente molto aggressivo.

    È talmente fastidioso che ormai evito perfino di rispondergli e seguirlo in qualsiasi thread.
    iRoby
    8811