Mauro Vecchio

DDL Diffamazione, blog in salvo?

Negli ultimi giorni, il nuovo testo del disegno di legge Ŕ stato riscritto quasi dieci volte. PD e PdL sembrano ora aver trovato l'intesa: niente carcere per diffamazione. Esclusi blog e motori di ricerca

Roma - Un percorso travagliato verso la Commissione di Giustizia al Senato, sotto una tempesta di critiche e veleni nella conferenza dei capigruppo. Dopo le dimissioni della relatrice del Partito Democratico (PD) Silvia Della Monica, l'intesa tra la fazione di Pier Luigi Bersani e il Popolo della Libertà (PdL) sul nuovo testo base del famigerato DDL sulla diffamazione a mezzo stampa e telematica.

Come sottolineato dai membri dell'Italia dei Valori (IdV), i nuovi articoli del disegno di legge sono stati riscritti almeno sette volte, incapaci di trovare la quadratura del cerchio e di avviare così l'iter per la definitiva adozione in Senato. "╚ evidente che PD e IdV stiano facendo ostruzionismo", ha commentato a caldo Filippo Berselli, relatore PdL al testo. Tra svariate battute d'arresto, si è giunti ieri ad un apparente punto di svolta.

Riassumendo, il nuovo testo del DDL interviene integrando l'articolo 8 della legge sulla stampa - n. 47 dell'8 febbraio 1948 - per quanto riguarda le rettifiche in caso di soggetti lesi nella reputazione. Le rettifiche dovranno essere pubblicate gratuitamente senza commento nel quotidiano o periodico interessato, comprese le relative edizioni diffuse per via telematica.
Nei due articoli del testo presentato alla Commissione di Giustizia, l'eliminazione della pena detentiva per il giornalista, sostituendola - per la diffamazione a mezzo stampa con attribuzione di un fatto determinato - con una sanzione pecuniaria che va da 5mila a 50mila euro, "tenuto conto della gravità dell'offesa e del livello di diffusione dello stampato".

Scomparse le tanto contestate disposizioni che riguarderebbero i blog, precedentemente equiparati ad una tradizionale pubblicazione giornalistica. I vertici del PD avevano invocato la soppressione della norma per i libri, con la quale si prevedeva l'obbligo di rettifica anche per le pubblicazioni non periodiche. Anche quest'ultima predisposizione è sparita nei due articoli presentati alla Commissione di Giustizia.

"Ieri sera l'accordo ricomprendeva, fra l'altro, la misura della sanzione pecuniaria, che scendeva da 100mila a 50mila euro, e lo stop alla rivalsa sui fondi all'editoria a seguito di condanna - ha spiegato il presidente della Commissione Filippo Berselli - Ma quando si va in aula, le cose possono cambiare e lo si è visto oggi, perché l'aula non è controllabile. Sicuramente anche nel PdL sarà necessario fare il punto e credo che lunedì ci sarà una riunione".

Continuano le critiche dai vertici della Federazione Nazionale Stampa Italiana (FNSI): "L'unica nota positiva, la cancellazione del carcere dalle pene previste per la diffamazione è scambiata con l'inasprimento di tutte le altre pene possibili, che, pur addolcite rispetto a qualche proposta perfino demenziale, hanno un carattere fortemente dissuasivo verso un giornalismo che voglia scavare seriamente nel bacino delle notizie più inquietanti della vita pubblica".

Mauro Vecchio
Notizie collegate
51 Commenti alla Notizia DDL Diffamazione, blog in salvo?
Ordina
  • "niente carcere per diffamazione. Esclusi blog e motori di ricerca"

    Da qui uno capisce: "niente carcere per diffamazione, ad esclusione dei blog e dei motori di ricerca"

    Non basta un punto per separare, dal momento che ormai il punto viene usato solo come pausa più lunga e non solo come interruzione del periodo.

    Per cui l'ambiguità dei due significati sussiste.

    E che cavolo!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gino
    > "niente carcere per diffamazione. Esclusi blog e
    > motori di
    > ricerca"
    >
    > Da qui uno capisce: "niente carcere per
    > diffamazione, ad esclusione dei blog e dei motori
    > di
    > ricerca"
    >
    > Non basta un punto per separare, dal momento che
    > ormai il punto viene usato solo come pausa più
    > lunga e non solo come interruzione del
    > periodo.
    >
    > Per cui l'ambiguità dei due significati sussiste.
    >
    > E che cavolo!

    Sorridi! Sei su Punto Informatico!
  • http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?ti...
    (c'e' il resoconto stenografico...)

    E parte subito BENE (cfr. le dichiarazioni di Vita (PD) e Procacci (PD)) :

    Si evince che
    - c'e' la solita debacle inconcludente del parlamento (da un lato)
    - e dall'altro ,dopo aver battibeccato come polli impazziti per 1 mese, la prosaica (ma giusta) conclusione : Signor Presidente, con molta semplicità vorrei chiedere che il disegno di legge in esame venga messo da parte.

    ╚ inutile continuare a rinviarlo in Commissione. Dobbiamo avere il coraggio di prendere atto che non c'è il clima adatto a legiferare su questa materia, come sempre avviene quando un Parlamento (e non una parte di esso) è chiamato ad affrontare una questione sull'onda della congiuntura.


    (magari facessero veramente cosi... gh)
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?ti
    > (c'e' il resoconto stenografico...)
    >
    > E parte subito BENE (cfr. le dichiarazioni di
    > Vita (PD) e Procacci (PD))
    > :
    > (ecc...)

    mi autoquoto xche questa la devo proprio aggiungere:
    Il PDL ,come sempre, si DISTINGUE per dabbedaggine

    (...)
    MALAN (PdL). Signor Presidente, rispetto all'invito al ritiro dell'emendamento 1.238 (testo 2), sottolineo che questa proposta emendativa propone con le stesse parole di applicare al reato di cui all'articolo 13 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, cioè la diffamazione a mezzo stampa, la norma che esiste da 22 anni nella legge sulla televisione.

    Allora, se questa norma non va bene - lo dico sommessamente - nel merito, chiedo ai relatori di presentare un emendamento che abroghi anche la norma che riguarda la legge sulla televisione. Non si capisce per quale motivo, se va bene per la televisione, non possa andar bene per Internet.
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > - Scritto da: bubba
    > >
    > http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?ti
    > > (c'e' il resoconto stenografico...)
    > >
    > > E parte subito BENE (cfr. le dichiarazioni di
    > > Vita (PD) e Procacci (PD))
    > > :
    > > (ecc...)
    >
    > mi autoquoto xche questa la devo proprio
    > aggiungere:
    > Il PDL ,come sempre, si DISTINGUE per dabbedaggine
    >
    > (...)
    > MALAN (PdL). Signor Presidente, rispetto
    > all'invito al ritiro dell'emendamento 1.238
    > (testo 2), sottolineo che questa proposta
    > emendativa propone con le stesse parole di
    > applicare al reato di cui all'articolo 13 della
    > legge 8 febbraio 1948, n. 47, cioè la
    > diffamazione a mezzo stampa, la norma che esiste
    > da 22 anni nella legge sulla
    > televisione.
    >
    > Allora, se questa norma non va bene - lo dico
    > sommessamente - nel merito, chiedo ai relatori di
    > presentare un emendamento che abroghi anche la
    > norma che riguarda la legge sulla televisione.
    > Non si capisce per quale motivo, se va bene
    > per la televisione, non possa andar bene per
    > Internet.
    >


    Si e' dimenticato di chiedere che la norma venga applicata anche al telefono a gettoni ed ai cellulari!!! pure questi sono stampa no?
    Se non c'e' differenza fra un mezzo antidemocratico come la tv in cui uno parla e l'altro puo' solo ascoltare ma non replicare... ed un mezzo come internet in cui ci possono essere 2000 repliche ad ogni discussione...allora bisogna considerare stampa pure il telefono a gettoni ed i cellulari... con i cellulari posso sempre chiamare migliaia di persone e diffamare no? quindi secondo l'ottusaggine del legislatore italiano...anche il cellulare dovrebbe essere stampa...

    in barba lo ricordiamo ad una recente sentenza della Cassazione che ha marcato chiaramente la differenza fra i due mezzi... (internet e la stampa tradizionale...)
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba


    > Dobbiamo avere il coraggio di prendere atto che
    > non c'è il clima adatto a legiferare su questa
    > materia, come sempre avviene quando un Parlamento
    > (e non una parte di esso) è chiamato ad
    > affrontare una questione sull'onda della
    > congiuntura.
    >
    >
    > (magari facessero veramente cosi... gh)

    Spieghiamo per i distratti quale sia questa congiuntura: il carcere per il giornalista Alessandro Sallusti. Avendo dichiarato che non chiederà mai l'affidamento ai servizi sociali, ha costretto i suoi simpatizzanti a rivedere il reato di diffamazione nella parte in cui prevede la privazione della libertà.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio
    > - Scritto da: bubba
    >
    >
    > > Dobbiamo avere il coraggio di prendere atto
    > che
    > > non c'è il clima adatto a legiferare su
    > questa
    > > materia, come sempre avviene quando un
    > Parlamento
    > > (e non una parte di esso) è chiamato ad
    > > affrontare una questione sull'onda della
    > > congiuntura.
    > >
    > >
    > > (magari facessero veramente cosi... gh)
    >
    > Spieghiamo per i distratti quale sia questa
    > congiuntura: il carcere per il giornalista
    > Alessandro Sallusti. Avendo dichiarato che non
    > chiederà mai l'affidamento ai servizi sociali, ha
    > costretto i suoi simpatizzanti a rivedere il
    > reato di diffamazione nella parte in cui prevede
    > la privazione della
    > libertà.
    e ovviamente, invece di sopprimere solo quello e metterci un giorno, hanno fatto un pollaio incredibile. E sono ancora al lavoro...

    Per la cronaca, e restando sul punto Sallusti, io sono molto combattuto. Nel senso che il carcere in astratto e' sbagliato (e andava cavato da 40 anni), MA
    a) Sallusti andrebbe radiato dall'ordine [oppure soppresso l'Ordine e relativi esami,facolta e punizioni. in quanto inutili, visto che vengono ignorate e sbeffeggiate dai giornalisti medesimi]
    b) fare la modifica ORA, dopo che il Compagno Sallusti ha gridato al lupo, fa fare al parlamento l'ennesima figura del prono al Nano e al suo houseorgan
    non+autenticato
  • Vabbè, ma la stampa deve smetterla di fare quadrato attorno a Sallusti.
    Ho reiteratamente pubblicato una notizia ben sapendo che era falsa, ha insistito anche dopo la documentata richiesta di rettifica inviata dal giudice, ha coperto "betulla" ben sapendo che scriveva non per interesse della verità. Qui non si tratta di un reato di opinione, ma di calunnia continuata bella e buona.
    In questo modo si fa un pessimo servizio alla libertà di stampa, che non significa raccontare palesi bugie, in modo reiterato.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Rover
    > Vabbè, ma la stampa deve smetterla di fare
    > quadrato attorno a
    > Sallusti.


    Per la verità alcune voci in disaccordo fra i giornalisti ci sono state, quando la condanna è diventata definitiva. Non molte.



    > Ho reiteratamente pubblicato una notizia ben
    > sapendo che era falsa, ha insistito anche dopo la
    > documentata richiesta di rettifica inviata dal
    > giudice, ha coperto "betulla" ben sapendo che
    > scriveva non per interesse della verità.

    Lo ha coperto perché poteva avere qualche problemino con l'ordine dei giornalisti se avesse ammesso di dare lavoro a un giornalista (Renato Farina) radiato dall'albo.
    E poi fa parte delle regole del gioco, secondo me: un direttore responsabile è pagato anche per coprire i sottoposti, nel caso sia necessario.



    > Qui non
    > si tratta di un reato di opinione, ma di calunnia
    > continuata bella e
    > buona.

    Uff... ho già specificato che reato d'opinione è un'espressione stereotipata che non significa assolutamente nulla. Ognuno ci mette dentro quello che vuole. In nessun ordinamento è mai esistito un reato o un gruppo di reati così denominati.
    Comunque la calunnia è il reato di chi accusa di un reato preciso presso le autorità una persona che sa innocente. Quello che intendi tu è diffamazione.



    > In questo modo si fa un pessimo servizio alla
    > libertà di stampa, che non significa raccontare
    > palesi bugie, in modo
    > reiterato.

    In Italia ormai significa solo questo. Triste Un tempo, dopo la caduta del fascismo e per circa vent'anni, aveva un significato positivo, e visti i governi degli anni Cinquanta e primi anni Sessanta, era una libertà che andava difesa davvero.
    non+autenticato
  • Finalmente ci liberera' di questi impediti....
    non+autenticato
  • - Scritto da: m5s
    > Finalmente ci liberera' di questi impediti....


    eppure si muove seguendo le orme di un vecchio partito degli anni 30.. Sfruttando la rabbia e l'insoddisfazione dei poracci per scavarsi strada..
    non+autenticato
  • - Scritto da: CCd
    > - Scritto da: m5s
    > > Finalmente ci liberera' di questi impediti....
    >
    >
    > eppure si muove seguendo le orme di un vecchio
    > partito degli anni 30.. Sfruttando la rabbia e
    > l'insoddisfazione dei poracci per scavarsi
    > strada..

    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    Ci vuole ben altro perche' voi del PD possiate vincere le elezioni...
    paragonare un partito per i referendum propositivi senza quorum e per la discussione obbligatoria delle leggi popolari in parlamento e la partecipazione in rete al partito fascista ? Ma vi sentite quanto siete ridicoli?!!! Le manganellate contro i manifestanti della val di Susa invece e gli studenti...invece a cosa ti fanno pensare ?
    Non mi pare di aver visto il PD manifestare contro queste cose...
    E la tradizione decennale delle leggi contro la rete presentate da pd-pdl-udc a cosa ti fanno pensare?
    Abbiate la bonta' di tacere...va che fate piu' figura...
    Se invece volete far ridere l'elettorato dicendo cretinaggini come questa
    per far ridere...potete farlo...ma non basta far ridere l'elettorato dicendo stupidagini per vincere le elezioni...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Franky
    > - Scritto da: CCd
    > > - Scritto da: m5s
    > > > Finalmente ci liberera' di questi
    > impediti....
    > >
    > >
    > > eppure si muove seguendo le orme di un
    > vecchio
    > > partito degli anni 30.. Sfruttando la rabbia
    > e
    > > l'insoddisfazione dei poracci per scavarsi
    > > strada..
    >
    > Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    > Ci vuole ben altro perche' voi del PD possiate
    > vincere le
    > elezioni...
    > paragonare un partito per i referendum
    > propositivi senza quorum e per la discussione
    > obbligatoria delle leggi popolari in parlamento e
    > la partecipazione in rete al partito fascista ?
    > Ma vi sentite quanto siete ridicoli?!!! Le
    > manganellate contro i manifestanti della val di
    > Susa invece e gli studenti...invece a cosa ti
    > fanno pensare
    > ?
    > Non mi pare di aver visto il PD manifestare
    > contro queste
    > cose...
    > E la tradizione decennale delle leggi contro la
    > rete presentate da pd-pdl-udc a cosa ti fanno
    > pensare?
    >
    > Abbiate la bonta' di tacere...va che fate piu'
    > figura...
    > Se invece volete far ridere l'elettorato dicendo
    > cretinaggini come
    > questa
    > per far ridere...potete farlo...ma non basta far
    > ridere l'elettorato dicendo stupidagini per
    > vincere le
    > elezioni...

    non si rendono conto della cacca che li sta per travolgere perchè ignorano ancora la rete...ci chiamano "il popolo di internet" come se fossimo un'entità a parte che non esiste nella realtà e che NON HA UNA TESSERA ELETTORALE...ne riparleremo ad aprile...quando la mia scheda elettorale varrà un voto proprio come la tessera elettorale dei vari alfano/casini/bersani.
  • - Scritto da: Internetcrazia

    >
    > non si rendono conto della cacca che li sta per
    > travolgere perchè ignorano ancora la rete...ci
    > chiamano "il popolo di internet" come se fossimo
    > un'entità a parte che non esiste nella realtà e
    > che NON HA UNA TESSERA ELETTORALE...ne
    > riparleremo ad aprile...quando la mia scheda
    > elettorale varrà un voto proprio come la tessera
    > elettorale dei vari
    > alfano/casini/bersani.

    Se ne sono gia' accorti che il popolo della rete vota e che non vota per loro.
    Ci stanno provando a giocare coi premi di maggioranza per tenere il popolo della rete fuori dalle istituizioni.
    Loro non si arrenderanno mai.
    Noi neppure!
  • Ma questi tritaballe dei grillini sono arrivati pure qua?Sciò, tornate a cuccia e aspettate ordini da Casa-leggio e soci
    non+autenticato
  • - Scritto da: Rover
    > Ma questi tritaballe dei grillini sono arrivati
    > pure qua?Sciò, tornate a cuccia e aspettate
    > ordini da Casa-leggio e
    > soci

    E te da dove sei spuntato? Dalla sede del PD? Casaleggio e' un consulente informatico...la gente che scrive qui e' appassionata di informatica... ed il m5s e' un prodotto dell'incontro degli informatici con Grillo.... quindi qui se ci sono intrusi quelli sono i Galoppini del PD e del PDL...
    quindi scio' voi... e vergognatevi per lo stato in cui avete ridotto l'Italia... Ah dimenticavo...Noi non aspettiamo gli ordini di nessuno!!!!
    Non siamo mica Galoppini....!!!
    Casomai li daremo ai nostri portavoce-rappresentanti come deve accadere in una democrazia vera ed autentica.... dove e' la gente che decide non l'oligarca di turno....!!
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: CCd
    > - Scritto da: m5s
    > > Finalmente ci liberera' di questi impediti....
    >
    >
    > eppure si muove seguendo le orme di un vecchio
    > partito degli anni 30.. Sfruttando la rabbia e
    > l'insoddisfazione dei poracci per scavarsi
    > strada..

    Clicca per vedere le dimensioni originali

    http://www.loschermo.it/articoli/view/46873
    Anche Mussolini e Mao secondo questo articolo nuotavano per propaganda..
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: lenny
    > - Scritto da: CCd
    > > - Scritto da: m5s
    > > > Finalmente ci liberera' di questi
    > impediti....
    > >
    > >
    > > eppure si muove seguendo le orme di un
    > vecchio
    > > partito degli anni 30.. Sfruttando la rabbia
    > e
    > > l'insoddisfazione dei poracci per scavarsi
    > > strada..
    >
    > [img]http://genova.erasuperba.it/wp-content/upload
    >
    > http://www.loschermo.it/articoli/view/46873
    > Anche Mussolini e Mao secondo questo articolo
    > nuotavano per
    > propaganda..

    Ma Mao e Mussolini non hanno piu' cose in comune con la lega e con la partitocrazia...? Che so le Manganellate ai cittadini... le leggi cinesi contro la rete... (Mao era cinese se non sbaglio no? mica Genovese...)
    l'invito a non partecipare ai referendum...il controllo maniacale dell'informazione.... Forse Levi D'Alia e la Carlucci non sanno nuotare...ma tra loro e Beppe Grillo...sicuramente quelli che hanno piu' cose in comune con Mao sono Levi D'Alia e la Carlucci... Leggi illiberali Grillo non ne ha proposte...solo l'invito ai rappresentanti dei cittadini a non tradire il loro ruolo...
    non+autenticato