FBI arresta un altro virus writer

E dimostra che la caccia ai creatori di virus è in pieno sviluppo. Questa volta si tratta di un minorenne che avrebbe realizzato un worm capace, tra l'altro, di depositare un trojan nei PC colpiti

Roma - Non si ferma l'offensiva della polizia federale americana contro i virus writer, i creatori di virus responsabili in molti casi di aver messo in circolazione le proprie creature, con effetti talvolta imponenti sulle infrastrutture informatiche di mezzo mondo. E' notizia delle scorse ore, infatti, l'arresto di un giovane americano le cui generalità, in considerazione dell'età, non sono state rese note.

Stando a quanto affermato dal Dipartimento di Giustizia statunitense, il virus writer è un minorenne a cui si attribuisce la realizzazione e diffusione di un worm capace di diffondersi in modo simile al celeberrimo Blaster, perché studiato per sfruttare le medesime vulnerabilità sui sistemi Windows non adeguatamente patchati.

Randex.E, questo uno dei nomi con cui è noto il worm, è realizzato per distribuirsi attraverso Internet Relay Chat (IRC) e per depositare all'interno dei computer infetti un cavallo di troia con il quale l'autore, da remoto, può prendere il controllo del PC colpito.
Inutile dire che il Dipartimento intende sfruttare l'arresto per mandare un segnale ai creatori di virus. "I pirati informatici - ha dichiarato un rappresentante della procura generale di Washington - devono capire che saranno perseguiti e saranno loro addebitate tutte le responsabilità per queste attività malevoli, sia che siano adulti sia che siano minorenni".

Questo arresto segue di poco quello di Jeffrey Lee Parson, ragazzo al quale si attribuisce la paternità di una delle varianti di Blaster.
TAG: cybercops
16 Commenti alla Notizia FBI arresta un altro virus writer
Ordina
  • Non vi capisco: vi dichiarate di sinistra, come me, e difendete sempre persone il cui scopo è quello di danneggiare i computer degli altri.
       A me piace pensare a un mondo dove se mi dimentico la porta di casa aperta non significa che necessariamente un ladro ci debba entrare perche io sono un cogl****.
       E cosi dovrebbe succedere per chi usa Outlook, o altri sistemi con parecchie falle dal punto di vista della sicurezza. In parole povere: perche se uso Outlook, e a voi Outlook sta sul cazzo, mi dovete friggere il pc?
       Chi scrive virus, per il solo piacere di creare qualcosa di dannoso, non è un benefattore di Internet, ma uno spaccapalle per la gente che, come me, col pc deve lavorare.
       Libertà di parola o di scivere software non significa libertà di fare quello che si vuole coi beni altrui.

    Sergio
  • >     A me piace pensare a un mondo dove se mi
    > dimentico la porta di casa aperta non
    > significa che necessariamente un ladro ci
    > debba entrare perche io sono un cogl****.

    Io non sono di sinistra ma su questo sono d'accordo, anzi, almeno in linea di principio, mi pare ovvio

    >     E cosi dovrebbe succedere per chi usa
    > Outlook, o altri sistemi con parecchie falle
    > dal punto di vista della sicurezza. In
    > parole povere: perche se uso Outlook, e a
    > voi Outlook sta sul cazzo, mi dovete
    > friggere il pc?

    Sembra che gli ultimi virus non vogliono friggeti il pc, ma utilizzarlo per friggere altri pc presenti in rete.

    >     Chi scrive virus, per il solo piacere di
    > creare qualcosa di dannoso, non è un
    > benefattore di Internet, ma uno spaccapalle
    > per la gente che, come me, col pc deve
    > lavorare.

    Gia', pero' anche per aprire una banca devi adottare sistemi di sicurezza per evitare di essere derubato, quando parcheggi devi chiudere l'auto per evitare che te la portino via ecc... nessuno ti obbliga ad utilizzare contromisure ma se non lo fai...

    >     Libertà di parola o di scivere software
    > non significa libertà di fare quello che si
    > vuole coi beni altrui.
    >
    > Sergio

    Humm scrivere codice che puo' danneggiare i pc altrui non dovrebbe essere un reato, utilizzarlo per fare danni si.

    Come non e' un reato costruire armi, mentre utilizzarle per far fuori il vicino si. (e' solo un esempio)
    non+autenticato

  • > Humm scrivere codice che puo' danneggiare i
    > pc altrui non dovrebbe essere un reato,
    > utilizzarlo per fare danni si.
    >
    > Come non e' un reato costruire armi, mentre
    > utilizzarle per far fuori il vicino si. (e'
    > solo un esempio)

    Quindi cosa proponi? mi interessa la tua opinione.

  • > Quindi cosa proponi? mi interessa la tua
    > opinione.

    Di solito, chi crea questi virus, almeno i piu' complessi, si guarda bene da utilizzarli, poiche' essendo una persona intelligente sa che prima o poi arriveranno a lui/lei.

    Quindi mette il codice in rete, a scopo educativo, e attende il "pollo" di turno che cerchi di utilizzarlo per far danni.
    Il piu' delle volte questi "polli" sono minorenni che ancora non hanno ben capito il giochino e si ritrovano coinvolti in un reato.

    A parte i mezzi a disposizione per risolvere i problemi senza staccarsi dalla Rete come firewall, anti-virus e condanne esemplari "anti-pollo" credo che il problema si possa solo risolvere alla radice con un protocollo piu' sicuro del tcp/ip, e dei nuovi standar per i SO utilizzati da chi intende connetersi alla rete.

    Questo in parte si sta gia' facendo ma per il momento non ce' fretta, chi vuole rinunciare al business di firewall, anti-virus, e nuove versioni a pagamento del vari SO?

    Quanto costa veramente un pc collegato alla Rete?
    ne vale veramente la pena che tutti i pc dell'azienda abbiano posta elettronica, collegamento ad Internet, icq, ecc?

    Ricapitolando se si desidera rimanere collegati alla rete e sfruttarla in maniera professionale occorre spendere in "chiavi e lucchetti".

    Si puo' risparmiare utilizzando Linux ma consiglio di farlo solo a chi ha tempo da dedicare alla compresione di tale sistema operativo e degli applicativi utilizzati.
    non+autenticato
  • sono solo dei grandi ipocriti ... lo scrivere software dovrebbe essere trattato come arte e liberta' di parola !!!

    invece di mettere in carcere gli scrittori perche' non mettono in carcere la gente che clicca clicca o quelli che scrivono software troppo poco testato e con troppi bachi ???

    capisco che il virus potrebbe avere finalita' maliziose, ma se esiste gente come me che non ne ha mai presi, vuole dire che troppa ignoranza in un certo campo esiste ...

    e poi come definiamo un virus ??? un software che fa cose che ni non sappiamo e molte volte che non vogliamo che faccia ???, all'ora la connessione rsa di windows update che manda il report su tutto il software della macchina, o altri programmi che fanno cose che non vogliamo, perche' non vengono classificati virus ed arrestati i loro scrittori ???

    ciao

  • - Scritto da: Goul_duKat
    > sono solo dei grandi ipocriti ... lo
    > scrivere software dovrebbe essere trattato
    > come arte e liberta' di parola !!!
    >
    > invece di mettere in carcere gli scrittori
    > perche' non mettono in carcere la gente che
    > clicca clicca o quelli che scrivono software
    > troppo poco testato e con troppi bachi ???
    >
    > capisco che il virus potrebbe avere
    > finalita' maliziose, ma se esiste gente come
    > me che non ne ha mai presi, vuole dire che
    > troppa ignoranza in un certo campo esiste
    > ...
    >
    > e poi come definiamo un virus ??? un
    > software che fa cose che ni non sappiamo e
    > molte volte che non vogliamo che faccia ???,
    > all'ora la connessione rsa di windows update
    > che manda il report su tutto il software
    > della macchina, o altri programmi che fanno
    > cose che non vogliamo, perche' non vengono
    > classificati virus ed arrestati i loro
    > scrittori ???
    >
    > ciao

    vedo grossa crisi in te...
    non+autenticato
  • Tu sei tutto matto...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Goul_duKat
    > sono solo dei grandi ipocriti ... lo
    > scrivere software dovrebbe essere trattato
    > come arte e liberta' di parola !!!
    >
    > invece di mettere in carcere gli scrittori
    > perche' non mettono in carcere la gente che
    > clicca clicca o quelli che scrivono software
    > troppo poco testato e con troppi bachi ???
    >
    > capisco che il virus potrebbe avere
    > finalita' maliziose, ma se esiste gente come
    > me che non ne ha mai presi, vuole dire che
    > troppa ignoranza in un certo campo esiste
    > ...
    >
    > e poi come definiamo un virus ??? un
    > software che fa cose che ni non sappiamo e
    > molte volte che non vogliamo che faccia ???,
    > all'ora la connessione rsa di windows update
    > che manda il report su tutto il software
    > della macchina, o altri programmi che fanno
    > cose che non vogliamo, perche' non vengono
    > classificati virus ed arrestati i loro
    > scrittori ???
    >
    > ciao

    Ecco il lamerone di turno che parla di windows al bar con gli amici "io non ho mai preso" "report del software" "bug del software" "mio cugggino!!!"


    avanti il prossimo lamerozzo, dai...
    non+autenticato

  • > Ecco il lamerone di turno che parla di
    > windows al bar con gli amici "io non ho mai
    > preso"

    pero' bisogna ammettere che prendersi virus e' nel 90% dei casi e' un po' da idioti (per quelli tipo il blaster esiste una scusante -anche se bastava un firewallino software, anche free tipo lo zonealam), in particolare mi riferisco a quelli via email dove tipicamente bisogna aprire l'allegato.

    Vorrei chiedere a chi apre gli allegati email di strana provenienza senza esitare, "ma tu se ti arriva uno strano pacco postale mai richiesto, di provenienza strana e aspetto sospetto, che magari emette pure un tic-tac-tic-tac..., cosa fai lo scarti subito ?"

    Sorride))))))))))))))))))))))

    Penso proprio di no...

    O per parlare di altre cose, ad esempio truffe con le carte di credito...oggi mi stanno arrivando un sacco di tentativi di truffa, email che chiedono dati personali e numero di carta, per fantomatiche operazioni di "verifica" da siti ad esempio come PayPal...naturalmente il sito e' clonato con il trucchetto dell'"@".
    Scommetto che tanta gente ci casca...
    Eppure queste stesse persone che vengono truffate, probabilmente se qualcuno gli telefonasse dicendogli di essere della sua banca e che ha bisogno del suo PIN -giustamente- si insospettirebbero e rifiuterebbero!!!

    Con questi esempi voglio solo dire che la gente non ha un minimo di mentalita' della sicurezza su tutto cio' che e' "virtuale". Magari nel mondo reale stanno attenti a non farsi truffare, ma per le cose informatiche prendono tutto con leggerezza, considerandole cose "poco importanti" e non pensandoci troppo prima di fare un clic col mouse o di inserire una password.

    Con un minimo di attenzione si eviterebbero danni economici notevoli...
    Non mi sembra che il fatto di non aprire un allegato sospetto o di non inserire mai password e PIN quando richiesti in email sia una conoscenza da amministratore di rete...qualsiasi segretaria dovrebbe saperlo!!!
    Licenziata in tronco in caso contrario Sorride
    Esattamente come ogni automobilista dovrebbe saper riempirsi il serbatoio da solo, o cambiarsi una ruota.

    Basti dire che in 12 anni di uso del PC (di cui 7 connesso ad internet) non sono mai stato danneggiato da nessun virus.
    Una firewall free, eventualmente un antivirus, ma soprattutto tanto buon senso, e sei al sicuro....
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Ecco il lamerone di turno che parla di
    > > windows al bar con gli amici "io non ho
    > mai
    > > preso"
    >
    > pero' bisogna ammettere che prendersi virus
    > e' nel 90% dei casi e' un po' da idioti (per
    > quelli tipo il blaster esiste una scusante
    > -anche se bastava un firewallino software,
    > anche free tipo lo zonealam), in particolare
    > mi riferisco a quelli via email dove
    > tipicamente bisogna aprire l'allegato.
    >
    > Vorrei chiedere a chi apre gli allegati
    > email di strana provenienza senza esitare,
    > "ma tu se ti arriva uno strano pacco postale
    > mai richiesto, di provenienza strana e
    > aspetto sospetto, che magari emette pure un
    > tic-tac-tic-tac..., cosa fai lo scarti
    > subito ?"
    >   
    > Sorride))))))))))))))))))))))
    >
    > Penso proprio di no...
    >
    > O per parlare di altre cose, ad esempio
    > truffe con le carte di credito...oggi mi
    > stanno arrivando un sacco di tentativi di
    > truffa, email che chiedono dati personali e
    > numero di carta, per fantomatiche operazioni
    > di "verifica" da siti ad esempio come
    > PayPal...naturalmente il sito e' clonato con
    > il trucchetto dell'"@".
    > Scommetto che tanta gente ci casca...
    > Eppure queste stesse persone che vengono
    > truffate, probabilmente se qualcuno gli
    > telefonasse dicendogli di essere della sua
    > banca e che ha bisogno del suo PIN
    > -giustamente- si insospettirebbero e
    > rifiuterebbero!!!
    >
    > Con questi esempi voglio solo dire che la
    > gente non ha un minimo di mentalita' della
    > sicurezza su tutto cio' che e' "virtuale".
    > Magari nel mondo reale stanno attenti a non
    > farsi truffare, ma per le cose informatiche
    > prendono tutto con leggerezza,
    > considerandole cose "poco importanti" e non
    > pensandoci troppo prima di fare un clic col
    > mouse o di inserire una password.
    >
    > Con un minimo di attenzione si eviterebbero
    > danni economici notevoli...
    > Non mi sembra che il fatto di non aprire un
    > allegato sospetto o di non inserire mai
    > password e PIN quando richiesti in email sia
    > una conoscenza da amministratore di
    > rete...qualsiasi segretaria dovrebbe
    > saperlo!!!
    > Licenziata in tronco in caso contrario Sorride
    > Esattamente come ogni automobilista dovrebbe
    > saper riempirsi il serbatoio da solo, o
    > cambiarsi una ruota.
    >
    > Basti dire che in 12 anni di uso del PC (di
    > cui 7 connesso ad internet) non sono mai
    > stato danneggiato da nessun virus.
    > Una firewall free, eventualmente un
    > antivirus, ma soprattutto tanto buon senso,
    > e sei al sicuro....


    Sono daccordo, anche io non ho mai preso un virus nonostante abbia un antivirus solo da un anno, è nell'insieme delle affermazioni che criticavo l'autore del primo post il quale proponeva frasi fatte e banalità (a mio avviso) tipiche dei discorsi da lamerozzi adolescenti. Nel mezzo ci stava anche una verità ma che non è di facile applicazione per tutti quegli utenti "domestici" che di cultura informatica ne hanno assai poca (ed è anche giusto così).
    non+autenticato
  • Tu sei tutto fuori.
    non+autenticato
  • Bellino! Mi piace il tuo pensiero, lo sai? Sono proprio d'accordo con te!

    Se io ti sparassi alla schiena e tu morissi, di chi e' la colpa?

    TUA, pirla, devi sempre andare con il giubbottino antiproiettile perché tu hai l'obbligo di proteggerti e investire il tuo tempo e soldi a creare protezioni, mentre io ho il diritto di sparare a chi mi pare.

    Domani ci si vede, Artista, e non dovrai frignare, altrimenti potresti diventare due volte tanto ipocrita. Sorride

    non+autenticato
  • Avete ragione tutti, l'ignoranza in questo campo genera dei veri e propri "mostri" intesi come situazioni e come utonti.
    Vorrei però far notare a tutti quelli che lavorano come tecnici informatici che senza l'utonto non si potrebbe campare.
    Certo, ogni volta che mi chiamano per sistemare un pc infetto spiego sempre all'utente le regole per difendersi. Ma è anche vero che grazie alla sua sbadataggine mi pago la cena.
    Non per giustificare i virus però.
    E' quasi come se le automibili non si rompessero mai. Che farebbero i meccanici?

    Ciao a tutti.

    ZioPepe
    non+autenticato
  • > sono solo dei grandi ipocriti ... lo
    > scrivere software dovrebbe essere trattato
    > come arte e liberta' di parola !!!
    Sì anche scrivere un software che manda in fumo milioni di euro di lavoro?...
    Guarda che puoi dire quello che ti pare, ma poi DEVI assumerti la responsabilità di quello che dici!...

    > > invece di mettere in carcere gli scrittori
    > perche' non mettono in carcere la gente che
    > clicca clicca o quelli che scrivono software
    > troppo poco testato e con troppi bachi ???
    > capisco che il virus potrebbe avere
    > finalita' maliziose,
    "potrebbe"?!?!?!?
    Ma dico, in che mondo vivi? Quando sei uscito dalla caverna!?!?

    > ma se esiste gente come
    > me che non ne ha mai presi, vuole dire che
    > troppa ignoranza in un certo campo esiste
    E che significa, che chi si becca un virus è un coglione o peggio deve andare in galera?...

    >> e poi come definiamo un virus ??? un
    > software che fa cose che ni non sappiamo e
    > molte volte che non vogliamo che faccia ???,
    > all'ora la connessione rsa di windows update
    > che manda il report su tutto il software
    > della macchina, o altri programmi che fanno
    > cose che non vogliamo, perche' non vengono
    > classificati virus ed arrestati i loro
    > scrittori ???
    Quello che dici tu potrà fare la spia, ma di certo non ti cancella i dati della macchina, non ti fa perdere tempo e non ti fa perdere soldi...

    Una curiosità: ma a te dopo il blackout te l'hanno riattacata la corrente... al cervello?!?
    Hmmmm... da questo tuo post mi sa tanto di no...
    Max
    non+autenticato
  • Devi svilupparti quanto prima.
    non+autenticato