Il più grande ring pornopedofilo

Impressiona non solo per i contenuti ma anche per l'ampiezza l'indagine internazionale che ha portato ad individuare decine di migliaia di sospetti in 166 diversi paesi

Roma - L'uso di internet di certo facilita lo scambio e il commercio di immagini di pornografia infantile ma è proprio internet che ha consentito ad un nucleo specializzato di investigatori tedeschi di dare vita alla più vasta indagine contro questo drammatico fenomeno.

Stando alle notizie pervenute dalla Germania in questi giorni, infatti, un'attenta analisi dello smercio che avveniva online di questo genere di materiali ha condotto all'individuazione di 26.500 persone che a vario titolo sono entrate in contatto con quelle immagini. Un numero impressionante di indagati che risiede in un numero ancora più impressionante di paesi: 166.

Per il momento, comunque, il grosso dell'indagine si è concentrato, com'è comprensibile, sugli "animatori" di questo giro di materiali pornopedofili, centinaia dei quali sono tedeschi. Stando alla polizia tedesca, nel corso dell'ultima settimana sono state perquisite più di 500 abitazioni e sequestrati quasi 6mila video di materiali illegali, più di 8mila dischetti, 35.500 CD contenenti immagini e centinaia di personal computer.
Non è ancora del tutto chiaro, ad ogni modo, attraverso quali mezzi operasse il ring pornopedofilo, sebbene gli investigatori abbiano fatto riferimento, nelle poche dichiarazioni rilasciate in merito, alle reti di scambio e condivisione dei file.

Va da sé che, coinvolgendo un numero così alto di paesi, l'indagine nelle prossime settimane si allargherà con l'Interpol al di fuori dell'Unione Europea, con la collaborazione delle polizie dei paesi più attenti a reprimere questo fenomeno. All'interno della UE il coordinamento tra le diverse polizie è invece da tempo operativo anche in questa occasione.
TAG: cybercops
67 Commenti alla Notizia Il più grande ring pornopedofilo
Ordina
  • Fottuta paura, e' solo questo, paura delle ombre, paura di qualcosa che non c'e', non come lo si dipinge almeno.
    Ne sono arciconvinto perche' non credo che oggi ci siano piu' pedofili rispetto a 10 anni fa, non ci credo proprio. Eppure oggi c'e' questa fobia dilagante, 10 anni fa il problema non lo si avvertiva e si applicavano leggi magari piu' corrette di quelle odierne che possono diventare sempre piu' forcaiole dietro la spinta irrazionale di gente che da' la caccia alle streghe.
    Un episodio interessante.
    Letto su Topolino, un bambino scrive dicendo di aver visto un vecchio Topolino con annunci di scambi di corrispondenza fra ragazzini e chiede perche' non lo facciano anche adesso. La redazione risponde con tatto ma fa capire che ci sono dei pericoli.
    10 anni fa quei pericoli non c'erano o erano in misura minore? Oggi ci sono piu' pedofili che 10 anni fa?
    Io non-ci-cre-do.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    Oggi ci sono piu' pedofili
    > che 10 anni fa?
    > Io non-ci-cre-do.

    non è che sono di più, ma i mezzi di comunicazione sono più potenti di prima ed usandoli possono fare molto più male di prima
    non+autenticato

  • - Scritto da: max59
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > Oggi ci sono piu' pedofili
    > > che 10 anni fa?
    > > Io non-ci-cre-do.
    >
    > non è che sono di più, ma i mezzi di
    > comunicazione sono più potenti di prima ed
    > usandoli possono fare molto più male di
    > prima

    No è che si è smesso di avere pudori eccessivi e si è cominciato a denunciare, idem con gli stupri, un tempo era difficile che venissero denuciati. Ovviamente i mezzi di comunicazione sempre più potenti permettono di sapere nel paesino sulle montagne del Cilento che in paesino delle Marche (giusto per fare un esempio) un bambino è stato ucciso da un pedofilo e questo da' l'impressione di un fenomeno dilagante.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: max59
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > Oggi ci sono piu' pedofili
    > > > che 10 anni fa?
    > > > Io non-ci-cre-do.
    > >
    > > non è che sono di più, ma i mezzi di
    > > comunicazione sono più potenti di prima
    > ed
    > > usandoli possono fare molto più male di
    > > prima
    >
    > No è che si è smesso di avere pudori
    > eccessivi e si è cominciato a denunciare,
    > idem con gli stupri, un tempo era difficile
    > che venissero denuciati. Ovviamente i mezzi
    > di comunicazione sempre più potenti
    > permettono di sapere nel paesino sulle
    > montagne del Cilento che in paesino delle
    > Marche (giusto per fare un esempio) un
    > bambino è stato ucciso da un pedofilo e
    > questo da' l'impressione di un fenomeno
    > dilagante.

    da solo l'impressione?io penso che i fatti dicano il contrario

  • - Scritto da: Anonimo
    > Fottuta paura, e' solo questo, paura delle
    > ombre, paura di qualcosa che non c'e', non
    > come lo si dipinge almeno.
    > Ne sono arciconvinto perche' non credo che
    > oggi ci siano piu' pedofili rispetto a 10
    > anni fa, non ci credo proprio. Eppure oggi
    > c'e' questa fobia dilagante, 10 anni fa il
    > problema non lo si avvertiva e si
    > applicavano leggi magari piu' corrette di
    > quelle odierne che possono diventare sempre
    > piu' forcaiole dietro la spinta irrazionale
    > di gente che da' la caccia alle streghe.
    > Un episodio interessante.
    > Letto su Topolino, un bambino scrive dicendo
    > di aver visto un vecchio Topolino con
    > annunci di scambi di corrispondenza fra
    > ragazzini e chiede perche' non lo facciano
    > anche adesso. La redazione risponde con
    > tatto ma fa capire che ci sono dei pericoli.
    > 10 anni fa quei pericoli non c'erano o erano
    > in misura minore? Oggi ci sono piu' pedofili
    > che 10 anni fa?
    > Io non-ci-cre-do.
    che tu ci creda o no cambia poco
  • Penso che nessuna legge o punizione cancellera' il fenomeno
    xke' in fondo e' insito dentro all'uomo....ora e' cambiata la moralita' e si condanna cio' che i ns antenati (greci,romani),consideravano "normalita' "
    .ovviamente sono esclusi i casi di costrizione,violenza. o speculazione.ma purtroppo che si voglia o no
    la pedofilia e' una deviziazione sessuale come ce ne sono
    tante altre....e quindi suscettibile a critiche,,,,
    questo e' obiettivo x quanto uno si schifi davanti alle immagini
    ..deve fermarsi a riflettere che nessun carcere,cura chimica o altro potra' fermare un fenomeno che con internet e' venuto alla luce...ma che in fondo era presente da sempre nel sommerso......dato che non stiam parlando di poche unita...
    ma ormai di migliaia e migliaia di casi...che in pochi anni arriveranno a milioni in tutto il mondo.l'unica cosa e' rieducare dalle prossime generazioni.xke' quando vedi che ormai l'eta del primo rapporto sessuale si abbassa....che a 14 15 anni ormai sono navigate piu di internet..questo deve fare riflettere....
    non+autenticato

  • giusto per informazione, si parla di pedofilia in caso di rapporti con bambini di eta' compresa tra 0 e 12 anni. nel caso di eta' compresa tra 12 anni e 18 il reato non è pedofilia ma violenza carnale in quanto si parte dal presupposto che il minore non sia consapevole e quindi consenziente.

    - Scritto da: Anonimo
    > Penso che nessuna legge o punizione
    > cancellera' il fenomeno
    > xke' in fondo e' insito dentro
    > all'uomo....ora e' cambiata la moralita' e
    > si condanna cio' che i ns antenati
    > (greci,romani),consideravano "normalita' "
    > .ovviamente sono esclusi i casi di
    > costrizione,violenza. o speculazione.ma
    > purtroppo che si voglia o no
    > la pedofilia e' una deviziazione sessuale
    > come ce ne sono
    > tante altre....e quindi suscettibile a
    > critiche,,,,
    > questo e' obiettivo x quanto uno si schifi
    > davanti alle immagini
    > ..deve fermarsi a riflettere che nessun
    > carcere,cura chimica o altro potra' fermare
    > un fenomeno che con internet e' venuto alla
    > luce...ma che in fondo era presente da
    > sempre nel sommerso......dato che non stiam
    > parlando di poche unita...
    > ma ormai di migliaia e migliaia di
    > casi...che in pochi anni arriveranno a
    > milioni in tutto il mondo.l'unica cosa e'
    > rieducare dalle prossime generazioni.xke'
    > quando vedi che ormai l'eta del primo
    > rapporto sessuale si abbassa....che a 14 15
    > anni ormai sono navigate piu di
    > internet..questo deve fare riflettere....
    non+autenticato
  • No, affatto! x pedofilia si intente rapporti sessuali con minori da 0 a 17 e 11 mesi e manca un'ora ai 18
    Poi il reato è meno grave la pedofilia è anche scambiare foto con ritratta una ragazzina di 15-16 anni in atti sessuali!

    > giusto per informazione, si parla di
    > pedofilia in caso di rapporti con bambini di
    > eta' compresa tra 0 e 12 anni. nel caso di
    > eta' compresa tra 12 anni e 18 il reato non
    > è pedofilia ma violenza carnale in quanto si
    > parte dal presupposto che il minore non sia
    > consapevole e quindi consenziente.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > No, affatto! x pedofilia si intente rapporti
    > sessuali con minori da 0 a 17 e 11 mesi e
    > manca un'ora ai 18
    > Poi il reato è meno grave la pedofilia è
    > anche scambiare foto con ritratta una
    > ragazzina di 15-16 anni in atti sessuali!

    la disinformazione fa mailissimo, accidenti.
    si parla di rapporti pedofili con i minori di anni 14 (in olanda coi minori di anni 12). oltre 1 14 non si parla affatto di violenza carnale ma il minore può tranquillamente dichiarare il suo consenso.
    per quanto riguarda la pornografia bisogna essere maggiorenne per girare un film porno (ma anche per posare nudi in un fil normale o servizio fotografico ci vuole la firma dei genitori)
    ed è quindi illegale vendere comprare o detenere pornografia con minorenni, anche 17enni. questo è quanto!

  • Io vedo l'intero problema da genitore prima che da isp e onestamente in queste notizie vedo più il desiderio delle autorità di rassicurare l'opinione pubblica piuttosto che una seria lotta al problema che costerebbe cifre notevoli e molta fatica.
    Il punto è che chi ha visitato questi siti appartiene a tre macrocategorie
    1) quelli che sentendo parlare del problema ci sono andati per vedere di cosa si tratta. Internet ha infatti il grande merito di aver mostrato a tutti senza veli cosa è la pedofilia. Ricordo che in passato (molto prima di Internet) per un italiano arrestato negli USA con accuse orrende si raccolsero le firme ritenendo impossibile la veridicità di quelle accuse.
    Personalmente io penso che visto che oltre l'80% degli abusi sui minori avviene in famiglia o con la complicità della famiglia o all'interno del quartiere, invitare i genitori a visitare questi siti sarebbe una cosa istruttiva allo stesso modo in cui si invita la gente a visitare i campi di concentramento. Magari dei genitori consapevoli saranno meno vulnerabili e più attenti.

    2) quelli che hanno delle fantasie perverse ma che ancora non hanno varcato o non varcheranno il limite tra la fantasia e la realtà. Per questi io non credo sia utile sbatterli in prima pagina e tantomeno arrestarli, infatti la pena per il reato
    prevede una breve reclusione, finita la quale torneranno in libertà probabilmente ormai pronti a varcare il limite tra fantasia e realtà.
    Per questa tipologia di persone io ritengo più utile, anche se molto costoso, obbligarli ad un periodo di assistenza psicologica e tenerli ovviamente d'occhio in maniera discreta ma puntuale. Capisco che sia più semplice ed economico sbatterli in prima pagina, farlgi fare qualche giorno di galera e poi abbandonarli a se stessi ma personalmente non ritengo questa la strada giusta.

    3) quelli incalliti che hanno già procedimenti penali o comunque non trarrebbero alcun giovamento dalle cure psicologiche. Anche per questi fargli fare qualche mese di galera serve a poco, bisogna tenerli d'occhio e tenerli in galera o in una struttura dove non possono fare male a nessuno più tempo possibile.
    non+autenticato
  • Numero uno, il concentrarsi di queste indagini solo a senso unico e mai sul territorio e' scandaloso. In questa maniera si perseguono e si incarcerano segaioli davanti al video mentre chi ABUSA e STUPRA i bambini per davvero, nel mondo reale, e' libero e tranquillo probabilmente anche piu' di prima!!

    Numero due, cercate siti di teen e modelle tramite i motori di ricerca, io l'ho fatto. Cercate abbastanza e vi capitera' senza alcun dubbio di incontrare siti con scambi di finestre popup che si aprono automaticamente anche con siti con pedopornografia e anche con siti di toplist di siti con pedopornografia. Queste ultime pagine in particolare hanno la caratteristica di posizionarsi sotto la finestra che si sta guardando e di caricare magari 50 banner con adsl in 30 secondi da 50 siti diversi tutti piu' o meno con materiale pedopornografico. A me e' successo purtroppo. Il mio ip sara' finito chissa' dove senza la mia volonta'. Adesso rischio indagini sequestri processi e sputtanamento totale per colpa di una cazzo di pagina di banner ma anche per colpa della polizia che non capisce niente e cerca solo polli da sbattere in galera, colpevoli o no, pur di fare bella figura sui giornali.

    Che schifo.
    non+autenticato
  • Bè la galera per il reato che hai descritto non è prevista ma prova a pensare i mila euro necessari per pagare le multe e le spese legali!
    E per cosa poi?! per aver accidentalmente caricato con il proprio ip una pagina pedofila, e sapete quanto sono invasivi i pop up, mica sempre vuoi aprire cio' che si apre!
    Intanto vengono, ti perquisiscono te e la casa, sequestrano e poi ti dicono, no ci scusi, ci siamo sbagliati, amici come prima?
    Tu di nuovo pulito, ma intanto indagato per il cazzo per una cosa così umiliante e meschina come questo reato schifoso.
    Odio i pedofili x avermi fatto conoscere questa spiacevole situazione.

    - Scritto da: Anonimo
    > Numero uno, il concentrarsi di queste
    > indagini solo a senso unico e mai sul
    > territorio e' scandaloso. In questa maniera
    > si perseguono e si incarcerano segaioli
    > davanti al video mentre chi ABUSA e STUPRA i
    > bambini per davvero, nel mondo reale, e'
    > libero e tranquillo probabilmente anche piu'
    > di prima!!
    >
    > Numero due, cercate siti di teen e modelle
    > tramite i motori di ricerca, io l'ho fatto.
    > Cercate abbastanza e vi capitera' senza
    > alcun dubbio di incontrare siti con scambi
    > di finestre popup che si aprono
    > automaticamente anche con siti con
    > pedopornografia e anche con siti di toplist
    > di siti con pedopornografia. Queste ultime
    > pagine in particolare hanno la
    > caratteristica di posizionarsi sotto la
    > finestra che si sta guardando e di caricare
    > magari 50 banner con adsl in 30 secondi da
    > 50 siti diversi tutti piu' o meno con
    > materiale pedopornografico. A me e' successo
    > purtroppo. Il mio ip sara' finito chissa'
    > dove senza la mia volonta'. Adesso rischio
    > indagini sequestri processi e sputtanamento
    > totale per colpa di una cazzo di pagina di
    > banner ma anche per colpa della polizia che
    > non capisce niente e cerca solo polli da
    > sbattere in galera, colpevoli o no, pur di
    > fare bella figura sui giornali.
    >
    > Che schifo.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Adesso rischio indagini sequestri processi
    > e sputtanamento totale per colpa di una
    > pagina di banner


    anzitutto denuncerei alla polizia postale questi siti che davanti mostrano modelle e poi ti inviano ai siti criminali

    ma se proprio vuoi farti solo gli affari tuoi almeno falli bene
    vuotando a fine giornata la cartella dei file temporanei

    non+autenticato
  • Si lo sai vero che anche cancellando i file non li cancelli veramente ma li nascondi solo vero?
    Che con il programma che usano alla ppostale tirano fuori le cose cancellate?
    Ah ecco, sara' bene ke tu lo sappia;)
    - Scritto da: max59
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Adesso rischio indagini sequestri processi
    > > e sputtanamento totale per colpa di una
    > > pagina di banner
    >
    >
    > anzitutto denuncerei alla polizia postale
    > questi siti che davanti mostrano modelle e
    > poi ti inviano ai siti criminali
    >
    > ma se proprio vuoi farti solo gli affari
    > tuoi almeno falli bene
    > vuotando a fine giornata la cartella dei
    > file temporanei
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Si lo sai vero che anche cancellando i file
    > non li cancelli veramente ma li nascondi
    > solo vero?
    > Che con il programma che usano alla ppostale
    > tirano fuori le cose cancellate?
    > Ah ecco, sara' bene ke tu lo sappia;)

    se è così allora denuncio subito alla postale il sito balordo,

    invece di passare i guai per conto terzi...Occhiolino
    non+autenticato
  • è cio' che ho fatto, la perquisizione e l'indagine è iniziata perkè è partita da roma e per problemi di organizzazione tra le procure è andata avanti anche se la pol postale della mia citta' era consapevole della mia innocenza ha dovuto cmq eseguire gli ordini

    - Scritto da: max59
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Si lo sai vero che anche cancellando i
    > file
    > > non li cancelli veramente ma li nascondi
    > > solo vero?
    > > Che con il programma che usano alla
    > ppostale
    > > tirano fuori le cose cancellate?
    > > Ah ecco, sara' bene ke tu lo sappia;)
    >
    > se è così allora denuncio subito alla
    > postale il sito balordo,
    >
    > invece di passare i guai per conto terzi...
    > Occhiolino
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > è cio' che ho fatto, la perquisizione e
    > l'indagine è iniziata perkè è partita da
    > roma e per problemi di organizzazione tra le
    > procure è andata avanti anche se la pol
    > postale della mia citta' era consapevole
    > della mia innocenza ha dovuto cmq eseguire
    > gli ordini
    >
    > - Scritto da: max59
    > >
    > > denuncio subito alla
    > > postale il sito balordo,
    > >
    > > invece di passare i guai per conto
    > terzi...
    > > Occhiolino

    mettendo un firewall almeno si dimostra la buona fede

    limita la libertà, ma aiuta a stare tranquilli

    e comunque

    auguri di uscire subito dai guai
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Numero uno, il concentrarsi di queste
    > indagini solo a senso unico e mai sul
    > territorio e' scandaloso. In questa maniera
    > si perseguono e si incarcerano segaioli
    > davanti al video mentre chi ABUSA e STUPRA i
    > bambini per davvero, nel mondo reale, e'
    > libero e tranquillo probabilmente anche piu'
    > di prima!!
    >
    > Numero due, cercate siti di teen e modelle
    > tramite i motori di ricerca, io l'ho fatto.
    > Cercate abbastanza e vi capitera' senza
    > alcun dubbio di incontrare siti con scambi
    > di finestre popup che si aprono
    > automaticamente anche con siti con
    > pedopornografia e anche con siti di toplist
    > di siti con pedopornografia. Queste ultime
    > pagine in particolare hanno la
    > caratteristica di posizionarsi sotto la
    > finestra che si sta guardando e di caricare
    > magari 50 banner con adsl in 30 secondi da
    > 50 siti diversi tutti piu' o meno con
    > materiale pedopornografico. A me e' successo
    > purtroppo. Il mio ip sara' finito chissa'
    > dove senza la mia volonta'. Adesso rischio
    > indagini sequestri processi e sputtanamento
    > totale per colpa di una cazzo di pagina di
    > banner ma anche per colpa della polizia che
    > non capisce niente e cerca solo polli da
    > sbattere in galera, colpevoli o no, pur di
    > fare bella figura sui giornali.
    >
    > Che schifo.


    guarda che non è che se trovi uno di questi siti e vedi cosa c'è rischi qualcosa di grave, le indagini riguardano principalmente chi si SCAMBIA materiale di questo tipo, ad esempio via e-mail.... quello che ti è successo sarà capitato a moltissime persone, ma non è che tutti abbiano avuto conseguenze ; chi fa le indagini sa distinguere chi capita in siti di questo tipo per finestrelle pop-up da chi ci va in continuazione e scarica materiale...
    non+autenticato
  • E' questo il punto, sa distinguere solo dopo averti INDAGATO, SEQUESTRATO IL PC, PERQUISITO, fatto pagare le spese dell'avvocato anche se sei innocente e ti rimane la scritta INDAGATO per reati contro la pedofilia....
    e uno ha solo navigato!

    - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Numero uno, il concentrarsi di queste
    > > indagini solo a senso unico e mai sul
    > > territorio e' scandaloso. In questa
    > maniera
    > > si perseguono e si incarcerano segaioli
    > > davanti al video mentre chi ABUSA e
    > STUPRA i
    > > bambini per davvero, nel mondo reale, e'
    > > libero e tranquillo probabilmente anche
    > piu'
    > > di prima!!
    > >
    > > Numero due, cercate siti di teen e modelle
    > > tramite i motori di ricerca, io l'ho
    > fatto.
    > > Cercate abbastanza e vi capitera' senza
    > > alcun dubbio di incontrare siti con scambi
    > > di finestre popup che si aprono
    > > automaticamente anche con siti con
    > > pedopornografia e anche con siti di
    > toplist
    > > di siti con pedopornografia. Queste ultime
    > > pagine in particolare hanno la
    > > caratteristica di posizionarsi sotto la
    > > finestra che si sta guardando e di
    > caricare
    > > magari 50 banner con adsl in 30 secondi da
    > > 50 siti diversi tutti piu' o meno con
    > > materiale pedopornografico. A me e'
    > successo
    > > purtroppo. Il mio ip sara' finito chissa'
    > > dove senza la mia volonta'. Adesso rischio
    > > indagini sequestri processi e
    > sputtanamento
    > > totale per colpa di una cazzo di pagina di
    > > banner ma anche per colpa della polizia
    > che
    > > non capisce niente e cerca solo polli da
    > > sbattere in galera, colpevoli o no, pur di
    > > fare bella figura sui giornali.
    > >
    > > Che schifo.
    >
    >
    > guarda che non è che se trovi uno di questi
    > siti e vedi cosa c'è rischi qualcosa di
    > grave, le indagini riguardano principalmente
    > chi si SCAMBIA materiale di questo tipo, ad
    > esempio via e-mail.... quello che ti è
    > successo sarà capitato a moltissime persone,
    > ma non è che tutti abbiano avuto conseguenze
    > ; chi fa le indagini sa distinguere chi
    > capita in siti di questo tipo per
    > finestrelle pop-up da chi ci va in
    > continuazione e scarica materiale...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > E' questo il punto, sa distinguere solo dopo
    > averti INDAGATO, SEQUESTRATO IL PC,
    > PERQUISITO, fatto pagare le spese
    > dell'avvocato anche se sei innocente e ti
    > rimane la scritta INDAGATO per reati contro
    > la pedofilia....
    > e uno ha solo navigato!
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > > Numero uno, il concentrarsi di queste
    > > > indagini solo a senso unico e mai sul
    > > > territorio e' scandaloso. In questa
    > > maniera
    > > > si perseguono e si incarcerano segaioli
    > > > davanti al video mentre chi ABUSA e
    > > STUPRA i
    > > > bambini per davvero, nel mondo reale,
    > e'
    > > > libero e tranquillo probabilmente anche
    > > piu'
    > > > di prima!!
    > > >
    > > > Numero due, cercate siti di teen e
    > modelle
    > > > tramite i motori di ricerca, io l'ho
    > > fatto.
    > > > Cercate abbastanza e vi capitera' senza
    > > > alcun dubbio di incontrare siti con
    > scambi
    > > > di finestre popup che si aprono
    > > > automaticamente anche con siti con
    > > > pedopornografia e anche con siti di
    > > toplist
    > > > di siti con pedopornografia. Queste
    > ultime
    > > > pagine in particolare hanno la
    > > > caratteristica di posizionarsi sotto la
    > > > finestra che si sta guardando e di
    > > caricare
    > > > magari 50 banner con adsl in 30
    > secondi da
    > > > 50 siti diversi tutti piu' o meno con
    > > > materiale pedopornografico. A me e'
    > > successo
    > > > purtroppo. Il mio ip sara' finito
    > chissa'
    > > > dove senza la mia volonta'. Adesso
    > rischio
    > > > indagini sequestri processi e
    > > sputtanamento
    > > > totale per colpa di una cazzo di
    > pagina di
    > > > banner ma anche per colpa della polizia
    > > che
    > > > non capisce niente e cerca solo polli
    > da
    > > > sbattere in galera, colpevoli o no,
    > pur di
    > > > fare bella figura sui giornali.
    > > >
    > > > Che schifo.
    > >
    > >
    > > guarda che non è che se trovi uno di
    > questi
    > > siti e vedi cosa c'è rischi qualcosa di
    > > grave, le indagini riguardano
    > principalmente
    > > chi si SCAMBIA materiale di questo tipo,
    > ad
    > > esempio via e-mail.... quello che ti è
    > > successo sarà capitato a moltissime
    > persone,
    > > ma non è che tutti abbiano avuto
    > conseguenze
    > > ; chi fa le indagini sa distinguere chi
    > > capita in siti di questo tipo per
    > > finestrelle pop-up da chi ci va in
    > > continuazione e scarica materiale...

    purtroppo lo sputtanamento è 'opera' dei mezzi di informazione, che facendo leva sulla poca conoscenza di internet della gente , sguazzano nella melma più torbida vendendo e rivendendo copie delle loro vaccate.

    come dimenticare il sig. Feltri che qualche anno fa ha pubblicato nomi e cognomi ?

    diciamocelo chiaramente, i media vendono di più queste notizie perchè la gente è cattiva, maligna e ignorante.

    non+autenticato

  • >
    > diciamocelo chiaramente, i media vendono di
    > più queste notizie perchè la gente è
    > cattiva, maligna e ignorante.
    >

    Ti assicuro che senza tirare in ballo i giornalisti il passa parola dei vicini è molto più devastante....
    non+autenticato
  • ma se arrivano i pedofili allora ci sono proteste ?
    Ma molti qui nel forum difendono a spada tratta il p2p e la privacy degli utilizzatori. qundo la RIAA cerca di identificare chi carica musica in grandi quantità si inneggia alla liberta degli scambisti, non capite che i pedofili si avvantaggiano proprio delle campagne per la libertà totale da ogni forma di controllo della rete ?
    Se leggete i giornali tedeschi il p2p era invaso da immagini pedofile.
    Sicuramente non va criminalizzato il p2p ma...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Se leggete i giornali tedeschi il p2p era
    > invaso da immagini pedofile.
    > Sicuramente non va criminalizzato il p2p
    > ma...

    Il P2P è una tecnologia, come l'FTP.

    Non costituisce reato di per sé: solo ciò che propaga è sub judice.

    inoltre distinguiamo tra lo scroccare una musica, reato civile, e pedofilia, reato penale


    non+autenticato
  • E distinguiamo anche tra il fregare qualche spicciolo a gente impaccata di soldi e il sostenere la violenza sui bambini. Al di là della riconduzione delle azioni a fattispecie legali, non credo che socialmente possano essere poste allo stesso livello.

    Saluti,
    Piwi
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)