Cristina Sciannamblo

UK, i giudici puniscono l'ambiguità di Apple

La giustizia britannica ha condannato la Mela al pagamento delle spese legali spettanti a Samsung. Una punizione per le pratiche scorrette adottate dall'azienda di Cupertino. Che ora pubblica in primo piano le scuse ufficiali

Roma - Sembra non conoscere tregua la disputa a suon di sentenze e ordinanze che vede contrapposte la giustizia britannica e Apple: Cupertino dovrà pagare le spese legali di Samsung dopo aver pubblicato un comunicato "falso e ingannevole" a proposito della causa giudiziaria sui brevetti di iPad. È quanto stabilito dalla Corte d'Appello dell'Inghilterra e del Galles, che non ha gradito il comportamento ambiguo dei vertici della Mela.

La decisione fa riferimento alla nota di scuse che, per ordine della High Court of Justice, Apple avrebbe dovuto pubblicare nei riguardi del concorrente coreano accusato ingiustamente di aver copiato il design del tablet iPad. Una indicazione a cui Cupertino avrebbe risposto con un messaggio ambiguo, poco chiaro.

Un comportamento che non ha incontrato il favore della giustizia d'Albione, la quale ha deciso di punire la condotta scorretta della Mela, disponendo il pagamento delle spese legali dell'avversario in qualità di indennizzo.
Si tratta di una sorta di aggravante prevista dall'ordinamento giuridico britannico e non da quello statunitense. Apple ha quindi proceduto anche alla rimozione dal proprio sito del codice JavaScript che occultava la nota di scuse nei confronti di Samsung indipendentemente dalla risoluzione dello schermo. (C.S.)
Notizie collegate
26 Commenti alla Notizia UK, i giudici puniscono l'ambiguità di Apple
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)