Libri digitali con l'aspirapolvere

Da Google, uno scanner capace di voltare le pagine automaticamente

Quando i dipendenti di una azienda sono ben stimolati la loro produttività aumenta notevolmente. A tal proposito Google sembra aver scoperto la chiave del successo. Il colosso di Mountain View, infatti, ha deciso di "regalare" ai dipendenti il 20 per cento del proprio tempo lavorativo allo scopo di perseguire progetti personali direttamente in azienda. Ed è proprio durante questi momenti che l'ingegnere Dany Qumsiyeh, impiegato del dipartimento Google Books, ha progettato un scanner per libri in grado di funzionare in piena autonomia.

GoogleBookScanner


Il dispositivo è costituito da un corpo in metallo, sul cui piano alloggerà il libro, da una circuiteria interna e da un semplicissimo aspirapolvere impiegato allo scopo di isolare le singole pagine del libro. Uno scanner interno effettuerà la scansione fronte-retro di tutte le pagine. I tempi, al contrario di quanto si possa pensare, sono piuttosto contenuti: un libro da circa 1000 pagine richiede un tempo di 90 minuti e sono richiesti solo 40 secondi iniziali di preparazione.
Book Scanner è un progetto completamente open source. Pertanto, chiunque voglia cimentarsi nella costruzione può farlo seguendo istruzioni e video pubblicati dall'ideatore. Bisogna però tener presente che l'implementazione richiede un budget da 1500 dollari.

Il sistema attualmente è solo un prototipo, ma essendo open source, gli utilizzatori interessati potranno apportare ben presto dei miglioramenti sia dal punto di vista funzionale sia dal punto di vista del design.



(via The Verge)
TAG: gadget
2 Commenti alla Notizia Libri digitali con l'aspirapolvere
Ordina