USA, fuori il P2P dallo Stato

Una commissione del Congresso decide che utilizzare i software peer-to-peer sui sistemi della pubblica amministrazione è cosa sbagliata e pericolosa

Washington (USA) - Il peer-to-peer molto presto potrebbe definitivamente uscire dai computer della pubblica amministrazione statunitense. Lo prevede una proposta di legge approvata da una Commissione della Camera dei Rappresentanti di Washington, secondo cui è necessario che i dipendenti pubblici vengano scoraggiati dall'utilizzare i sistemi di condivisione dei file.

In sostanza, il "Government Network Security Act of 2003", chiede ai dipartimenti federali di prendere tutti i necessari provvedimenti affinché cessino gli scambi sul P2P, ritenuti pericolosi per la sicurezza dei network pubblici.

Non è la prima volta che il Congresso si occupa della questione ma il veloce dibattito e l'altrettanto rapida approvazione del provvedimento fanno intravvedere tempi brevi per la trasformazione della proposta in una legge. In passato, il Congresso aveva chiesto agli organi dirigenziali della PA americana di implementare sistemi di firewall e antivirus per proteggere le strutture informatiche, con un esplicito riferimento al file sharing.
Va detto che il testo approvato non se la prende con il P2P in quanto veicolo di materiali protetti da diritto d'autore, come musica, film o software, ma perché l'uso poco accorto dello strumento può provocare l'accesso di virus, l'installazione di trojan e, in generale, può tenere aperte le porte di computer di interesse pubblico. Il timore è che dati riservati di varia natura possano essere messi a rischio.
TAG: censura
6 Commenti alla Notizia USA, fuori il P2P dallo Stato
Ordina
  • I dipendenti pubblici dovrebbero evitare di cazzeggiare tutto il giorno, benche' abbiano il culo parato dal sindacato e siano autorizzati a spillare soldi ai contribuenti.
    non+autenticato
  • Qualcuno mi spiega per favore come si fa a non usare software peer to peer su una rete (internet) che e' SOLO peer to peer?

    Internet e' un sistema per connettere endpoints (punti terminali ovvero periferia) qualunque software per internet e' un sistema peer to peer e gli endpoints decidono in modo indipendente cosa dirsi come dirselo e quando dirselo!

    Ma questi hanno un cervello e trollano semplicemente in forma "legislativa"? A bocca aperta
    non+autenticato


  • > Ma questi hanno un cervello e trollano
    > semplicemente in forma "legislativa"? A bocca aperta

    A me sembra che il cervello non ce lo abbia te, mi sembra chiaro che si parla di sw p2p del tipo di kazaa, gnutella e compagnia bella !

    Poi anche io sono a favore del p2p, ma non in certi ambienti !
    non+autenticato

  • Le persone non competenti (nel senso che non è il loro mestiere l'informatica) non devono utilizzare software NON STANDARD sul pc dell'uffico, altrimenti la sicurezza va a farsi benedire !

    Certo, la colpa di questa situazione è fondamentalmente del sistema operativo microsoft che è un colabrodo, ma in ogni caso è bene usare solo software aziendale.
  • ma non solo il p2p: il PC che la gente usa per lavorare non sono del dipendente, e mi sembra giusto che non possa ne debba installarci nulla: p2p, sparamessaggini, icq, e programmilli vari prelevati da Internet e che fanno le cose più disparate, dal tirare scorregge a far finta che il vetro del monitor si rompa.
    purtroppo (e tutti più o meno lo facciamo) l'equivoco nasce dal fatto che
    - il pc in ufficio è identico a quello di casa (anzi in media quello di casa è più potente) e purtroppo spesso con lo stesso sistema operativo
    - scaricare qualunque cosa da Internet è semplicissimo
    - "metto questo dinosaurino al posto del puntatore cosi mi diverto un pò che male c'è"
    - "questo è sicuro, me lo ha detto mio cugino"
    non+autenticato
  • non ho capito se tu sei contro la personalizzazione del desktop ed allo svago oppure se ce l'hai con chi installa tutto quello che arriva in posta...
    mah

    8h di lavoro al giorno sono troppe, cerkiamo di alleviare il nostro dolore di impiegati, programmatori, contabili, etc... come possiamo visto che il governo e gli industriali che detengon il potere bellamente impongono i loro ritmi

    non si vive per lavorare
    Akiro
    1906