Nessun condono al pirata di Hulk

Ha messo a disposizione online una copia del film due settimane prima della release ufficiale: 7mila dollari di multa, sei mesi di arresti domiciliari e tre anni di libertà vigilata

Roma - E' ufficialmente un criminale il 25enne americano Kerry Gonzalez che ha ammesso di aver pubblicato online e messo a disposizione degli utenti internet una copia di lavorazione di Hulk, l'ultimo film blockbuster hollywoodiano.

Un tribunale di New York ha infatti deciso che Gonzalez merita 2mila dollari di multa più altri 5mila dollari che dovranno essere versati come danni alla Universal Pictures. In più l'uomo dovrà scontare sei mesi di arresti domiciliari e, successivamente, tre anni di libertà vigilata.

Secondo il giudice Gerard Lynch, la pubblicazione di film su internet senza il consenso di produttori e distributori costituisce un reato. Un crimine che il tribunale ha equiparato a chi ruba il DVD di un film dagli scaffali di un negozio.
HulkMa è proprio la severità della pena ad essere applaudita dai dirigenti delle major. Secondo Karen Randall, legale di Vivendi Universal Entertainment, infatti, "questa sentenza rappresenta un forte messaggio per chi ruba o abusa del diritto di proprietà intellettuale pubblicando o scaricando da internet". Randall ha poi messo l'accento sul fatto che "Gonzalez ha ammesso la propria colpevolezza per un reato che rimarrà per sempre sulla sua fedina penale e indubbiamente peserà sul resto della sua vita".

Reuters ha anche segnalato una battuta del notissimo Jack Valenti, il capo dell'associazione degli industriali del cinema americano, secondo cui è ora evidente "che ci sono serie e permanenti conseguenze per chi ruba film. Questo dovrebbe anche scalfire il mito secondo cui le attività illegali in internet sono sicure perché si è irrintracciabili".
TAG: mondo
33 Commenti alla Notizia Nessun condono al pirata di Hulk
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 11 discussioni)