Alfonso Maruccia

Google, Chromebook al tocco

Indiscrezioni rivelano l'intenzione di Mountain View di aggiornare i propri Chromebook con uno schermo touch. Il piano sarebbe già in corso e i primi dispositivi dovrebbero planare presto sul mercato

Roma - All'ascesa dei Chromebook cloud-centrici dovrebbe presto aggiungersi un tipo di dispositivi dotati di una nuova funzionalità, vale a dire uno schermo multi-touch: secondo indiscrezioni provenienti direttamente dalla filiera produttiva, Google sarebbe già al lavoro per completare il suo nuovo gadget telematico in tempo per la fine dell'anno.

Il nuovo dispositivo di Mountain View avrebbe uno schermo touch da 12,85 pollici, dicono le indiscrezioni, mentre i partner scelti da Google sarebbero la taiwanese Compal per l'assemblaggio e Wintek per la fornitura di pannelli LCD.

Diversamente dal passato anche recente, questa volta Google avrebbe scelto di non servirsi di produttori esterni (Samsung e Acer nel caso dei Chromebook più recenti) e di mettere in commercio il device con il proprio marchio.
I dispositivi Chromebook non hanno sin qui ottenuto un successo particolarmente significativo, eppure Google è ottimista e ha già ordinato - dicono ancora le indiscrezioni - 20 milioni di unità per una commercializzazione che dovrebbe iniziare già entro la fine di quest'anno.

Sia come sia, i Chromebook touch (Touchbook?) andranno a scontrarsi con un gruppetto di dispositivi che comincia a essere piuttosto affollato: pur senza considerare i tablet privi di tastiera fisica (iPad e Android), i notebook/netbook/ultrabook dotati di schermo multi-touch stanno spuntando come funghi anche grazie alla spiccata vocazione mobile dimostrata da Microsoft.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
5 Commenti alla Notizia Google, Chromebook al tocco
Ordina