Cristina Sciannamblo

USA, crociata di Anonymous contro i guinzagli scolastici

Un sedicente membro del collettivo comunica di aver messo fuori uso il sito della scuola texana che traccia i propri studenti a mezzo RFID. Le autoritÓ scolastiche negano, ma i cracker incalzano

Roma - Una vendetta privata compiuta da un sedicente membro del collettivo Anonymous nei confronti del Northside Independent School District (NISD), di San Antonio, Texas, che ha imposto un sistema di tracciamento RFID ai suoi studenti: da Twitter arriva la conferma del presunto autore dell'attacco al sito del liceo texano.

L'attivista ha cercato di sabotare la pagina Web dell'istituto in seguito alla sospensione della studentessa Andrea Hernandez, protagonista della battaglia condotta contro il progetto Student Locator, che prevede l'adozione della tecnologia Radio Frequency IDentifier per contrastare l'assenteismo scolastico.

Nonostante il sito sembrasse tornato online, l'attaccante si è affrettato a cinguettare un nuovo takedown.
Pasqual Gonzalez, portavoce del NISD, ha negato un attacco informatico da parte di Anonymous, precisando di aver registrato un rallentamento della connessione, ma non il blocco della pagina Web. Nonostante l'apparente tranquillità mostrata dalle autorità scolastiche, un comunicato del collettivo Anonymous avvisa che la battaglia contro il tracciamento RFID degli studenti e per la riammissione di Andrea Hernandez non è finita. (C.S.)
Notizie collegate
3 Commenti alla Notizia USA, crociata di Anonymous contro i guinzagli scolastici
Ordina