ADSL e e-mail, problemi Telecom

Li segnalano molti lettori che ora, dopo la risoluzione dei problemi di 191.it, sono preoccupati per la modifica della policy per l'uso dei server SMTP

Roma - Mi stupisce non poco non trovare, nell'edizione di oggi 30/09/2003 di Punto Informatico, alcun riferimento alla imminente restrizione delle policy di SMTP da parte di Telecom Italia per i clienti ADSL Smart, come si puo' leggere alla URL ufficiale http://info.flexmail.it/.

Cito le ultime righe del comunicato:
"Vi informiamo che la possibilità di invio della posta di altri provider da parte dei server di posta Telecom (..) a causa di potenziali problemi di sicurezza della piattaforma di mail, sarà consentito in misura temporanea, fino a successiva comunicazione."

Sarebbe la prima volta (almeno in Italia) che chi fornisce connettività sia disponibile a consentire l'uso del proprio SMTP server solo per chi utilizza account di posta attivati suoi propri domini e non su altri.
...per non parlare della variazione dell'attuale policy del servizio SMTP che è passato all'autenticazione necessaria senza alcun avviso sul sito ufficiale www.191.it dopo un down del servizio smtp di molte ore.

Marino de Stena
TAG: adsl
197 Commenti alla Notizia ADSL e e-mail, problemi Telecom
Ordina
  • Che ridere...'sta storia della ADSL SMart di Telecom...
    Bisogna per forza autenticarsi per spedire la posta...ah ah a ha ah...niente di più falso.
    La posta parte lo stesso!!!!!

    Ma pensa te...
    Chiamo il numero verde...e mi rispondono che nemmeno loro sanno il perchè...

    Non ho parole.

    Massimo
  • Io si.. :/
    non+autenticato
  • La posta parte lo stesso, è vero, ma quando gli pare! Sia che si usi o non si usi l'autenticazione. Dopo lunghissime telefonate con operatori dell' 800102120, commerciali, tecnici/commerciali, tecnici (?), ecc.. ho finalmente scoperto che nessuno in telecom ne sa nulla! Si parla di " secondo me...", "può darsi...", "da dicembre...", "impossibile, siamo mica impazziti in Telecom...", " info.flexmail.it non è un sito Telecom!", "La denuncio!!!" Insomma la situazione è totalmente confusa ed i miei clienti sono in panne! L'unica vera alternativa è mollare Telecom e tornare ad usare un service provider locale, più caro ma sicuramente più affidabile e raggiungibile.
    "Sembra" che tutte le connessioni Smart migreranno su altra tipologia di contratto da Dicembre (voce tecnico commerciale), che i servizi di Interbusiness non richiedano l'autenticazione su SMTP non erogando servizi diversi dalla connettività (ma la comunicazione su info.flexmail.it sembra dire l'esatto contrario!).
    Insomma il caos totale! Che non potrà che favorire il prossimo sabotatore dei server Telecom!
    non+autenticato
  • non ti fa entrare nemmeno nello spazio ftp se non ti connetti coi loro server
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > non ti fa entrare nemmeno nello spazio ftp
    > se non ti connetti coi loro server

    Quello riguarda degli abbonamenti gratuiti e degli spazi web concessi a titolo gratuito, sui quali imporre delle limitazioni può essere discutibile, ma comunque è un po' difficile storcere il naso.

    Questo invece è un servizio a pagamento, non necessariamente costoso, ma comunque a pagamento. Per giunta si tratta di modifiche effettuate in corsa senza alcun preavviso, non credo proprio che Tiscali possa essere considerata peggiore.
    non+autenticato
  • Lo so che è provocatorio ma reale
    Io mi becco il prossimo Sobig che ha in sè o copia dalla mia rubrica centinaia di mittenti.
    Non essendo comunque autenticato dal server SMTP di TI o di qualsiasi altro provider non riesce ad autospedirsi...
    Fine dei fottuti worms per OE o IE

    Alien3
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Lo so che è provocatorio ma reale
    > Io mi becco il prossimo Sobig che ha in sè o
    > copia dalla mia rubrica centinaia di
    > mittenti.

    1) Se il prossimo virus usa le configurazioni di outlook per capire quale server SMTP deve impegnare, niente di più facile che riesca a capire anche che deve autenticarsi con nome e password.

    2) Se non lo usa, ma ha l'MTA interno, la cosa non lo tange minimamente.

    > Fine dei fottuti worms per OE o IE

    A quando la fine di queste rivelazioni profetiche?
    DPY
    380
  • è che hanno fatto tutto senza avvisare nessuno, non un straccio di informazione. Secondo me questo è molto scorretto.
    Posso ovviare rapidamente a questo tipo di disservizio ma quello che non mi va giù è l'assoluta mancanza di considerazionee per il cliente.
    All' inizio danno informazioni assurde (attacco spammatorio) poi problemi tecnici infine decisione presa per aumentare la sicurezza.
    Facciamo un esempio.
    Sono un professionista con ufficetto e 4 impiegate, sottoscrivo il contratto smart 5 perchè così vado su internet e metto in rete i pc ssenza spese aggiuntive. Come indirizzo e-mail tengo quello che avevo precedentemente, i clienti lo conoscono ed io non ho motivo per cambiare, tutto va bene per mesi.
    Improvvisamente non parte più la posta, che faccio?
    Telefono all'help della Telecom, l'unica cosa che sento è una voce registrata che mi dice di andare a vedere la pagina info.flexmail.it .
    Non ho altre notizie dalla Telecom per giorni.
    Secondo voi è corretto ?
    Io ho avuto problemi solo con 2 sedi staccate dove qualche idiota, per risparmiare (?), aveva sottoscritto due Smart 10. Ho risolto subito dandogli l'indirizzo di un mio server smtp, ma una piccola ditta come faceva ?
  • Il tuo esempio non fa una piega.. La fortuna è che ancora quanto paventa ti non è attuato ma in futuro potra esserlo.. Soluzioni? Il piccolo ufficio deve dotare un pc di smtp. Quello medio potrà anche accollarsi un pc (linux win bsd mac) che faccia da serverino..
    non+autenticato
  • Mah!

    Insomma, se si ha una conoscenza informatica non si ha necessità di essere avvisati poichè quando la posta non parte il problema è il server SMTP e di conseguenza si prendono misure (ad esempio si usa il server SMTP che tutte le versioni di windows ha incluso).

    Chi non ha una conoscenza informatica avrà una assistenza tecnica che gli risolve il problema!

    E' poi non voglio difendere telecom che sicuramente ha tanti difetti ma non è facile avvissare tutti i clienti mentre il proprio server è sotto tiro dagli spammer.

    miki
    non+autenticato
  • > Mah!

    Mah un par di gomitoli di lana..

    > Insomma, se si ha una conoscenza informatica
    > non si ha necessità di essere avvisati
    > poichè quando la posta non parte il problema
    > è il server SMTP e di conseguenza si
    > prendono misure (ad esempio si usa il server
    > SMTP che tutte le versioni di windows ha
    > incluso).

    Si tutti lo sanno.. La mia segretaria, tra l'altro certificata ecdl, ne è a conoscenza.. Potrebbe farmi da assistente.. MA PER CORTESIA certe trollate teniamocele per noi o diciamone di migliori..

    > Chi non ha una conoscenza informatica avrà
    > una assistenza tecnica che gli risolve il
    > problema!

    Mai sentito dire che rispondono solo le segreterie telefoniche? Chiami e ti dicono che c'è un attacco... Chiami e ti rimandono ad un sito... Ma va va vai.......

    > E' poi non voglio difendere telecom che
    > sicuramente ha tanti difetti ma non è facile
    > avvissare tutti i clienti mentre il proprio
    > server è sotto tiro dagli spammer.

    Tu dici? Inviare una email di avviso ai clienti è il minimo indispensabile che si possa fare...

    > miki

    Lavori in TI? O sei un frustratissimo operatore di helpdesk?
    non+autenticato
  • non lavoro a TI e non sono un help desk, sono semplicemente un tecnico informatico che si occupa di servizi internet.

    miki
    non+autenticato
  • Io invece sono un "semplice" responsabile edp che nella sua azienda ha circa una 50ina di utenti. Questi non hanno avuto problemi perchè la posta "gira" in casa con un bel qmail, ma i problemi evidenziati da tutti sono alla luce del giorno.. Il tuo post è anche leggermente offensivo..
    non+autenticato
  • Non esageriamo adesso, io non ho offeso e non voglio offendere nessuno. Sto solo rispondendo a chi posta problemi che in realtà non ci sono.
    non+autenticato
  • > Non esageriamo adesso, io non ho offeso e
    > non voglio offendere nessuno. Sto solo
    > rispondendo a chi posta problemi che in
    > realtà non ci sono.

    I problemi ci sono eccome. Dipende dalle varie realtà. Se Io ho un dominio su xxx che (comunemente) mi indica che per inviare la posta di questo dominio devo usare il server smtp della mia connettività. TI me lo impedisce. Gira e rigira chi ci rimette è l'utente..
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > I problemi ci sono eccome. Dipende dalle
    > varie realtà. Se Io ho un dominio su xxx che
    > (comunemente) mi indica che per inviare la
    > posta di questo dominio devo usare il server
    > smtp della mia connettività. TI me lo
    > impedisce.

    TI non ti può impedire nulla, il tuo dominio xxx puoi usarlo come ti pare, anche per inviare e TI non può impedirtelo.

    TI può solo chiederti di autenticarti sul suo SMTP per inviare, oppure non concederti il suo SMTP per inviare, ma non può mai impedirti di usare il tuo dominio xxx, a meno che non si compra internet con tutti i provider del mondo e i register dei domini.

    Scusa l'esagerazione ma è per rendere meglio l'idea.



    non+autenticato
  • > TI non ti può impedire nulla, il tuo dominio
    > xxx puoi usarlo come ti pare, anche per
    > inviare e TI non può impedirtelo.

    Purtroppo se uso il loro server smtp tra poco non potro farlo, nonostante mi trovi nella loro connessione. E' quello che ha intenzione di fare.. Ma molto più semplicemente anche quando io sia autenticato e nella loro connettivita, per inviare posta dalla mia casella libero@libero.it non lo potrò fare.. Bella trasparenza e convergenza..

    > TI può solo chiederti di autenticarti sul
    > suo SMTP per inviare, oppure non concederti
    > il suo SMTP per inviare, ma non può mai
    > impedirti di usare il tuo dominio xxx, a
    > meno che non si compra internet con tutti i
    > provider del mondo e i register dei domini.

    Vabbeh non vuoi capire...

    > Scusa l'esagerazione ma è per rendere meglio l'idea.

    Che non hai capito il punto..

    Esempio:

    a) ho una casella su libero

    b) ho connettivita smart adsl

    c) uso l'smtp server con l'autenticazione

    inviare posta di quella casella su libero non ne ho la possibilità e questo lo fara...

    Ti è chiaro adesso?
    non+autenticato
  • Fammi capire meglio, tu dici che telecom anche se ti autentichi sul suo SMTP non ti permetterà di inviare una email su una casella di libero? E perchè dovrebbe farlo?

    miki
    non+autenticato
  • Semplicemente chiedono agli abbonati di autenticarsi sul server SMTP. Punto!!!

    Tutto rimane come prima, si può continuare a scaricare la posta del proprio dominio tramite POP3 e continuare ad inviare con SMTP di telecom.

    Se non si vuole inviare con SMTP di telecom potete semplicemente inviare con SMTP di windows sul vostro pc.

    Non capisco tutte queste preoccupazioni!!

    Miki
    non+autenticato
  • ALT! Io difendo la scelta ma la verità è un altra.. TI vuole davvero come dichiara anche sul suo sito, bloccare l'invio di email tramite il suo smtp se non sono domini telecom.. Questo purtroppo è quanto avverrà a quanto mi han detto tra circa 4 o 5 mesi.. Se poi ci sarà un trust come mi han detto non lo so ma si spera..
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ALT! Io difendo la scelta ma la verità è un
    > altra.. TI vuole davvero come dichiara anche
    > sul suo sito, bloccare l'invio di email
    > tramite il suo smtp se non sono domini
    > telecom..

    Ma non esiste, (mi faccio una risata) perchè non è possibile impedire a nessuno di scaricare posta dove si vuole!!!

    I POP3 sono indipendenti.

    Telecom potrebbe fare una cosa del genere solo se fosse proprietario totale di Internet in tutto il mondo, ripeto non della connessione ma di internet.

    non+autenticato
  • Prima di rispondere a vanvera fammi capire meglio.. Si sta parlando di autenticazione smtp e invio posta, e tu mi parli di ricezione e pop3..
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Prima di rispondere a vanvera fammi capire
    > meglio.. Si sta parlando di autenticazione
    > smtp e invio posta, e tu mi parli di
    > ricezione e pop3..

    Certo, il problema che diverse persone lamentano è quello.

    Pensano di non poter utilizzare più la posta del proprio dominio, invece non è vero.

    Chiunque indipendentemente dal provider di collegamento può scaricare posta dal server POP3 autenticandosi qualunque esso sia, e inviare da qualunque SMTP che ti autentica.

    non+autenticato
  • > Certo, il problema che diverse persone
    > lamentano è quello.

    Assolutamente no..

    > Pensano di non poter utilizzare più la posta
    > del proprio dominio, invece non è vero.

    Per ADESSO è vero presto non si sa'.. http://info.flexmail.it/ ne è un esempio di quello che stiamo discutento qui animosamente.. Ovvero Telecom ha intenzione di cito testualmente Vi informiamo che la possibilità di invio della posta di altri provider da parte dei server di posta Telecom (possibile attraverso il suddetto meccanismo dell?autenticazione) a causa di potenziali problemi di sicurezza della piattaforma di mail, sarà consentito in misura temporanea, fino a successiva comunicazione. Ovvero presto potrebbe essere inibito l'invio di posta elettronica con account di altri provider anche se esiste un autenticazione.

    > Chiunque indipendentemente dal provider di
    > collegamento può scaricare posta dal server
    > POP3 autenticandosi qualunque esso sia, e
    > inviare da qualunque SMTP che ti autentica.

    Come vedi non è proprio così le intenzioni sono diverse.. A carattere generale si però.
    non+autenticato
  • Ma quello che stai dicendo non vuol dire nulla.

    Io non so che lavoro fai ma probabilmente non sei un esperto con i server di posta.

    E' normale che Telecom non permette l'invio della posta dal suo SMTP a chi si collega con altri provider.

    Ma scaricare la posta su un server POP 3 non è un collegamento con un'altro provider.
    non+autenticato
  • > Ma quello che stai dicendo non vuol dire nulla.
    > Io non so che lavoro fai ma probabilmente
    > non sei un esperto con i server di posta.

    Purtroppo si, essendo un resp edp, probabilmente (spero che non fai apposta) hai frainteso il comunicato telecom e le parole di tutti in questo forum..

    > E' normale che Telecom non permette l'invio
    > della posta dal suo SMTP a chi si collega
    > con altri provider.

    Nessuno giudica questo comportamento, bensi bloccare l'invio di posta elettronica di altri domini che non siano i suoi. Esempio io invio da tutti i domini che voglio basta che sia rispettato che l'smtp che usi sia quello del provider che mi collego in quel momento. Telecom non vuole combattere questo comportamento, ma vuole "boicottare" l'invio di posta di altri domini nonostante si utilizzi il suo smtp e la sua connessione. Ha introdotto già "l'obbiligo" di autenticazione, e presto attuera quanto sopra..

    Qui infatti stiamo parlando di connessioni smart che sono adsl più o meno economiche, non di dialup..

    > Ma scaricare la posta su un server POP 3 non
    > è un collegamento con un'altro provider.

    E chi ha mai detto questo.. Il problema evidenziato da tutti infatti è l'invio di posta non la sua ricezione..
    non+autenticato
  • al seguente indirizzo è specificato chiaramente quello che telecom dice: http://info.flexmail.it

    e che io sto dicendo.

    Mi dispiace che a te non ti è chiara la cosa, ma quello che telecom scrive è semplicissimo ed è più che normale e non vieta nulla a nessuno.

    Tutti possono usare la posta con il proprio dominio e naturalmente chi non ha una casella con telecom per inviare non potrà inviare con SMTP di telecom per il semplice motivo che il server SMTP di telecom non lo può autenticare. E' chiaro adesso?

    Ma anche qui il problema non sussiste perchè chi non ha una casella con telecom può inviare con il suo provider o con il proprio PC semplicemente.

    Se poi non si è esperti si puà chiamare un tecnico che risolve tutto.
    non+autenticato
  • > al seguente indirizzo è specificato
    > chiaramente quello che telecom dice:
    > http://info.flexmail.it
    > e che io sto dicendo.

    Tu prima hai scritto:

    E' normale che Telecom non permette l'invio della posta dal suo SMTP a chi si collega con altri provider.
    Ma scaricare la posta su un server POP 3 non è un collegamento con un'altro provider.

    Questo non è quello che telecom sta attuando e sta per attuare.. Se poi vuoi rigirare la frittata, è un altro discorso

    > Mi dispiace che a te non ti è chiara la
    > cosa, ma quello che telecom scrive è
    > semplicissimo ed è più che normale e non
    > vieta nulla a nessuno.

    Telecom vuole in più a quanto fanno normalmente i provider, ovvero come tu dicevi, non permettere l'invio della posta dal suo SMTP collegandosi con altri provider, introdurre l'autenticazione smtp E sempre e comunque l'invio della posta elettronica è subordinato che tu abbia una loro casella in un loro dominio.

    > Tutti possono usare la posta con il proprio
    > dominio e naturalmente chi non ha una
    > casella con telecom per inviare non potrà
    > inviare con SMTP di telecom per il semplice
    > motivo che il server SMTP di telecom non lo
    > può autenticare. E' chiaro adesso?

    Il dominio è subordinato che sia di TELECOM non con altri provider/mantainer.. Bel comportamento...

    E ti pare un comportamento corretto e regolare? Se io per il mio dominio ho usato un altro mantainer devo migrare verso i loro servizi.. E che libertà di scelta....

    > Ma anche qui il problema non sussiste perchè
    > chi non ha una casella con telecom può
    > inviare con il suo provider o con il proprio
    > PC semplicemente.

    Ah si certo.. Tipo Register e quasi tutti gli altri ti dicono che l'smtp deve essere quello che normalmente usi..

    > Se poi non si è esperti si puà chiamare un
    > tecnico che risolve tutto.

    Se poi si dicono baggianate e non si vede oltre il proprio naso evitiamo di dire cavolate..
    non+autenticato

  • > Il dominio è subordinato che sia di TELECOM
    > non con altri provider/mantainer.. Bel
    > comportamento...
    >
    > E ti pare un comportamento corretto e
    > regolare? Se io per il mio dominio ho usato
    > un altro mantainer devo migrare verso i loro
    > servizi.. E che libertà di scelta....

    Ma chi ha detto che devi migrare?
    Ma stai scherzando vero?
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | Successiva
(pagina 1/8 - 37 discussioni)