Mauro Vecchio

RIM, sconfitta sul campo dei brevetti WLAN

L'azienda canadese avrebbe violato i termini contrattuali per lo sfruttamento di tecnologie wireless controllate da Nokia. Rischia il blocco delle vendite di BlackBerry

Roma - La decisione, alla Camera di Commercio di Stoccolma, in qualità di arbitro neutrale nell'ennesima disputa in materia di brevetti. Da una parte Nokia, dall'altra Research In Motion (RIM), scontratesi alla rottura di un accordo di licensing risalente all'anno 2003. L'azienda canadese aveva infatti ottenuto la specifica licenza per lo sfruttamento di generiche tecnologie standard in ambito wireless.

Confermato nel 2008, l'accordo era saltato alla metà del 2011, quando RIM si rivolgeva alla Camera di Commercio svedese per includere lo sfruttamento di specifici brevetti di Nokia per tecnologie Wireless Local Access Network (WLAN) sulla gamma di smartphone connessi al web in modalità WiFi.

Nokia aveva denunciato il colosso canadese per l'utilizzo indebito delle sue tecnologie WLAN in dispositivi cellulari come BlackBerry.
È ora stato diramato il parere dell'arbitro svedese, che ha riscontrato una violazione da parte di RIM nei termini contrattuali con il produttore finlandese. RIM avrebbe continuato a sfruttare le tecnologie WLAN sul mercato mobile, senza pagare un centesimo a Nokia in termini di royalty.

Impugnando la decisione della Camera di Commercio di Stoccolma, l'azienda europea potrebbe ottenere un blocco per le vendite dei BlackBerry negli Stati Uniti, in Canada e nel Regno Unito.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
4 Commenti alla Notizia RIM, sconfitta sul campo dei brevetti WLAN
Ordina
  • leggendo "metà del 2011" come non pensare all'entrata di Elop, l'omino M$...
    non+autenticato
  • tra poco non ci saranno più telefoni sugli scaffali...
    non+autenticato
  • Mi fa piacere leggere queste notizie, perché forse, un giorno non troppo lontano, a furia di scannarsi fra loro, queste stesse aziende si consorzieranno per cambiare le incredibili regole sui brevetti, che tendono a paralizzare gli investimenti sul nuovo, per sfruttare a babbo morto ciò che viene brevettato.
    Inoltre chissà quanti brevetti sono stati comperati da chi poteva, e tenuti in un cassetto ad ammuffire perché potenzialmente pericolosi per chi li ha comperati (qualcosa di semplice: nessuno si è mai chiesto come è possibile che nel 2012 per farsi la barba sia necessario usare delle lamette e non ci siano valide alternative chimiche e/o fisiche?)
    A trarre vantaggio da queste guerre potremmo essere noi utenti, avendo maggiori opportunità di business per via dei brevetti non più così bloccati, e parzialmente liberi da sovrapprezzi dovuti a royalties su beni e servizi che non dovrebbero averle.
    non+autenticato
  • RIM ormai puzza di cadavere da un paio di anni..qui si scannano per avere il display più grosso e questi se ne escono con delle chiaviche come 9300, 8520, 8900 e porcherie del genere, fossero affidabili. Ne cambio almeno 3-4 alla settimana.
    L'unica funzione che gli alti babbei potrebbero copiare da rim e non hanno mai fatto è la selezione multipla dei messaggi..col multi touch non deve essere certo un problema.