Alfonso Maruccia

GameMaker Studio, il teschio del DRM

Il popolare ambiente di sviluppo videoludico cade vittima di un sistema anticopia ossessivo-compulsivo, che prende a sostituire tutte le risorse grafiche con immagini di teschio e ossa incrociate. E' un baco, dicono i creatori

Roma - Brutto incidente di percorso per YoYo Games, società creatrice del tool di sviluppo videoludico (al netto del codice di programma) GameMaker Studio: in questi giorni, gli utenti del popolare software di sviluppo hanno denunciato una vera e propria "vandalizzazione" delle risorse grafiche impiegati nei giochi.

La vandalizzazione in oggetto sostituisce sprite e artefatti simili con un teschio pirata, segno inequivocabile del fatto che l'ultima release del software identifica l'uso di una versione non autorizzata installata sul PC. È un vero e proprio meccanismo di DRM, confermerà poi YoYo Games, nello specifico di una tecnologia anti-copia pensata per rendere difficile la vita ai pirati e a chi usa software "illegale".

Il meccanismo DRM è andato fuori controllo, dice YoYo Games, con la conferma del baco arrivata solo dopo le prevedibili supposizioni - rivelatesi poi infondate - di utenti colti a usare copie illegittime di GM Studio o anche di infezioni da parte di malware dotati di payload vandalizzanti.
La società dice ora che risolverà il problema con un aggiornamento atteso a breve, ma non demorde sulla legittimità dell'uso di protezioni anticopia: senza l'uso di meccanismi attivi e passivi di identificazione, dice YoYo Games, gli utenti si limiterebbero a copiare in massa e usare gratis il prodotto.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • AttualitàUbisoft, dietrofront sul DRMLa corporation francese annuncia di aver già abbandonato il suo discusso sistema di protezione che prevedeva la costante presenza online del giocatore anche nelle partite in single-player
  • TecnologiaMicrosoft, Kinect e il DRM che ti guardaUna richiesta di brevetto targata Redmond intende trasformare il sensore giocoso di Xbox 360 in un dispositivo per il consumo regolato dei contenuti audiovisivi. In più si è, più si paga, te lo dice Kinect
9 Commenti alla Notizia GameMaker Studio, il teschio del DRM
Ordina