Mauro Vecchio

McAfee, in manette alla frontiera?

L'estroso re degli antivirus sarebbe stato arrestato al confine tra Belize e Messico. La polizia locale nega. In un'intervista alla CNN, McAfee ha continuato a dichiararsi innocente - UPDATE

UPDATE 16:45: In un aggiornamento sul blog whoismcafee, il programmatore statunitense ha dichiarato di essere in salvo, in compagnia di due "intrepidi giornalisti" di Vice Magazine e della giovane fidanzata Sam. McAfee sarebbe riuscito ad uscire dal Belize grazie ad un passaporto nordcoreano. Attesi ulteriori dettagli sulla fuga del re degli antivirus, che ha intenzione di tornare in Belize dopo aver messo in salvo la sua partner.

Roma - La notizia in esclusiva sul blog dello stesso John McAfee: il re degli antivirus sarebbe stato arrestato al confine tra Belize e Messico, ricercato per l'omicidio di un suo vicino di casa. Come sottolineato nel post di whoismcafee.com, il comunicato relativo all'arresto del programmatore statunitense non avrebbe ancora trovato conferma ufficiale.

E, infatti, la notizia non ha trovato conferma presso la polizia in Belize, i cui agenti hanno negato la cattura di McAfee. Stesso discorso dagli uffici del sindaco di San Pedro: nessuno avrebbe preso il fuggitivo founder dell'omonima società specializzata in sicurezza informatica.
Qualche giorno prima del presunto arresto, McAfee aveva rilasciato una nuova intervista ad un inviato della CNN. Nessuna intenzione di cedere alle pressioni delle autorità locali, che avrebbero trovato una scusa per cacciarlo dal paese. Il programmatore ha promesso una sostanziosa ricompensa per chiunque trovi il vero colpevole dell'omicidio di Gregory Faull. (M.V.)

Notizie collegate
  • AttualitàMcAfee, c'era una volta in BelizeIl padre dell'omonimo antivirus in fuga dalla polizia locale, sospettato dell'omicidio di un suo vicino di casa. Aperto un blog per raccontare le sue sedicenti avventure da fuggiasco
  • AttualitàMcAfee, paura e delirio in BelizeIl tycoon degli antivirus sospettato dell'omicidio di un suo vicino di casa. Il primo ministro vorrebbe trovare una scusa per cacciarlo dal paese. "Vogliono uccidermi", teme l'imprenditore
2 Commenti alla Notizia McAfee, in manette alla frontiera?
Ordina