Cristina Sciannamblo

Tim Cook e i Mac made in USA

Prima intervista per il CEO. Che annuncia la volontÓ di riportare negli Stati Uniti la produzione di una linea di PC. Una boccata d'ossigeno per il tribolato trimestre di Apple a Wall Street?

Roma - La prima intervista esclusiva a Tim Cook, realizzata da NBC per il programma Rock Center, riserva un'anticipazione interessante che riguarda la produzione dei Mac: il CEO di Apple ha dichiarato che una delle linee già esistenti di computer con la Mela sarà prodotta totalmente negli Stati Uniti a partire dal prossimo anno.

Gli utenti della Mela dovranno attendere per sapere quale saranno i modelli la cui produzione avverrà esclusivamente entro i confini statunitensi. "Abbiamo lavorato anni per produrre sempre di più negli Stati Uniti", afferma Cook nella prima apparizione pubblica televisiva dopo la nomina come amministratore delegato dell'azienda, ruolo in precedenza ricoperto da Steve Jobs. Un annuncio sicuramente accolto positivamente Oltreoceano, visti i tassi di disoccupazione crescenti dovuti, in parte, alla delocalizzazione di molte attività manifatturiere.

"Non è forse noto a tutti - prosegue Cook nella lunga intervista realizzata da Brian Williams - che le tecnologie per iPhone e iPad sono prodotte negli Stati Uniti e molte di queste sono anche esportate". 100 milioni di dollari (circa 76,5 milioni di euro) è la cifra comunicata dal CEO di Apple per riportare parte della produzione a casa.
Una scommessa, quella di offrire prodotti "made in America", già affrontata da Google con il progetto Nexus Q, lanciato sul mercato l'estate scorsa e subito ritirato per poter essere migliorato sulla base dei feedback ricevuti (e si vocifera anche per via di alcune difficoltà produttive).

╚ probabile che la sortita di Cook sia dovuta anche al tentativo di recuperare punti sul mercato finanziario dopo l'improovviso crollo delle azioni di Apple, pari al 6 per cento, registrato nei giorni scorsi. Un calo vistoso attribuito a una serie di ragioni, tra cui la scarsa fiducia degli investitori sul potenziale innovativo dei prossimi prodotti e il potenziale livello di saturazione nel mercato raggiunto dai pezzi storici come iPhone.

Tuttavia la ragione principale alla base della performance finanziaria negativa di Cupertino riguarda il caso di insider trading che ha portato all'arresto dell'operatore di borsa David Miller, il quale avrebbe orchestrato l'acquisto non autorizzato di 1 miliardo di dollari di azioni Apple, portando il proprio datore di lavoro, Rochdale Securities, a una condizione di gravi perdite economiche. Una situazione che di certo non favorisce Apple, ma che le dichiarazioni televisive di Cook potrebbero ridimensionare.

Cristina Sciannamblo
Notizie collegate
  • HardwareNexus Q, un ritardo per GoogleLa sfera multimediale di Mountain View lanciata e subito ritirata dal mercato. Google dice di volerla migliorare in funzione dei feedback ricevut. E promette "palle gratis" per chi ha giÓ fatto la prenotazione
  • AttualitàFoxconn, tra presidenziali e minoriL'ultimo confronto televisivo tra Romney e Obama ha affrontato anche il tema dello sfruttamento del lavoro da parte delle aziende cinesi. Mentre in Asia Foxconn ammetteva di impiegare minori
  • BusinessApple, rivoluzione al verticeLa Mela allontana il responsabile della divisione mobile software Scott Forstall, che avrebbe pagato il fiasco delle mappe di iOS 6. Il CEO Tim Cook assegna nuovi ruoli per un cambiamento dirigenziale
84 Commenti alla Notizia Tim Cook e i Mac made in USA
Ordina
  • Questa notizia puo essere collegata con quella di Foxconn?

    http://www.tomshw.it/cont/news/anche-foxconn-produ...

    La Foxconn vuole produrre qualcosa in USA ed Apple dice di voler trasferire una linea di produzione in USA, solo coincidenze?
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 07 dicembre 2012 11.57
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: thebecker
    > Questa notizia puo essere collegata con quella di
    > Foxconn?
    >
    > http://www.tomshw.it/cont/news/anche-foxconn-produ
    >
    > La Foxconn vuole produrre qualcosa in USA ed
    > Apple dice di voler trasferire una linea di
    > produzione in USA, solo
    > coincidenze?
    > --------------------------------------------------
    > Modificato dall' autore il 07 dicembre 2012 11.57
    > --------------------------------------------------

    Assolutamente no.
    Scusa ho letto male.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 07 dicembre 2012 13.26
    -----------------------------------------------------------
    maxsix
    9669
  • - Scritto da: thebecker

    > ...

    Pensi che riusciranno ad applicare i metodi cinesi nelle fabbriche americane?
    FDG
    10933
  • Nel campo dell'Hifi e degli strumenti molte marche USA producono le loro gamme più alte negli states sotto la voce per es. "heritage" per distinguerle dalla cineseria. Anche apple adotterà un approccio simile?
    non+autenticato
  • - Scritto da: gnammolo
    > Nel campo dell'Hifi e degli strumenti molte
    > marche USA producono le loro gamme più alte negli
    > states sotto la voce per es. "heritage" per
    > distinguerle dalla cineseria. Anche apple
    > adotterà un approccio
    > simile?

    Vabbè l'HiFi esoterico ha prezzi folli. Speriamo di no!!
  • > Vabbè l'HiFi esoterico ha prezzi folli. Speriamo
    > di
    > no!!
    Apple non mi pare regali la ciofecheria che produce, computer da 300 euro vestiti a festa.
    Almeno l'hifi esoterico ha della qualità.
  • - Scritto da: ChickenBaluba
    > > Vabbè l'HiFi esoterico ha prezzi folli. Speriamo
    > > di
    > > no!!
    > Apple non mi pare regali la ciofecheria che
    > produce, computer da 300 euro vestiti a
    > festa.
    > Almeno l'hifi esoterico ha della qualità.

    Sarà di qualità, ma quanti MacBook Air ci compri con una coppia di questi?
    http://www.marklevinson.com/Products/Details/22
  • Comunque una volta, nell'era pre-seconda-venuta di Jobs, ma con un giovanissimo Jonathan Ive, la Apple aveva fatto un modello esoterico (con sistema audio Bose) in occasione del suo ventesimo anniversario, dal prezzo folle (mi pare 20 milioni di lire):

    Clicca per vedere le dimensioni originali

    Buffo anche l'Ive di annata:

  • no, costava "solo" 10 milioni di lire, quando lo stipendio medio era di 1.5mln di lire al mese.
    non+autenticato
  • - Scritto da: gnammolo

    > no, costava "solo" 10 milioni di lire, quando lo
    > stipendio medio era di 1.5mln di lire al mese.

    Visto che ne avranno venduti pochi, chi ha fatto questo investimento, allora assurdo, penso presto ne vedrà i frutti. L'importante è che ancora funzioni tutto.
    FDG
    10933
  • - Scritto da: gnammolo
    > Nel campo dell'Hifi e degli strumenti molte
    > marche USA producono le loro gamme più alte negli
    > states sotto la voce per es. "heritage" per
    > distinguerle dalla cineseria. Anche apple
    > adotterà un approccio
    > simile?

    Si, faranno esattamente la stessa cosa: computer obsoleti venduti a 10 volte il prezzo di quelli moderni. Poi un botto di marketing che magnifica la superiorità delle valvole rispetto ai circuiti integrati e via... milioni di macachi in coda per comprare un computer che fa be 10 moltiplicazioni al secondo e pesa come un furgone.
    non+autenticato
  • I classici notebook da 300 o i desktop da 250 , costano si poco ma diventano obsoleti prima ancora che tu possa definirli usabili.
    non+autenticato
  • e cosa li rende obsoleti in poco tempo se l'hw che hanno è comunque superiore a quello di apple?
    la risposta la sappiamo tutti windows, basta non utilizzarlo e magicamente la mcchina non diventa più obsoleta!
    non+autenticato
  • L'azionariato dimostra che Apple è una grande bolla speculativa, e sarà vittima del suo calo di popolarità per politiche suicide nell'ambito di scelte tecniche e strategiche.

    In primis il nuovo iMac, senza lettore ottico, con la RAM saldata (a parte , con dischi 5400 rpm, schede grafiche da computer portatile mediocre, e di fatto ai più quasi impossibile da riparare o potenzire.

    Grandissima ca77ata, imho, come pure trascurare l'importante fetta di utenza professionale dei MacPro. La politica del "blindato e non espandibile", funzionerà con gli iphone, ma secondo me è deleteria nell'ambito personal computer e notebook.
    non+autenticato
  • "Blindato e non espandibile" è molto più vicino ad una console portatile.
    non+autenticato
  • Un altro colpo "politico" a Google.
    Apple fa quello che Google ha promesso ma non ha mantenuto, ovvero impegnare personale produttivo e fare prodotti negli USA.

    E' ininfluente che sia una fase o tutta la produzione, quello che gli investitori istituzionali volevano vedere èun azienda nazionale che fa prodotti nazionali e che li esporta in tutto il mondo.

    Ora l'abbronzato ha 2 motivi per avercela con Google.

    Aspettiamoci ritorsioni pesanti dalla casa bianca contro Google.
    maxsix
    9669
  • Sì, certo, come no.

    Maxsix alza il braccio un attimo.... non riesci nemmeno a capire la differenza tra Google che vende servizi e Apple che vende ferraglia.
    Pensa che paragoni riesci a fare...
    non+autenticato
  • - Scritto da: crumiro
    > Sì, certo, come no.
    >
    > Maxsix alza il braccio un attimo.... non riesci
    > nemmeno a capire la differenza tra Google che
    > vende servizi e Apple che vende
    > ferraglia.
    > Pensa che paragoni riesci a fare...

    Ma come? Non lo sia che dietro ogni ricerca su google c'è un cinese che risponde?? Tutti lo sanno... chiedi a massimino che è un espertone se non credi a me!
    non+autenticato
  • eh eh ehSorride

    Io mi stupisco sempre, ma certi trolloni 'gnorantoni li troviamo solo qui al Bel Paese....
    non+autenticato
  • - Scritto da: crumiro
    > eh eh ehSorride
    >
    > Io mi stupisco sempre, ma certi trolloni
    > 'gnorantoni li troviamo solo qui al Bel
    > Paese....

    Povero wannabe something.
    Non vedi più in la del tuo naso.
    maxsix
    9669
  • E tu non capisci la differenza tra Google e Apple.
    E dimmi, povero (e basta), delle acciaierie cosa mi dici?
    non+autenticato
  • - Scritto da: crumiro
    > E tu non capisci la differenza tra Google e Apple.

    E un cervo non fa primavera.

    > E dimmi, povero (e basta), delle acciaierie cosa
    > mi
    > dici?

    Ti serve un commento o un analisi tecnica?
    La vuoi da un punto di vista speculativo o da investimento cassettista?
    Con o senza indicatori macroeconomici?
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 10 dicembre 2012 09.40
    -----------------------------------------------------------
    maxsix
    9669
  • Dimostrazione che non ne sai nulla.
    Altrimenti avresti approfittato della domanda, ma non puoi (dal lato culturale).

    Baci eh!
    non+autenticato
  • dici cazzate, apple non ha fatto nulla, ha detto di fare che si traduce in aspetta e spera, non ti stanchi mai di raccontare boiate?
    non+autenticato
  • - Scritto da: maxsix
    > Un altro colpo "politico" a Google.
    > Apple fa quello che Google ha promesso ma non ha

    Sono tutte scenette di facciata per assecondare i trollini e far loro comprare gli icosi con le imappe isbagliate... in realtà Apple e Google si alleano quando hanno interessi in comuneSorride
    http://punto-informatico.it/3667443/PI/News/apple-...

    > Aspettiamoci ritorsioni pesanti dalla casa bianca
    > contro
    > Google.

    Mah per ora io fossi in te sarei felice se iOS 6 e le sue mappe
    non venissero sbattuti fuori dal mercatoSorride
    http://punto-informatico.it/3667411/PI/News/austra...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 13 discussioni)