Mauro Vecchio

Yahoo! Music, echi dalla Cina

La divisione asiatica dell'azienda di Sunnyvale annuncia la chiusura imminente del servizio musicale in viola. Questione di nuove strategie di prodotto. Nuova chiusura dopo quella di Google Music

Roma - Un sintetico messaggio d'addio a tutti gli utenti cinesi di Yahoo! Music, diramato dai vertici della divisione asiatica del colosso di Sunnyvale: il servizio musicale in viola chiuderà i battenti cibernetici nel prossimo 20 gennaio, in uscita dal mercato asiatico a causa di "modifiche nella strategia di prodotto".

L'annuncio di Yahoo! non ha sorpreso gli osservatori del mercato asiatico, dopo la cessione del 20 per cento delle quote detenute nel portale B2B cinese Alibaba. Con la strategia di ristrutturazione aziendale indicata dal nuovo CEO Marissa Mayer, l'azienda di Sunnyvale andrà a caccia di nuove opportunità di business in terra cinese.

La chiusura di Yahoo! Music segue quella annunciata da Google per il suo portale di download musicale Google.cn/music, che non avrebbe mai portato ai risultati sperati dall'azienda di Mountain View. Un destino molto simile a quello della piattaforma di proposte commerciali Shopping, mai entrata nelle abitudini di consumo degli utenti asiatici. (M.V.)
Notizie collegate
  • AttualitàCina: Google la pagherà caraAttacco frontale a BigG in un editoriale apparso tra le pagine di un quotidiano ufficiale. L'azienda di Mountain View agirebbe come un soggetto politico per gettare fango sul governo di Pechino. Alta tensione dopo gli attacchi a Gmail
  • BusinessYahoo!, solidità e speranze violaLa cessione del portale Alibaba fa volare i profitti trimestrali. A tre mesi dall'insediamento di Marissa Mayer fatturato in lieve rialzo. Ora si punterà sul mobile
  • BusinessMusica digitale, il grande acutoCrescono le piattaforme a sottoscrizione, così come il download legale di brani singoli e album. Il Digital Music Report di IFPI rispecchia però il continuo declino dei supporti fisici. La minaccia resta il fenomeno pirateria