Cristina Sciannamblo

Wikileaks, Assange e il discorso di fine anno

Il founder parla dal balcone dell'ambasciata dell'Ecuador in UK. Positivo il bilancio del 2012 e previsioni ottimistiche per il 2013. Intanto, nasce un nuovo intermediario per la raccolta di finanziamenti

Roma - Un discorso di fine anno ricco di annunci pronunciato dal balcone dell'ambasciata dell'Ecuador nel Regno Unito: l'arrivo di nuovi leak nel 2013 e un attacco mirato alla volontà persecutrice degli Stati Uniti, i temi salienti dell'ultimo intervento pubblico tenuto da Julian Assange.

A pochi giorni dalla notizia della nascita di un partito politico legato a Wikileaks, l'uomo che ha creato scompigli nella diplomazia internazionale con la sua attività giornalistica ha esordito ringraziando i suoi sostenitori e il governo dell'Ecuador, che da 185 giorni gli concede asilo all'interno della propria sede britannica.

"Nonostante le limitazioni, nonostante il blocco extra-giudiziario dei finanziamenti che chiudono Wikileaks come se vi fosse applicato un embargo cubano, nonostante indagini criminali senza precedenti e una campagna volta a danneggiare e distruggere la mia organizzazione, il 2012 è stato un anno grande". Più che positivo il bilancio tracciato da Assange nell'anno che sta per terminare: molteplici i riferimenti alle attività portate avanti, dalla pubblicazione di informazioni sensibili circa il trattamento dei detenuti nella prigione di Guantanamo alle discutibili misure adottate dalla CIA, passando per la trasmissione di documenti relativi allo scoppio della guerra in Siria.
Ottimistiche le previsioni espresse per il prossimo anno: "il prossimo anno saremo impegnati allo stesso modo. Wikileaks detiene ancora oltre un milione di documenti in corso di preparazione per la pubblicazione, documenti che riguardano tutti i paesi del mondo. Ogni paese del mondo". Un annuncio che sembra confezionato per ridestare attesa e timore.

A proposito della raccolta fondi, un nuovo gruppo a sostegno di Wikileaks e di iniziative aventi i medesimi obiettivi si è costituito come tramite per il trasferimento di denaro attraverso metodi tradizionali come carte di credito e PayPal nel tentativo di sopperire a quelli che Wikileaks giudica come sgambetti messi in atto da coloro che governano i meccanismi finanziari. Un'opinione condivisa dal Partito Pirata svedese che ha trasmesso un comunicato stampa per denunciare la discriminazione delle banche nazionali nei confronti di Wikileaks. La nuova formazione si chiama Freedom of the Press Foundation (FPF) e agirebbe come intermediario a protezione di sigle come WikiLeaks, MuckRock, National Security Archive e altre organizzazioni. Secondo le informazioni veicolate attraverso l'account Twitter, il gruppo avrebbe raccolto donazioni pari a 35mila dollari (circa 26.500 euro) soltanto nelle prime 24 ore.

In tema di donazioni, è senz'altro notevole il regalo che il party game politicamente scorretto Cards Against Humanity ha destinato a Wikimedia a conclusione di una campagna di beneficenza condotta nell'arco di un weekend: un assegno di oltre 70mila dollari (53mila euro) donati come segno di gratitudine per l'attività portata avanti dalla fondazione che sta alle spalle di Wikipedia.

Cristina Sciannamblo
Notizie collegate
  • AttualitàJulian Assange e il partito di WikileaksIl founder di Wikileaks comunica di voler correre per la carica di senatore in Australia. E di aver disposto la formazione di un partito politico legato a Wikileaks. Ma gli ostacoli diplomatici e burocratici da superare non sono pochi
  • AttualitàEcuador: Assange è il benvenutoL'accettazione della richiesta d'asilo politico fa perdere la testa al Regno Unito, che manda la polizia all'ingresso dell'ambasciata londinese del paese sudamericano
  • AttualitàWikileaks, complotto a stelle e strisce?Secondo le ultime rivelazioni del sito delle soffiate, due politici statunitensi avrebbero ottenuto il blocco dei pagamenti facendo pressione su Visa e MasterCard. L'Europa ha acconsentito
18 Commenti alla Notizia Wikileaks, Assange e il discorso di fine anno
Ordina
  • Una delle persone che hanno pagato la cauzione per farlo uscire dal carcere nel 2010 (e che mai più rivedrà quei soldi, presumibilmente, visto che Assange è evaso), ha smesso di appoggiarlo:

    http://www.corriere.it/esteri/13_febbraio_07/jemim...

    Tutte le stelle smettono di splendere, un giorno.
    non+autenticato
  • A Julian Assange il bagno di folla sotto il balcone dell'ambasciata non dispiace, ma un film su di lui no:

    http://www.repubblica.it/tecnologia/2013/01/27/new...

    L'unico autorizzato a parlare di Wikileaks è il suo fondatore, insomma.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio
    > A Julian Assange il bagno di folla sotto il
    > balcone dell'ambasciata non dispiace, ma un film
    > su di lui no:

    > http://www.repubblica.it/tecnologia/2013/01/27/new

    > L'unico autorizzato a parlare di Wikileaks è il
    > suo fondatore, insomma.

    Visto che il film e' fantascienza pura e prende a caso i nomi di wikileaks e assange direi che e' meglio Rotola dal ridere
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane


    > > A Julian Assange il bagno di folla sotto il
    > > balcone dell'ambasciata non dispiace, ma un
    > film
    > > su di lui no:
    >
    > >
    > http://www.repubblica.it/tecnologia/2013/01/27/new
    >
    > > L'unico autorizzato a parlare di Wikileaks è
    > il
    > > suo fondatore, insomma.
    >
    > Visto che il film e' fantascienza pura e prende a
    > caso i nomi di wikileaks e assange direi che e'
    > meglio
    > Rotola dal ridere

    Ma perché è meglio? Non capisco. Julian Assange è di fatto un personaggio pubblico, e deve mettere nel conto che possa scrivere su di lui sceneggiature non sempre fedeli. Per Il divo , film su Giulio Andreotti, ricordo qualche dichiarazione pepata: ma nessuna scomunica, in particolare non prima che il film uscisse nelle sale.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio
    > - Scritto da: krane

    > Ma perché è meglio? Non capisco. Julian Assange è
    > di fatto un personaggio pubblico, e deve mettere
    > nel conto che possa scrivere su di lui
    > sceneggiature non sempre fedeli. Per
    > Il divo
    , film su Giulio Andreotti,
    > ricordo qualche dichiarazione pepata: ma nessuna
    > scomunica, in particolare non prima che il film
    > uscisse nelle sale.

    Tutt'altra levatura Andreotti pero', era famoso per la sua plombe e battute pepate.
    krane
    22544
  • tutto questo per che cosa? per diventare un eroe?
    ma mi faccia il piacere!
    non+autenticato
  • - Scritto da: marisa
    > tutto questo per che cosa? per diventare un eroe?
    > ma mi faccia il piacere!

    Non saprei.
    Faccio mio un commento letto su Il post in occasione del primo discorso dall'ambasciata dell'Ecuador, il 19 agosto: "Quelli che parlano affacciati al balcone non mi hanno mai ispirato fiducia, e nemmeno quelli che vanno a sentirli".
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio
    > - Scritto da: marisa
    > > tutto questo per che cosa? per diventare un
    > eroe?
    > > ma mi faccia il piacere!
    >
    > Non saprei.
    > Faccio mio un commento letto su Il
    > post
    in occasione del primo discorso
    > dall'ambasciata dell'Ecuador, il 19 agosto:
    > "Quelli che parlano affacciati al balcone non mi
    > hanno mai ispirato fiducia, e nemmeno quelli che
    > vanno a
    > sentirli".

    Magari la prossima volta si appendera' fuori su una passerella per lavavetri. brutto scivolone, leguleio.
    non+autenticato
  • - Scritto da: 123
    > - Scritto da: Leguleio
    > > - Scritto da: marisa
    > > > tutto questo per che cosa? per diventare
    > un
    > > eroe?
    > > > ma mi faccia il piacere!
    > >
    > > Non saprei.
    > > Faccio mio un commento letto su Il
    > > post
    in occasione del primo discorso
    > > dall'ambasciata dell'Ecuador, il 19 agosto:
    > > "Quelli che parlano affacciati al balcone non mi
    > > hanno mai ispirato fiducia, e nemmeno quelli che
    > > vanno a
    > > sentirli".
    >
    > Magari la prossima volta si appendera' fuori su
    > una passerella per lavavetri. brutto scivolone,
    > leguleio.

    Ma quale scivolone. Da' un'occhiata a come ne hanno parlato varie testate britanniche e in giro per il mondo, alcuni notando rassomiglianze con i Monty Python:

    http://www.bbc.co.uk/news/uk-19316973

    Alcune delle suddette testate avevano stretto accordi con lui per la pubblicazione simultanea dei documenti secretati. Le conclusioni le lascio trarre a te.
    non+autenticato
  • "Quelli che parlano affacciati al balcone non mi hanno mai ispirato fiducia..."

    Mi sembra una uscita di cattivo gusto visto cosa sta ed ha passato.

    "tutto questo per che cosa? per diventare un eroe? ma mi faccia il piacere!"

    Invito a leggere un'pò della storia di questo signore, a 23 anni ha quasi compromesso la sua esistenza per il semplice desiderio di giustizia per deicivili di un altro paese soppressi e uccisi.

    Vi rimando a un paio di questioni:

    Wikileaks Island
    Wikileaks kenya
    wikileaks Afganistan
    Wikileaks Iraq

    Supportato in passato da giornali come theguardian, derspiegel, che dovrebbero essere perseguitati allo stesso modo visto che non hanno fatto nulla di diverso nel pubblicare documenti riservati.

    Avete rilasciato due commenti su questo post ed entrambi sono di carattere personale e non sui contenuti e sull' operato, non riesco proprio a capire cosa ci sia di cosi schifoso nel far uscire allo scoperto le porcate dei governi come è stato fatto anche per l'Italia, o per le varie guerre dove sono stati provate le uccisioni di oltre 20 mila persone tra bambini e civili innocenti, Report sulla rai ha preso in esame 3 volte in due anni la documentazione di wikileaks per i propri servizi.
    E' comodo diventare un eroe facendosi quasi 800 giorni agli arresti domiciliari con un braccialetto alla caviglia con tre controlli della polizia al giorno , con giornalmente l' obbligo di firma presso la stazione di polizia più vicina anche se la legge prevedeva che i controlli e la firma erano un alternativa al braccialetto il tutto senza un accusa, telecamere installate fuori dalla sua residenza e mascherate come telecamere del traffico , totalmente illegali visto che non era stata aperta nessuna indagine in inghilterra e non era stata formulata nessuna accusa nei suoi confronti, se non una richiesta di estradizione per la Svezia dove è accusato di non aver usato il preservativo contro la volonta di due ragazze, ragazze che successivamente all' evolversi dei fatti hanno cercato di ritirare l' accusa ma la giustizia Svedese non prevede la possibilita di farlo.( In italia viene passato per STUPRATORE)
    Bradley Manning imprigionato al contrario di quanto si fa credere con un accusa da parte di Adrian Lamo ma senza nessuna prova, con carcerazione in isolamento nudo luci sempre accese con controlli ogni 5 minuti per "prevenire il suicidio" , pure lui voleva fare l' eroe??
    Candidati entrambi come nobel per la pace 2011, Stati Uniti hanno sempre negato interesse sulla possibile estrasizione di Assange e lui stesso recupera documenti che provano studi di varie agenzia paragovernative che presentano in un report le diverse possibili strategie per l' estradizione, pubblica i documenti che provano l' intensa attivita investigativa nei suoi confronti, Jacob Appelbaum cittadino statunitense collaboratore di wikileaks e programmatore per il progetto TOR viene perseguitato nel suo paese da fbi e altre agenzie senza accuse di nessun tipo.
    Assange trova rifugio in presso l' ambasciata dell Ecuador dove vive in una stanza 5 metri per 5 senza luce del sole, ed è salvo li solamente perchè ha cercato di farsi un nome come dite voi dando voce al nuovo presidente Correa dell'Ecuador che per primo si è ribellato alla dittatura dei big player per cercare di dare un futuro al suo paese, lo ha intervistato per RT News facendo finalmente conoscere anche la realtà di questo paese che ha rifiutato di pagare un debito insostenibile contratto da presidenti corrotti, ricattato e minacciato dagli Stati Uniti l' Equador trova solidarietà di tutto il sud America che lo matiene senza interessi donando combustibili , cibo e soldi e Assange chiaramente è cosi furbo da diventare eroe dando voce al paese più sfigato del sud america.
    E' cosi un eroe che se vi guardate la cbs trovate ancora trasmissioni dove qualche grasso politico dichiara apertamente che assange dovrebbe essere assassinato senza processo, continuate a guardare continuate pure a vomitare opinioni che siamo una bellissima democrazia di ignoranti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: lalo
    > "Quelli che parlano affacciati al balcone non mi
    > hanno mai ispirato
    > fiducia..."
    >
    > Mi sembra una uscita di cattivo gusto


    Che ci vuoi fare? I precedenti di uomini che usano il balcone come cattedra non sono tranquillizzanti. Uno comincia per M., l'altro per H., ce chi addirittura che lo fa ogni domenica in abiti di gusto discutibile...


    > visto cosa
    > sta ed ha
    > passato.

    La gente comune si preoccupa innanzitutto di quello che hanno passato le due donne svedesi, terrorizzate di avere contratto l'Aids per un gioco di prestigio fatto coi preservativi. Poi, eventualmente, si preoccupano anche della persona accusata; ma solo dopo. Chi è accecato dal culto della personalità e dalla propaganda de weblog, fa esattamente il contrario. Non prendertela con me.


    > Supportato in passato da giornali come
    > theguardian, derspiegel, che dovrebbero essere
    > perseguitati allo stesso modo visto che non hanno
    > fatto nulla di diverso nel pubblicare documenti
    > riservati.

    Assange non è accusato di quello. Dice di essere accusato di quello, il che è molto, molto diverso.



    > ...con giornalmente l'
    > obbligo di firma presso la stazione di polizia
    > più vicina anche se la legge prevedeva che i
    > controlli e la firma erano un alternativa al
    > braccialetto il tutto senza un accusa, telecamere
    > installate fuori dalla sua residenza e mascherate
    > come telecamere del traffico , totalmente
    > illegali visto che non era stata aperta nessuna
    > indagine in inghilterra e non era stata formulata
    > nessuna accusa nei suoi confronti,


    Vabbè, qui siamo alle comiche da Bagaglino. Non sai nemmeno la differenza fra Sole e Luna. La chiudo qui.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio
    > - Scritto da: lalo
    > > "Quelli che parlano affacciati al balcone
    > non
    > mi
    > > hanno mai ispirato
    > > fiducia..."
    > >
    > > Mi sembra una uscita di cattivo gusto
    >
    >
    > Che ci vuoi fare? I precedenti di uomini che
    > usano il balcone come cattedra non sono
    > tranquillizzanti. Uno comincia per M., l'altro
    > per H., ce chi addirittura che lo fa ogni
    > domenica in abiti di gusto discutibile...

    Assange che ordina l'attacco alla polonia o alla grecia? A dir la verita' ho piu' paura del mio barbiere qunado mi rade: qeullo almeno ha in mano un rasoio.

    > > visto cosa
    > > sta ed ha
    > > passato.
    >
    > La gente comune si preoccupa innanzitutto di
    > quello che hanno passato le due donne svedesi,
    > terrorizzate di avere contratto l'Aids per un
    > gioco di prestigio fatto coi preservativi. Poi,
    > eventualmente, si preoccupano anche della persona
    > accusata; ma solo dopo. Chi è accecato dal culto
    > della personalità e dalla propaganda de weblog,
    > fa esattamente il contrario. Non prendertela con
    > me.

    vediamo: due tipe lo accusano e poi ritrattano (terrorizzate dall'aids... ad anni di distanza non hanno ancosa speso 20 euro per un test?), l'Inghilterra mette in piedi un ambaradan di controllo che nemmeno il KGB, qualcuno dice che andrebbe fatto fuori senza processo, i circuiti di credito internazionali gli tagliano i rifornimenti... non ti pare un po troppo per una montata finita male? Intendiamoci, ha fatto una cazzata ma la reazione e' spoporzionata, come se io ti guardo male e tu fai saltare il mio palazzo per rappresaglia.


    >
    > > Supportato in passato da giornali come
    > > theguardian, derspiegel, che dovrebbero
    > essere
    > > perseguitati allo stesso modo visto che non
    > hanno
    > > fatto nulla di diverso nel pubblicare
    > documenti
    > > riservati.
    >
    > Assange non è accusato di quello. Dice
    >
    di essere accusato di quello, il che
    > è molto, molto
    > diverso.

    Al Capone e' stato incastrato per le tasse, ma lo cercavano per ben altro.
    Ci si attacca cio' che si puo'. Strano che i vari uffici "falsificazione prove" non gli abbiano riempito casa di armi, cocaina e filmini pedopornografici.

    > > ...con giornalmente l'
    > > obbligo di firma presso la stazione di
    > polizia
    > > più vicina anche se la legge prevedeva che i
    > > controlli e la firma erano un alternativa al
    > > braccialetto il tutto senza un accusa,
    > telecamere
    > > installate fuori dalla sua residenza e
    > mascherate
    > > come telecamere del traffico , totalmente
    > > illegali visto che non era stata aperta
    > nessuna
    > > indagine in inghilterra e non era stata
    > formulata
    > > nessuna accusa nei suoi confronti,
    >
    >
    > Vabbè, qui siamo alle comiche da Bagaglino. Non
    > sai nemmeno la differenza fra Sole e Luna. La
    > chiudo
    > qui.

    Peccato, mi piacevi come esposizione di pensiero e puntulita' di commento, ma qui hai pestato una merda piu grande di te (parlo figurativamente di dimensioni, non intendo dire che sei come quello che hai pestato). Sei troppo attaccato all'albero per vedere la foresta. Peccato, peccato veramente.
    non+autenticato
  • - Scritto da: 123

    > > > "Quelli che parlano affacciati al balcone
    > > non
    > > mi
    > > > hanno mai ispirato
    > > > fiducia..."
    > > >
    > > > Mi sembra una uscita di cattivo gusto
    > >
    > >
    > > Che ci vuoi fare? I precedenti di uomini che
    > > usano il balcone come cattedra non sono
    > > tranquillizzanti. Uno comincia per M., l'altro
    > > per H., ce chi addirittura che lo fa ogni
    > > domenica in abiti di gusto discutibile...
    >
    > Assange che ordina l'attacco alla polonia o alla
    > grecia? A dir la verita' ho piu' paura del mio
    > barbiere qunado mi rade: qeullo almeno ha in mano
    > un
    > rasoio.

    E fai bene.
    La mia impressione, e credo anche di altri, è che quando si inizia con questi spettacoli, non si sa mai dove si finisce. E, ripeto, la mia diffidenza è rivolta sia a chi i discorsi li fa, sia a chi va sotto al balcone a sentirli.



    > > La gente comune si preoccupa innanzitutto di
    > > quello che hanno passato le due donne svedesi,
    > > terrorizzate di avere contratto l'Aids per un
    > > gioco di prestigio fatto coi preservativi. Poi,
    > > eventualmente, si preoccupano anche della
    > persona
    > > accusata; ma solo dopo. Chi è accecato dal culto
    > > della personalità e dalla propaganda de weblog,
    > > fa esattamente il contrario. Non prendertela con
    > > me.
    >
    > vediamo: due tipe lo accusano e poi ritrattano
    > (terrorizzate dall'aids... ad anni di distanza
    > non hanno ancosa speso 20 euro per un test?),
    > l'Inghilterra mette in piedi un ambaradan di
    > controllo che nemmeno il KGB, qualcuno dice che
    > andrebbe fatto fuori senza processo, i circuiti
    > di credito internazionali gli tagliano i
    > rifornimenti... non ti pare un po troppo per una
    > montata finita male? Intendiamoci, ha fatto una
    > cazzata ma la reazione e' spoporzionata, come se
    > io ti guardo male e tu fai saltare il mio palazzo
    > per
    > rappresaglia.

    No, e andiamo con ordine, perché mischi molte cose eterogenee.
    Le due donne, a quanto si sa, non hanno ritrattato: hanno aggiunto o corretto la versione iniziale. Anche perché un'accusa per violenza sessuale, in Italia e anche in Svezia, non è ritrattabile: una volta sporta, il pubblico ministero deve proseguire d'ufficio.
    La Gran Bretagna, in ottemperanza ai trattati di estradizione, ha applicato le misure di sicurezza che applicherebbe a qualunque accusato di violenza sessuale in GB, in libertà su cauzione e con un minimo di risorse. Non lo farebbe mai con un anonimo poveraccio, ma Assange ha amici facoltosi e aveva i mezzi per fuggire.
    Tutte le persone famose ricevono minacce di morte: in Italia, Belpietro e Saviano sono sotto scorta. In sé la circostanza non dimostra nulla.
    I circuiti di carte di credito hanno tagliato la possibilità di donazione perché c'è un buco nella normativa che permette di farlo. E hanno tagliato i ponti a Wikileaks, non al signor Julian Assange.
    La reazione non ha nulla di anomalo per chi, come me, di cause di estradizione se ne intende parecchio. Solo nei fumetti uno Stato si arrende di fronte ai lazzi di un imputato, e dice "E vabbè, lasciamo perdere, tanto l'accusa è una cavolata...".



    > > Assange non è accusato di quello.
    > Dice
    > >
    di essere accusato di quello, il che
    > > è molto, molto
    > > diverso.
    >
    > Al Capone e' stato incastrato per le tasse, ma lo
    > cercavano per ben
    > altro.

    Il fatto è noto, sì. Inizialmente c'erano altre accuse, ma vennero subito stralciate, non essendoci prove.

    > Ci si attacca cio' che si puo'. Strano che i vari
    > uffici "falsificazione prove" non gli abbiano
    > riempito casa di armi, cocaina e filmini
    > pedopornografici.

    Di nuovo, immagini da fumetto, o da filmaccio di Hollywood.
    Io rispondo sempre a tutti: se avete prove solide che le due donne anziché vittime siano solo pedine di trame losche da parte degli Usa, o di altre potenze, portate queste prove ai giornali, e poi anche in tribunale. Cosa serve parlarne in un forum (o su un weblog)?
    Parlo di "filmaccio di Hollywood", perché uno sceneggiatore in gamba avrebbe montato contro Assange non un accusa per violenza sessuale in Svezia, Paese nel quale la pena massima, e solo nei casi molto gravi, è 10 anni (di base è 6 anni); avrebbe montato un bell'omicidio passionale con decine di testimoni, e in una Paese in cui è prevista la pena di morte.


    > > Vabbè, qui siamo alle comiche da Bagaglino. Non
    > > sai nemmeno la differenza fra Sole e Luna. La
    > > chiudo
    > > qui.
    >
    > Peccato, mi piacevi come esposizione di pensiero
    > e puntulita' di commento, ma qui hai pestato una
    > merda piu grande di te (parlo figurativamente di
    > dimensioni, non intendo dire che sei come quello
    > che hai pestato). Sei troppo attaccato all'albero
    > per vedere la foresta. Peccato, peccato
    > veramente.

    Allusioni, e nulla più. Io, per me, mi vergogno a commentare una frase come "totalmente illegali visto che non era stata aperta nessuna indagine in inghilterra e non era stata formulata nessuna accusa nei suoi confronti": significa non conoscere la vicenda nemmeno per sentito dire.

    Se trovi errori in ciò che ho scritto, segnala quelli. Parlare col tono di quello che la sa lunga, molto lunga, al punto di non aver bisogno di entrare nel merito, non t'aiuta.
    non+autenticato
  • Loro lo accusano di stupro in svezia, cosi poi la svezia lo estarda negli usa e li lo condanneranno per fuga di notizie segrete. O forse questi passaggi logici sono troppo complicarti?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Non riesci a vedere oltre il tuo naso
    > Loro lo accusano di stupro in svezia, cosi poi la
    > svezia lo estarda negli usa e li lo condanneranno
    > per fuga di notizie segrete. O forse questi
    > passaggi logici sono troppo
    > complicarti?

    Ti assicuro, ho parlato di questo un milione di volte, e ogni volta dovevo spiegare: con i trattati di estradizione attuali, quelli reali, non dei film di Hollywood, Julian Assange per essere estradato dalla Svezia agli Usa ha bisogno di due autorizzazioni: dalle autorità britanniche, e da quelle svedesi. Se vuoi ti cito anche l'articolo. Una doppia complicazione, una perdita di tempo immane.


    Se intendi muovere l'accusa di un programma di extraordinary rendition in Svezia, con la complicità di quest'ultima, dovresti innanzitutto portare le prove (ogni accusa pesante si deve reggere su prove), e poi, la cosa non guasta, spiegare perché questa rendition non l'hanno effettuata subito, dopo il marzo 2010, in un periodo in cui Assange si muoveva fra Svezia, Germania e Gran Bretagna. Perché senza questi due elementi non avanzi un'ipotesi, ma fai una pura fantasia.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio
    > - Scritto da: Non riesci a vedere oltre il tuo
    > naso
    > > Loro lo accusano di stupro in svezia, cosi
    > poi
    > la
    > > svezia lo estarda negli usa e li lo
    > condanneranno
    > > per fuga di notizie segrete. O forse questi
    > > passaggi logici sono troppo
    > > complicarti?
    >
    > Ti assicuro, ho parlato di questo un milione di
    > volte, e ogni volta dovevo spiegare: con i
    non ti dai mai per vinto neanche in ferie, eh, Legu?Sorride
    Magari tra 40 anni quando verranno desecretati i rapporti Usa sulla vicenda, te ne farai una ragione, non so....Con la lingua fuori
    non+autenticato