Mauro Vecchio

Garanzie, Apple pagherà il ritardo

Fino al 10 novembre la Mela non ha rispettato le decisioni dell'Antitrust. Per questo pagherà 200mila euro di multa

Roma - È ormai chiuso il procedimento di inottemperanza avviato nello scorso giugno dall'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) contro un gruppo di tre società controllate da Apple. Dal 10 novembre il gigante di Cupertino si è finalmente adeguato alle norme previste dal codice del consumo nel Belpaese, riconoscendo i diritti dei consumatori tricolore sulla garanzia legale di conformità. Ma questo non basterà per evitare altre sanzioni.

I vertici di AGCM hanno dunque comminato una sanzione pari a 200mila euro, per il periodo - dal 28 marzo al 10 novembre 2012 - in cui la Mela "non ha sostanzialmente tenuto conto del precedente provvedimento dell'Autorità". Alla fine del 2011 i rivenditori come Apple Sales International erano stati obbligati a modificare entro tre mesi le confezioni di vendita dei servizi AppleCare Protection Plan, "inserendo l'indicazione sulla esistenza e durata biennale della garanzia di conformità".

Al termine della sua istruttoria l'antitrust ha preso atto "che le nuove misure presentate e adottate da Apple a partire dal 10 novembre riconoscono i diritti dei consumatori sulla garanzia legale di conformità, fornendo loro informazioni chiare e non ambigue e, in buona parte, predominanti rispetto alle informazioni sulla garanzia convenzionale e sui servizi aggiuntivi a pagamento".
Dalle modifiche apportate risulta "sufficientemente chiarito quale sia il contenuto aggiuntivo del servizio Apple Protection Plan (APP) rispetto ai diritti derivanti dalla garanzia legale. È stata inoltre cambiata la confezione dell'Apple Protection Plan, eliminando ogni dicitura e grafico relativo alla durata della garanzia convenzionale e Apple ha anche deciso di interrompere la distribuzione di tale prodotto attraverso il canale retail, mantenendo la vendita solo online attraverso il sito internet apple.com".

Mauro Vecchio
Notizie collegate
4 Commenti alla Notizia Garanzie, Apple pagherà il ritardo
Ordina
  • Il vero utonto Apple non si può avvalere della garanzia in quanto i dispositivi Apple non si guastano mai, al più l'utonto ha letto male il manuale A bocca aperta
    non+autenticato
  • non entro nel merito della notizia... ma fare 200k di multa alla apple equivale a farle meno di 1 cent a terminale venduto... come levare un secchio di acqua dal mare. la multa andrebbe paragonata al danno effettuato in questo caso pagare la multa e' molto più conveniente che garantire la garanzia.
    non+autenticato
  • Guarda che ciò avviene in tutto il mondo.
    Il liberismo del mercato vuole questo, che non venga ostacolato neppure quando taglieggia gli utenti e non ne rispetta alcun diritto.

    Questo è quello che vogliono le corporation e ciò hanno ottenuto con le azioni di lobbying nei governi, ossia spuntare le armi di tutte le istituzioni di tutela dei consumatori e del commercio. Ridurre l'incisività delle class action o impedirle come in Italia. E quando condannate, mettere tetti di sanzioni ridicole.
    iRoby
    9698
  • beh..non sorprende il ritardo e neppure che apple lo paghi...del resto trattare i propri utenti come pedine e nulla più (fondamentalmente)...e poi ripagarli quando le cose iniziano a puzzare di bruciato...è consuetudine per chi lava il cervello a coloro che sono geneticamente preposti a farselo lavare....ma personalmente cerco computer potenti che costano meno e OS che mi diano quel che cerco con minor costo....e per il resto perdo più tempo per i fichi(e) senza pelo.Angioletto
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 22 dicembre 2012 12.39
    -----------------------------------------------------------