Mauro Vecchio

Megabox, partenza in ritardo

Previsto per la fine di quest'anno, il lancio della nuova piattaforma di storage musicale è stato rimandato. La prima versione beta arriverà solo dopo Mega

Roma - Pronto ad assistere alla definitiva estinzione dei dinosauri nell'industria discografica, il corpulento boss del file hosting Kim Dotcom aveva annunciato il lancio di una prima versione beta del suo nuovo servizio musicale Megabox. Inizialmente prevista per la fine di questo dicembre, la piattaforma di storage dovrebbe risultare operativa entro i primi mesi del 2013.

Ad annunciarlo, lo stesso founder di Megaupload in una breve intervista con la redazione di TorrentFreak. "Megabox verrà lanciato pochi mesi dopo Mega", ha spiegato in maniera sibillina Dotcom.

Ad un anno esatto dal raid statunitense, la nuova incarnazione cibernetica del popolare cyberlocker dovrebbe fare la sua prima apparizione online all'indirizzo Mega.co.nz. Nessun dettaglio ulteriore da parte dell'estroso imprenditore di origini tedesche. (M.V.)
Notizie collegate
  • AttualitàMegabox, musica senza etichetteQualche dettaglio in più sulla piattaforma che dovrà portare all'estinzione delle vecchie major del disco. Almeno secondo il boss di Megaupload Kim Dotcom, che illustra il funzionamento dei meccanismi di compensazione per gli artisti
  • AttualitàKim Dotcom, il MegaritornoIl founder di Megaupload torna online dopo l'ordine restrittivo diramato dal giudice neozelandese. Un abbraccio a Steve "Megawoz" Wozniak e poi la dichiarazione di guerra: il progetto Megabox stenderà le grandi etichette
15 Commenti alla Notizia Megabox, partenza in ritardo
Ordina