Avvelenamento, IBM costretta al processo

Il giudice decide che alcuni degli ex dipendenti che hanno accusato l'azienda di averli consapevolmente intossicati hanno il diritto a trascinare IBM in aula. In gioco più di 250 casi

Santa Clara (USA) - Non ce l'ha fatta IBM ad evitare un procedimento legale che rischia di creare non poche grane al gigante dell'informatica. Alcuni dei suoi ex dipendenti, infatti, hanno ottenuto il diritto ad un processo nel quale IBM sarà imputata, accusata di non aver tutelato la salute dei propri lavoratori.

Come si ricorderà le denunce a carico di IBM sono numerose e addirittura 250 sarebbero i dipendenti coinvolti, nel periodo dai primi anni '80 agli anni '90 inoltrati, in cui in alcuni impianti del colosso informatico sarebbero state utilizzate sostanze nocive senza le necessarie precauzioni.

Il giudice Robert Baines aveva chiesto nelle scorse settimane ai legali delle parti di scegliere due casi a testa come "esempi" dei primi 40 esposti presentati contro IBM. I casi portati dai lavoratori sono passati entrambi mentre i due prescelti dagli avvocati IBM non arriveranno in tribunale perché non sufficientemente documentati.
Secondo uno dei legali degli ex dipendenti IBM, i due casi sui quali ci si confronterà sono quelli di due lavoratori "regolarmente esposti ad agenti chimici". "Finalmente - ha dichiarato - questa storia può essere portata in tribunale, in modo che tutti conoscano la verità".

Gli agenti chimici di cui si è parlato sarebbero, in particolare, arsenico e benzene, utilizzati apparentemente da IBM nella costruzione di semiconduttori e dischi rigidi negli impanti di San Jose e in altre fabbriche statunitensi.
TAG: mondo
5 Commenti alla Notizia Avvelenamento, IBM costretta al processo
Ordina
  • E' stato usato fino al 1992, anche se i primi rapporti sulla sua pericolosità risalgono a mezzo secolo fa.
    Ora Berl vuole bloccare tutte le pensioni di invalidità da amianto.....Triste
    NO COMMENT
    non+autenticato
  • La gente si fida di questi tizi qui.
    Si sa che IBM non ha mai rispettato leggi, individui e procedure. Perché dovrebbe iniziare a farlo oggi?

    Avete venduto l'anima al diavolo, ma continuate pure ad attaccare la MS o l'Apple, che almeno hanno la faccia tosta (io direi trasparenza) di far sapere dove stanno mirando.

    Sarà bello quando nel 2014 sentiremo parlare di come IBM sia colpevole per aver ucciso linux, a cose compiute, ormai, da anni.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > La gente si fida di questi tizi qui.
    > Si sa che IBM non ha mai rispettato leggi,
    > individui e procedure. Perché dovrebbe
    > iniziare a farlo oggi?
    >
    > Avete venduto l'anima al diavolo, ma
    > continuate pure ad attaccare la MS o
    > l'Apple, che almeno hanno la faccia tosta
    > (io direi trasparenza) di far sapere dove
    > stanno mirando.
    >
    > Sarà bello quando nel 2014 sentiremo parlare
    > di come IBM sia colpevole per aver ucciso
    > linux, a cose compiute, ormai, da anni.

    Sai, è molto facile entrare nelle grazie degli utenti linux, con la fame che hanno di consensi basta dire W Linux e ti saranno grati in eterno, chiunque tu sia.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > La gente si fida di questi tizi qui.
    > Si sa che IBM non ha mai rispettato leggi,
    > individui e procedure. Perché dovrebbe
    > iniziare a farlo oggi?

    Parla con cognizione di CAUSA !!!

    Io lavoro da 12 anni in IBM in Milano e devo dire che se ci fosse solo il 10% di aziende italiane che rispettano i propri lavoratori come li rispetta la IBM Italia , non parleresti così.

    Ma d'altronde è piuttosto facile parlare di realtà
    nelle quali non si la benchè minima esperienza.
    non+autenticato
  • Salutami il Bertolan e la Pacchia..Occhiolino
    non+autenticato