Con la musica in testa

Grazie a un sistema basato sulla conduzione ossea del suono

Chi ama ascoltare la musica in metro, in autobus o in ufficio si trova ad utilizzare per lo più le classiche cuffie o gli auricolari con filo. Questi, per la maggior parte delle volte, si rivelano piuttosto scomodi, proprio a causa della capacità del cavo di impigliarsi ovunque. Una valida aternativa potrebbe essere quella di utilizzare il berretto Cynaps.

Cynaps


Si tratta di un cappello Bluetooth che integra delle cuffie a conduzione ossea. Questa tecnologia consente di ricevere il suono, tramite connessione senza fili, direttamente dallo smartphone o dal PC, e propargarlo all'interno dell'orecchio sfruttando la vibrazione. Il dispositivo montato internamente al berretto è in grado di fungere anche da sistema per la risposta alle chiamate telefoniche: sulla visiera sono implementati, oltre ad un microfono, i comandi per rispondere ad una chiamata, agganciare e variare il volume. Gli stessi pulsanti possono essere utilizzati per ascoltare la musica e scegliere il brano preferito dal menù di riproduzione.


Cynaps è alimentato da una batteria ricaricabile che promette fino a 30 giorni in standby e dalle 6 alle 10 ore di utilizzo continuo.

Attualmente il progretto è stato presentato su Indiegogo per la richiesta di finanziamenti. L'inizio purtroppo non è stato molto promettente, a 27 giorni dal termine si è ben lontani dalla cifra richiesta, segno che in molti nutrono qualche diffidenza nei confronti di questa nuova tecnologia. Chi è certo che il berretto potrebbe migliorare la propria esperienza musicale, potrà acquistare al prezzo di 60 il cappello già pronto all'uso o, al prezzo di 50 dollari, il kit da installare direttamente sul berretto.



(via SlashGear)
TAG: gadget
1 Commenti alla Notizia Con la musica in testa
Ordina