Cristina Sciannamblo

Corea del Nord, Eric Schmidt naviga all'universitÓ

Il presidente di Google in visita con una delegazione statunitense. Sconosciute le ragioni del viaggio. Se ne avvantaggiano alcuni studenti: che per qualche ora possono accedere a Internet

Roma - La Corea del Nord è uno di quei paesi in cui l'accesso a Google, e in generale a Internet, diventa un privilegio anziché una banale azione quotidiana come accade in gran parte dei paesi del mondo. Grazie alla visita di Eric Schmidt, presidente della Grande G, gli studenti della Kim Il Sung University di Pyongyang hanno avuto la possibilità di accedere alle pagine del motore di ricerca.

Schmidt ha preso parte a un viaggio umanitario organizzato dall'ex governatore del New Mexico Bill Richardson. Secondo quanto riportato dalle cronache d'Oltreoceano, la delegazione statunitense sarebbe stata condotta presso il laboratorio di informatica dell'università della capitale nord coreana, dove uno studente avrebbe mostrato come accedere a Internet per ottenere materiale di studio presente sul sito dell'ateneo a stelle e strisce Cornell University.

La piattaforma online scelta dagli studenti coreani per condurre lo studio è stata proprio il motore di ricerca di Mountain View. Un evento eccezionale come sottolineato da molti, poiché lo stesso laboratorio, così come il resto dei PC in Nord Corea, è connesso a una sorta intranet locale che consente l'accesso a fonti di informazione controllate dal governo.
Non sono state chiarite le ragioni del viaggio che ha portato nel paese orientale, oltre a Eric Schmidt, Jared Cohen, direttore di Google Ideas. Il presidente di Google è il manager statunitense di più alto profilo che decide di visitare il paese da quando il leader politico Kim Jong-un ha preso il potere circa un anno fa. Un viaggio che, a quanto pare, sembra aver destato qualche preoccupazione nelle stanze di Washington. (C.S.)
Notizie collegate