VeriSign ritira Site Finder

Per una volta l'ICANN mostra i muscoli e l'azienda che ha reinstradato il traffico internet ci ripensa. Ma ha già nominato una Commissione per riattivare al più presto il suo servizio

New York (USA) - Dopo un paio di settimane di roventi polemiche e dopo essersi messa contro quella parte di internet che si occupa della sua gestione e del suo sviluppo, VeriSign è tornata sui propri passi e ha deciso di sospendere, per ora, il suo servizio Site Finder.

Come si ricorderà, VeriSign ha di recente introdotto un sistema che ridirige sul proprio servizio tutto il traffico internet di quegli utenti che, inserendo nella barra del browser una URL.com o.net, sbagliano la digitazione. Una pratica condannata dagli esperti che ha già fruttato all'azienda una denuncia da 100 milioni di dollari e altri procedimenti giudiziari appena avviati da aziende concorrenti.

Ora però VeriSign ci ripensa. E non è un caso, visto che per una volta nella sua storia l'ICANN, l'organismo di supervisione dei domini, ha deciso di prendere una posizione molto dura in merito, accusando VeriSign di aver violato il contratto che le consente di amministrare tecnicamente i domini.com e.net. Una accusa che, sulla carta, avrebbe potuto portare alla revoca di questa amministrazione a VeriSign.
L'azienda, comunque, non è né pentita di quanto ha combinato né intenzionata a sottostare all'ultimatum dell'ICANN senza reagire. "Rispetteremo la richiesta - ha spiegato VeriSign - mentre esploreremo le opzioni a nostra disposizione". VeriSign ha già nominato una propria Commissione di esperti che dovrà immaginare una via per restaurare Site Finder in un modo accettabile. Secondo ICANN, il servizio di Verisign "ha avuto un effetto sostanzialmente negativo sulla stabilità di internet". Per VeriSign non sarà facile tornare indietro...
25 Commenti alla Notizia VeriSign ritira Site Finder
Ordina
  • sta appunto nella gestione gerarchica dei domini...leggettevi qualcosa su questo nuova gestione "anarchica" (--leggi--> più decentralizzata --leggi--> più nello stile della Rete) dei nomi di dominio:

    http://www.autistici.org/DNA/

    saluti
    Zirgo
    non+autenticato
  • internet dovrebbe essere decentralizzata e in questi casi mostra chiaramente di NON esserlo affatto
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > internet dovrebbe essere decentralizzata e
    > in questi casi mostra chiaramente di NON
    > esserlo affatto


    GODO! Ficoso
    non+autenticato
  • Verisign calcolava fin dall'inizio come opzione di mantenere il servizio qualche settimana per saggiare il terreno e per creare un precedente.

    Ora si dovrebbe revocare a Verisign la licenza di amministrazione ai domini .com e .net come monito per tutti!
    non+autenticato
  • E poi la pena di morte dai.
    non+autenticato
  • SCUSATE, MA A ME PIACEVA.

    UNICAMENTE PER UN MOTIVO , QUELLO SCHIFO di Internet Explorer se non trova un sito usa msn per trovarlo..e questo sistema evitava al msn di aprirsi.

    Saluti
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > SCUSATE, MA A ME PIACEVA.

    Il tasto "CAPS-LOCK" si trova sulla parte destra della tastiera, sotto il tasto "TAB" e sopra il tasto "SHIFT".

    > UNICAMENTE PER UN MOTIVO , QUELLO SCHIFO di
    > Internet Explorer se non trova un sito usa
    > msn per trovarlo..e questo sistema evitava
    > al msn di aprirsi.

    Il sistema di versign, oltre a andare contro gli standard, aveva delle ripercussioni molto gravi nella gestione dei DNS, dei mail-server, ... Internet non e' solo Internet Explorer

    11237

  • - Scritto da: Giambo
    > Il tasto "CAPS-LOCK" si trova sulla parte
    > destra della tastiera, sotto il tasto "TAB"
    > e sopra il tasto "SHIFT".
    che fai digiti allo specchio???

    magari sei mancino e hai trovato la tastiera per mancini....

    Occhiolino

    Fan Linux
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > > Il tasto "CAPS-LOCK" si trova sulla parte
    > > destra della tastiera, sotto il tasto
    > "TAB"
    > > e sopra il tasto "SHIFT".
    >   che fai digiti allo specchio???
    >
    > magari sei mancino e hai trovato la tastiera
    > per mancini....

    Scrib-scrib ... " Mai e poi _mai_ postare su PI senza aver prima bevuto la Tazzona Gigante di caffe' ultra-denso"Sorride
    11237

  • - Scritto da: Anonimo
    > SCUSATE, MA A ME PIACEVA.
    >
    > UNICAMENTE PER UN MOTIVO , QUELLO SCHIFO di
    > Internet Explorer se non trova un sito usa
    > msn per trovarlo..e questo sistema evitava
    > al msn di aprirsi.

    E usare un altro browser no?

    Opera, mozilla, netscape...
  • Quello schifo di internet explorer ha un'opzione nelle impostazioni avanzate che permette di disabilitare la ricerca su msn.
    Meglio usare la testa che cambiare i meccanismi della rete x uno schifo di browser no?
    non+autenticato
  • se cerchi in giro ci sono dei siti dove si spiega come fare per far diventare quella paginetta msn in google o farla del tutto sparire.


  • - Scritto da: Anonimo
    > SCUSATE, MA A ME PIACEVA.
    >
    > UNICAMENTE PER UN MOTIVO , QUELLO SCHIFO di
    > Internet Explorer

    Guarda che non c'entra nulla il browser... quel sistema metteva fuori uso la gestione degli errori sui domini DNS perche' ti ritornava SEMPRE un indirizzo valido anche se il dominio NON esisteva. Questo ha avuto ripercussioni ANCHE nelle reti locali dove si usa comunque un DNS sia per la risoluzione delle zone locali che x i domini esterni. Quando cercavi un indirizzo sarcaxo.rete.net ti ritornava un IP (sbagliato) che poi veniva pure messo in cache dal DNS locale facendoti perdere un gran tempo a capire perche' (pur risolvendo "correttamente") l'host era irragiungibile.

    Quindi che piaccia o meno la paginetta di Verisign, questa cosa e' fuori standard e non deve avvenire.

    non+autenticato
  • Quello schifo di Exploder????
    Caro il mio UTONTO ti faccio presente che oltre a Micr0$0ft Exploder ci sono anche altri browser : Netscape , Mozilla , Opera, Konqueror sono i piu' diffusi, piu' tutti gli altri.
    Exploder nonostante tutte le piu' recenti patch ha ancora grossi problemi di sicurezza , informati , leggi e prova a fare lavorare quei 3 neuroni che ti ritrovi nella noce di cocco.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Quello schifo di Exploder????
    > Caro il mio UTONTO ti faccio presente che
    > oltre a Micr0$0ft Exploder ci sono anche
    > altri browser : Netscape , Mozilla , Opera,
    > Konqueror sono i piu' diffusi, piu' tutti
    > gli altri.
    > Exploder nonostante tutte le piu' recenti
    > patch ha ancora grossi problemi di
    > sicurezza , informati , leggi e prova a fare
    > lavorare quei 3 neuroni che ti ritrovi nella
    > noce di cocco.
    Mi sembra che si stia esagerando, addirittura 3? Non ci posso credere...
    Sorride
    non+autenticato
  • > Guarda che non c'entra nulla il browser...
    > quel sistema metteva fuori uso la gestione
    > degli errori sui domini DNS perche' ti
    > ritornava SEMPRE un indirizzo valido anche
    > se il dominio NON esisteva. Questo ha avuto
    > ripercussioni ANCHE nelle reti locali dove
    > si usa comunque un DNS sia per la
    > risoluzione delle zone locali che x i domini
    > esterni. Quando cercavi un indirizzo
    > sarcaxo.rete.net ti ritornava un IP
    > (sbagliato) che poi veniva pure messo in
    > cache dal DNS locale facendoti perdere un
    > gran tempo a capire perche' (pur risolvendo
    > "correttamente") l'host era irragiungibile.
    >
    > Quindi che piaccia o meno la paginetta di
    > Verisign, questa cosa e' fuori standard e
    > non deve avvenire.
    >
    Concordo pienamente.

    E' aggiungo che la cosa e' tanto piu' grave per il fatto che VeriSign e' il gestore dei domini e dovrebbe avere un atteggiamento superpartes...e non confondere chi cerca un dominio magari sbagliando la digitazione con inserzioni mirate a pagamento.

    C'e' da dire che gia' Networksolutions, di proprieta' di VeriSign, ci aveva abituato a scherzetti che gli hanno fruttato un bel po' di $ approfittando della posizione dominante e mantenendo prezzi alti da 3 a 6 volte quello di altri piccoli domain registrar accreditati ICANN.

    Un appunto: cercare sempre le altre strade. Verificare le alternative possibili.
    non+autenticato
  • Ci hanno messo troppo, io gli avrei prima tagliato il tutto e poi gli avrei chiesti di disattivarlo. Ci sono una marea di realtà pronte a prendere il posto di Verisign nella gestione dei domini .com e .net, si sarebbero cagati sotto all'istante...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Ci hanno messo troppo, io gli avrei prima
    > tagliato il tutto e poi gli avrei chiesti di
    > disattivarlo. Ci sono una marea di realtà
    > pronte a prendere il posto di Verisign nella
    > gestione dei domini .com e .net, si
    > sarebbero cagati sotto all'istante...

    Bè, si. Che ci vuole...
    Ogni azienda che si rispetti ha già pronti server e connettività, e aspetta solo che qualche miliardo di persone inizi ad usare quei server, no?
    Senza contare che, perchè scadano le deleghe dai root server dovremmo aspettare *minimo* una settimana dal momento della variazione per poter dichiarare conclusa la storia sitefinder.
    Senza contare che gestire i domini non vuol dire solo dns, ma anche modifiche alle zone: interazione con gli organismi che registrano i domini, ...

    Ciao
  • si indubbiamente una migrazione ad un'altra societa di tutto il traffico e dsn, di verisign potrà avvenire solo nell'arco minimo di tre o 4 mesi....
    non+autenticato

  • - Scritto da: radel
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Ci hanno messo troppo, io gli avrei prima
    > > tagliato il tutto e poi gli avrei chiesti
    > di
    > > disattivarlo. Ci sono una marea di realtà
    > > pronte a prendere il posto di Verisign
    > nella
    > > gestione dei domini .com e .net, si
    > > sarebbero cagati sotto all'istante...
    >
    > Bè, si. Che ci vuole...
    > Ogni azienda che si rispetti ha già pronti
    > server e connettività, e aspetta solo che
    > qualche miliardo di persone inizi ad usare
    > quei server, no?
    > Senza contare che, perchè scadano le deleghe
    > dai root server dovremmo aspettare *minimo*
    > una settimana dal momento della variazione
    > per poter dichiarare conclusa la storia
    > sitefinder.
    > Senza contare che gestire i domini non vuol
    > dire solo dns, ma anche modifiche alle zone:
    > interazione con gli organismi che registrano
    > i domini, ...

    gente che ne sa quanto te, ecco quel che ci vuole.
    gente pronta a soffiare i guadagni a verisign
    non+autenticato