Mauro Vecchio

FCC, pi¨ spettro per il WiFi

Il chairman Julius Genachowski contro la congestione del traffico wireless. Prevista l'apertura di frequenze ora sfruttate dalla Difesa e da altre agenzie governative

Roma - All'ultima edizione del CES di Las Vegas, il chairman della Federal Communications Commission (FCC) Julius Genachowski ha annunciato l'imminente apertura di una "sostanziosa porzione" dello spettro elettromagnetico in terra statunitense, per aumentare la velocità media delle connessioni WiFi.

Nello specifico, la commissione a stelle e strisce ha deciso di liberare 195MHz nella banda 5GHz, che garantisce un livello d'interferenza minore rispetto ai 2,4GHz. Secondo Genachowski, l'apertura di questa nuova porzione dello spettro servirà a diminuire il pericoloso fenomeno di congestione del traffico legato alle ormai ubique attività wireless.

Dagli scali aeroportuali ai centri per congressi, un numero elevato di dispositivi connessi sta inevitabilmente saturando la disponibilità di banda. Ad oggi, un totale di 555MHz nella banda 5GHz è a disposizione per la navigazione e lo scaricamento di dati in modalità WiFi in terra statunitense.
La porzione indicata da Genachowski è attualmente sfruttata dal Dipartimento della Difesa e da altre agenzie di tipo governativo. Nel lungo periodo, il chairman di FCC vorrebbe aprire il 35 per cento dello spettro complessivo. "Siamo convinti che lo spettro può essere condiviso", ha spiegato alla platea di Las Vegas.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • BusinessLTE, le frequenze liberateDai palazzi romani arriva la notizia della disponibilitÓ delle frequenze per la diffusione delle connessioni wireless di nuova generazione. Qualcosa si muove anche sulle linee fisse, mentre gli operatori estendono i propri servizi
  • TecnologiaDARPA vuole 100 gigabit. E li vuole wirelessL'agenzia della difesa statunitense guarda al futuro delle comunicazioni senza fili sul campo di battaglia. Un futuro che dovrÓ portare la velocitÓ della fibra dove fibra non c'Ŕ