Cristina Sciannamblo

Google compra a Londra, Sony vende a New York

Nel 2016 termineranno i lavori per il nuovo quartier generale di BigG nella capitale britannica. Al costo di un miliardo di sterline. Mentre Sony vende per un miliardo di dollari il suo a Manhattan

Roma - Una superficie di oltre 9.700 metri quadrati nella zona londinese di King's Cross, situata a nord di Londra, acquistata per costruire un complesso costituito da due edifici di 7 e 11 piani dal costo di 1 miliardo di sterline (1,19 miliardi di euro): è quanto si propone di realizzare Google entro il 2016.

Mountain View si prepara dunque a trasferire le risorse umane attualmente impiegate presso gli uffici di Victoria e Holborn. La nuova sede di Google disporrà inoltre di abitazioni private, esercizi commerciali e altri uffici, e si aggiungerà ad altri grandi complessi in corso di edificazione come la struttura appartenente alla banca BNP Paribas e un centro educativo e culturale musulmano gestito dall'Imam Aga Khan.

Una notizia accolta con entusiasmo da Matt Brittin, vicepresidente per l'Europa settentrionale e centrale, per il quale si tratta di buone notizie per Google, per Londra e per la Gran Bretagna intera. "Si tratta di un grande investimento per Google" ha spiegato Brittin, il quale ha ricordato il grande impegno dell'azienda nel paese in cui è nato il computer e il World Wide Web.
E se Google acquista a Londra, Sony ha deciso di vendere il grande quartier generale di Madison Avenue a New York, a un prezzo di 1,1 miliardo di dollari (circa 826 milioni di euro). Si tratta della cifra più alta pagata da da due anni a questa parte nel mercato immobiliare USA (un buon segno per il mattone a stelle e strisce, dunque), che sarà versata al colosso nipponico dal costruttore Chetrit Group per l'acquisto. La vendita dello spazio immobiliare rappresenta una scelta strategica a detta del presidente di Sony America, Nicole Seligman, tanto che sarebbe in programma una mossa simile anche a Tokyo dicono i meglio informati. Come spesso accade in queste circostanze, Sony utilizzerà i soldi per far cassa e si è comunque garantita l'affitto a lungo termine di quegli stessi spazi per gli anni a venire.

Cristina Sciannamblo
Notizie collegate
  • AttualitàGoogle, quando lavorare non stancaBigG si riprende il primato nella classifica dei migliori posti di lavoro. Incoronata da quasi 20mila dipendenti in terra statunitense. Tra pasti gratuiti e piste da bowling. Il CEO Larry Page celebra lo spirito di famiglia
  • TecnologiaIl Googleplex è sempre più verdeGoogle rinforza il proprio parco macchine aggiungendo nuovi modelli di veicoli elettrici. In arrivo anche altre colonnine di rifornimento per i googler che hanno scelto il trasporto ecologico
  • BusinessSony, licenziamenti confermatiIl gigante nipponico ufficializza il taglio del 6 per cento della sua forza lavoro globale. Per un totale di 10mila dipendenti nelle varie divisioni. Si prevedono vendite per 10,5 miliardi di dollari entro il 2015
5 Commenti alla Notizia Google compra a Londra, Sony vende a New York
Ordina