Mauro Vecchio

Trademark, l'ira dei gaymer

Una comunitÓ omosessuale su Reddit dichiara guerra al blogger Chris Vizzini, accusato di voler sfruttare privatamente il marchio. Il termine gaymer deve restare generico e di pubblico dominio

Roma - Un'agguerrita petizione inviata all'Ufficio statunitense dei brevetti e dei marchi (USTPO), nella sfida legale tra la comunità dei gaymer - utenti omosessuali appassionati di videogiochi - su Reddit e il blogger Chris Vizzini. Con il supporto degli attivisti di Electronic Frontier Foundation (EFF), la sezione /r/gaymers sulla piattaforma di social news è così finita al centro dell'ennesima disputa sul trademark.

Gestore del sito web gaymer.org, Chris Vizzini aveva chiesto ai responsabili dell'USPTO di ottenere i diritti esclusivi di sfruttamento legale del marchio "gaymer", data la sua lunga esperienza nello specifico settore videoludico. "Ho avviato gaymer.org nel 2003, iniziando a costruire il termine come un marchio - ha spiegato il blogger statunitense in risposta alla petizione della comunità di Reddit - A quel tempo, esisteva solo un altro sito dedicato agli omosessuali appassionati di videogiochi".

Diverso il parere espresso dalla comunità online nella sua petizione: il termine anglosassone "gaymer" si riferisce in modo assolutamente generico a tutti i suoi membri, oltretutto sfruttato in raduni e convention come GaymerCon, ora rinominata GaymerX. I responsabili dell'USPTO non avrebbero mai dovuto concedere la registrazione del marchio al blogger a stelle e strisce. Perché - assicurano i membri di Reddit - il termine gaymer è e dovrà restare di pubblico dominio. (M.V.)
Notizie collegate
7 Commenti alla Notizia Trademark, l'ira dei gaymer
Ordina
  • Quando fai un MMO non sai neppure esattamente il sesso, l'età, la nazionalità e il credo del 90% delle persone che incroci. Per altro si tratta di informazioni del tutto irrilevanti GIUSTAMENTE.
    Quindi a che cavolo serve selezionare i videogiocatori in basa ai gusti sessuali? Gettizzarsi in un mondo in cui l'uguaglianza e la norma è assurdo.

    Scusate l'OT
    non+autenticato
  • Avevo pensato la stessa cosa, e neanche in forma di polemica ma semplice curiosità. Dovrebbe esistere allora anche EteroMer oppure PersoneCheAmanoIlBricolageMer? Cosa c'entra coi videogiochi? Poi dicono che sono discriminati...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 29 gennaio 2013 12.40
    -----------------------------------------------------------
  • In realtà il motivo è semplice: se sei gay e per sbaglio lo lasci sospettare quando giochi online molto probabilmente vieni spammato di insulti o preso in giro a oltranza, per cui sei costretto a stare molto attento a cosa dici e a cosa NON dici.

    Se non hai voglia di stare attento anche quando giochi ti trovi gente che sei sicuro che non ti insulta e con cui puoi parlare più liberamente.

    Uno che non ci è passato non ha minimamente idea di quanti commenti e opinioni sei costretto a sopprimere se vuoi essere lasciato in pace o se non vuoi diventare 'quello gay'.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Heiwa
    > In realtà il motivo è semplice: se sei gay e per
    > sbaglio lo lasci sospettare quando giochi online
    > molto probabilmente vieni spammato di insulti o
    > preso in giro a oltranza, per cui sei costretto a
    > stare molto attento a cosa dici e a cosa NON
    > dici.
    >
    > Se non hai voglia di stare attento anche quando
    > giochi ti trovi gente che sei sicuro che non ti
    > insulta e con cui puoi parlare più
    > liberamente.
    >
    > Uno che non ci è passato non ha minimamente idea
    > di quanti commenti e opinioni sei costretto a
    > sopprimere se vuoi essere lasciato in pace o se
    > non vuoi diventare 'quello
    > gay'.

    Effettivamente da sempre nei giochi online ci si dà con leggerezza del gay a vicenda per prendersi in giro e insultarsi più o meno bonariamente. Certo, non è un ambiente molto amichevole per i gay, quindi mi sono sempre astenuto personalmente.
    Funz
    12975
  • ... Che Chris Vizzini abbia inoltrato la richiesta solo ora, e non quando ha registrato il sito gaymer.org, nel 2003. Ammesso che la data indicata sia reale.
    Ci si sveglia solo 10 anni dopo?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio
    > ... Che Chris Vizzini abbia inoltrato la
    > richiesta solo ora, e non quando ha registrato
    > il sito gaymer.org, nel 2003. Ammesso che la data
    > indicata sia reale.
    >
    > Ci si sveglia solo 10 anni dopo?

    evidentemente solo ora ha fiutato l'affare. lo stile e' da patent troll: lascio diffondere la tecnologia e poi passo a battere cassa. ma la megge non ammette scuse, no?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio
    > ... Che Chris Vizzini abbia inoltrato la
    > richiesta solo ora, e non quando ha registrato
    > il sito gaymer.org, nel 2003. Ammesso che la data
    > indicata sia reale.
    >
    > Ci si sveglia solo 10 anni dopo?

    deve stare attento quello li'. come niente si ritrova sotto casa una ventina di transgender che lo massacrano a colpi di tacchi a spillo e borsettate (tutta roba di marca, non i cloni dei vu' cumpra)
    non+autenticato