Le offerte wi-fi di Telecom Italia

Piacciano o no sono quelle che passa l'operatore dominante che annuncia: tutto gratis fino a marzo 2004 per chi si abbona entro il 31 dicembre. Chi traina la corsa al wireless?

Roma - A tre settimane dalla grande rinuncia, quando Telecom Italia ha dovuto fare retromarcia sull'acquisizione del provider wi-fi Megabeam, l'incumbent torna sulla materia formalizzando le sue offerte per l'accesso wireless broad band.

In una nota, Telecom Italia ha annunciato "Wi-Fi Area", un'offerta di accesso wi-fi nei luoghi pubblici abilitati, i famosi "hot spot", che si diversifica a seconda del target.

Al target "famiglie, professionisti e piccole e medie imprese", Telecom offre una formula pay-per-use. Priva di canone, consente di navigare da qualsiasi hot spot Telecom al costo di 2,5 euro per ogni ora di connessione. Al target "business", invece, l'abbonamento mensile consente di collegarsi per 4,95 euro all'ora. L'incumbent ha anche attivato "formule flat", rivolte a chi è spesso fuori dalla propria sede di lavoro.
Chi utilizza il wi-fi occasionalmente, invece, potrà acquistare presso le wi-fi area di Telecom dei "pass a tempo", in pratica dei prepagati che garantiranno per un giorno o una intera settimana la possibilità di accedere wi-fi per un certo numero di ore.

Ai target che si abbonano entro il 31 dicembre 2003, Telecom Italia offrirà gratuitamente l?utilizzo del servizio fino al 29 febbraio 2004 (azzeramento del costo orario per la formula pay per use, azzeramento del canone per le formule a canone).

"Entro la fine dell?anno - dichiara la nota dell'incumbent - saranno circa 200 le location abilitate in Italia, che diventeranno circa un migliaio nel 2004, oltre alle circa 2.000 all?estero".
39 Commenti alla Notizia Le offerte wi-fi di Telecom Italia
Ordina
  • dopo il bagno di sangue per le licenze UMTS esce fuori che c'è un sistema free liberamente sfruttabile e implementabile: Stiamo pagando l'incompetenza e l'avidità dell'industria sostenuta dal potere legislativo.
    In parole povere: siamo fottuti e mazziati
    non+autenticato
  • mmm... non sono della stessa opinione!
    Telecom non è affatto leader nel settore Wi-Fi e con questi prezzi dubito che lo sarà mai.

    Roberto
    www.retisenzafili.com
    non+autenticato
  • Bah, chi vuole può collegarsi dalle wifi senza WEP, ce ne sono molte in DHCP....

    Perchè pagare?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Bah, chi vuole può collegarsi dalle wifi
    > senza WEP, ce ne sono molte in DHCP....
    >
    > Perchè pagare?
    Gia' hihihihehehA bocca aperta
    non+autenticato
  • Abitando in un palazzo diciamo di 10 appartamenti, ci si mette d'accordo in assemblea per un abbonamento ADSL o fibra ottica (diciamo 1 Mbit) a nome del condominio e si piazza in terrazza un access point. Gli altri condomini potrebbero così accedere con schede wi-fi da casa e le spese di abbonamento vengono sostenute con la rata condominiale, un pò come pagare l'acqua e/o la tv satellitare condominiale insomma.
    non+autenticato
  • Quanche settimana fa avevo guardato il contratto di fastweb pensando proprio a quello che hai scritto tu e ho trovato che l'abbonamento è personale e non intestabile in quel modo. Per cui andrebbe intestato a uno solo dei condomini e la soluzione sarebbe illegale.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Quanche settimana fa avevo guardato il
    > contratto di fastweb pensando proprio a
    > quello che hai scritto tu e ho trovato che
    > l'abbonamento è personale e non intestabile
    > in quel modo. Per cui andrebbe intestato a
    > uno solo dei condomini e la soluzione
    > sarebbe illegale.

    Come ho detto altrove, non dimenticarti che siamo in Italia. Sarà anche proibito, ma se lo fai con un po di discrezione non vedo come possano sgamarti. Non mi ci vedo proprio il mitico col. Rapetto che batte a tappeto le città italiane con uno sniffer per reti WiFi di condominio abusive...A bocca aperta
    non+autenticato
  • In Italia esistono già centinaia o forse migliaia di soluzioni come quella che vuoi realizzare tu: Access point che non trasmettono il beacon, settati con una lista chiusa di mac address, e crittati con chiave wep a 64bit.

    O meglio, non esistono, ma funzionano benissimo.
    Vedrai che entro breve questo tipo di collegamento verrà liberalizzato, o almeno così scriveva quest'estate "il Sole 24Ore".

    Dai tempo al tempo...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > In Italia esistono già centinaia o forse
    > migliaia di soluzioni come quella che vuoi
    > realizzare tu: Access point che non
    > trasmettono il beacon, settati con una lista
    > chiusa di mac address, e crittati con chiave
    > wep a 64bit.

    Il wep si cracca con una facilita' disarmante (enon e' questione di lunghezza della chiave) il protocollo e' "bacato" .. non nel senso che e' c'e' un "bug" ma proprio in se il protocollo e' bucabile per come e' fatto.

    Ci sono (per fortuna) altri mezzi per proteggersi ma non contare sul wep se non vuoi avere "amare sorprese" Occhiolino

    >
    > O meglio, non esistono, ma funzionano
    > benissimo.
    > Vedrai che entro breve questo tipo di
    > collegamento verrà liberalizzato, o almeno
    > così scriveva quest'estate "il Sole 24Ore".
    >
    > Dai tempo al tempo...
    non+autenticato
  • cioe'?
    che sistemi?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > cioe'?
    > che sistemi?
    Una quantita' ma tutti basati su "protocolli applicativi" che cifrano "in proprio".
    na tecnica molto usata e quella dei "captive portals".
    Personalmente uso un "captive portal" (nocat) modificato e certificati X509 per l'autenticazione e lo scambio di chiavi "primarie" che poi vengono utilizzate per generare chiavi di sessione ricalcando lo schema del protocollo 802.1X Sorride
    Ma ci sono altre possibilita' (anche piu' semplici) dipende da cosa devi fare! Occhiolino
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > cioe'?
    > > che sistemi?
    > Una quantita' ma tutti basati su "protocolli
    > applicativi" che cifrano "in proprio".
    > na tecnica molto usata e quella dei "captive
    > portals".
    > Personalmente uso un "captive portal"
    > (nocat) modificato e certificati X509 per
    > l'autenticazione e lo scambio di chiavi
    > "primarie" che poi vengono utilizzate per
    > generare chiavi di sessione ricalcando lo
    > schema del protocollo 802.1X Sorride
    > Ma ci sono altre possibilita' (anche piu'
    > semplici) dipende da cosa devi fare! Occhiolino
    P.S. (sono l'autore del post) mi scordavo di dirti se sei un utente "winzozzo" (come immagino tu possa essere) ti passo qualche link per documentarti e implementare soluzioni "winzozze"

    http://www.drizzle.com/~aboba/IEEE/11-03-154r1-I-V...
    http://www.microsoft.com/windows2000/server/evalua...
    http://www.80211-planet.com/news/article.php/97570...
    http://www.80211-planet.com/news/article.php/10254...
    http://www.interepoch.com.tw/ProductSpec/Software/...

    Ma ovviamente ripeto puoi trovare anche altro Occhiolino
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > > cioe'?
    > > > che sistemi?
    > > Una quantita' ma tutti basati su
    > "protocolli
    > > applicativi" che cifrano "in proprio".
    > > na tecnica molto usata e quella dei
    > "captive
    > > portals".
    > > Personalmente uso un "captive portal"
    > > (nocat) modificato e certificati X509 per
    > > l'autenticazione e lo scambio di chiavi
    > > "primarie" che poi vengono utilizzate per
    > > generare chiavi di sessione ricalcando lo
    > > schema del protocollo 802.1X Sorride
    > > Ma ci sono altre possibilita' (anche piu'
    > > semplici) dipende da cosa devi fare! Occhiolino
    > P.S. (sono l'autore del post) mi scordavo di
    > dirti se sei un utente "winzozzo" (come
    > immagino tu possa essere) ti passo qualche
    /....../
    > Ma ovviamente ripeto puoi trovare anche
    > altro Occhiolino


    tipo questo http://www.cisco.com/warp/public/707/cisco-sn-2003...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > >
    > > > - Scritto da: Anonimo
    > > > > cioe'?
    > > > > che sistemi?
    > > > Una quantita' ma tutti basati su
    > > "protocolli
    > > > applicativi" che cifrano "in proprio".
    > > > na tecnica molto usata e quella dei
    > > "captive
    > > > portals".
    > > > Personalmente uso un "captive portal"
    > > > (nocat) modificato e certificati X509
    > per
    > > > l'autenticazione e lo scambio di chiavi
    > > > "primarie" che poi vengono utilizzate
    > per
    > > > generare chiavi di sessione ricalcando
    > lo
    > > > schema del protocollo 802.1X Sorride
    > > > Ma ci sono altre possibilita' (anche
    > piu'
    > > > semplici) dipende da cosa devi fare!
    > Occhiolino
    > > P.S. (sono l'autore del post) mi scordavo
    > di
    > > dirti se sei un utente "winzozzo" (come
    > > immagino tu possa essere) ti passo qualche
    > /....../
    > > Ma ovviamente ripeto puoi trovare anche
    > > altro Occhiolino
    >
    >
    > tipo questo
    > http://www.cisco.com/warp/public/707/cisco-sn
    Certo se usi le password! pirlotto ! prova un po a montare un dictionary attack con autenticazione fatta coi certificati X.509 che cosi' si facciamo 4 o 5 risate!A bocca aperta
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > >
    > > > - Scritto da: Anonimo
    > > > >
    > > > > - Scritto da: Anonimo
    > > > > > cioe'?
    > > > > > che sistemi?
    > > > > Una quantita' ma tutti basati su
    > > > "protocolli
    > > > > applicativi" che cifrano "in
    > proprio".
    > > > > na tecnica molto usata e quella dei
    > > > "captive
    > > > > portals".
    > > > > Personalmente uso un "captive
    > portal"
    > > > > (nocat) modificato e certificati
    > X509
    > > per
    > > > > l'autenticazione e lo scambio di
    > chiavi
    > > > > "primarie" che poi vengono
    > utilizzate
    > > per
    > > > > generare chiavi di sessione
    > ricalcando
    > > lo
    > > > > schema del protocollo 802.1X Sorride
    > > > > Ma ci sono altre possibilita' (anche
    > > piu'
    > > > > semplici) dipende da cosa devi fare!
    > > Occhiolino
    > > > P.S. (sono l'autore del post) mi
    > scordavo
    > > di
    > > > dirti se sei un utente "winzozzo" (come
    > > > immagino tu possa essere) ti passo
    > qualche
    > > /....../
    > > > Ma ovviamente ripeto puoi trovare anche
    > > > altro Occhiolino
    > >
    > >
    > > tipo questo
    > >
    > http://www.cisco.com/warp/public/707/cisco-sn
    > Certo se usi le password! pirlotto ! prova
    > un po a montare un dictionary attack con
    > autenticazione fatta coi certificati X.509
    > che cosi' si facciamo 4 o 5 risate!A bocca aperta

    Solo pochi apparati permettoni di implementare auth tramite X.509, alla faccia dell 'interoperabilità !!!!!
    Facile fare la sicurezza coi soldi degli altri eh ?

    ti cito solo queste parole pirlotto :
    > > > > > cioe'?
    > > > > > che sistemi?
    > > > > Una quantita' ma tutti basati su " protocolli
    > > > > applicativi" che cifrano "in proprio".

    Hai forse letto da qualche parte "protocolli proprietari di cifratura" è l'hai interpretato alla tua maniera ???

    Continua a leggerti HackerJournal e lascia fare a chi sa risolvere i problemi pirlotto....
    non+autenticato
  • Secondo PI io pagherei 2,5 ? l'ora e con l'abbonamento 4,95 ? ?
    Mi sembrava strano ed ho provato a dare un'occhiata al sito 191 e l'offerta aziendale è al momento di un abbonamento mensile di 49,95 ? per scaricare 10GB al mese.
    Oppure intendevano l'abbonamento Smart wi-fi pro che con un canone di 4,95? al mese ti permette di scaricare 50MB in un mese, pagando 0,50? ogni MB aggiuntivo. Questo mi permetterebbe di scaricare un intero CD da internet al modico costo di circa 350? (un affarone, mi prudono le mani, quasi quasi chiamo e mi abbono subitoSorride )
    Al di là degli errori, mi sembra tutto un'idiozia come prezzistica. Avanti così, sull'onda del free simulato con costi orari pazzeschi (vedasi anche Alice free). Sicuramente non è questo il modo di convincere gli italiani (sempre più poveri) ad abbracciare le nuove tecnologie.
    CM
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Secondo PI io pagherei 2,5 ? l'ora e con
    > l'abbonamento 4,95 ? ?

    Si anchio non ho capito che wi-fi s'intende:

    1.quello dei telefonini che va a 9600 Kb/s!

    2.oppure quello di alice wireless...che è come dici te!

    3.oppure il wi-fi dei locali che uno paga la connessione e i frequentatori del locale si attaccano con il portatile.

    urge un chiarimento
    non+autenticato
  • In particolare, per le famiglie, i professionisti e le piccole e medie imprese è stata studiata una formula pay per use che, senza alcun canone, permette di navigare da tutti gli Hot Spot di Telecom Italia a soli 2,5 euro l?ora. Per la clientela business invece è previsto un abbonamento mensile che garantisce l?accesso al servizio a partire da 4,95 euro al mese per utilizzatore.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)