Fotocamera Sanyo filma in MPEG-4

Il produttore asiatico introdurrà a breve sul mercato giapponese, e più in là anche su quello europeo, una nuova fotocamera digitale capace di trasformarsi in una videocamera MPEG-4

Tokyo (Giappone) - Sanyo ha presentato un nuovo dispositivo palmare che combina le tipiche funzionalità di una macchina fotografica digitale con quelle di una videocamera consumer e che, prima nel suo genere, registra i filmati nel formato di compressione MPEG-4 su schede di memoria SecureDigital.

La Xacti DMX C-1, questo il nome della videocamera, è in grado di catturare sequenze di immagini a 30 frame al secondo con risoluzione VGA e comprimerle ad un bit-rate di 2-3 Mbps, circa 5 volte inferiore a quello delle video/fotocamere che adottano il formato Motion JPEG. Nonostante il basso bit-rate, Sanyo sostiene che la qualità delle immagini si mantiene sufficientemente elevata.

In concomitanza con il lancio sul mercato della Xacti DMX C-1, previsto per il 7 novembre in Giappone al prezzo di 75.000 yen (circa 580 euro), arriveranno in commercio le prime schede SecureDigital da 1 GB, una capacità sufficiente, secondo il produttore giapponese, per registrare fino a un'ora di video.
La macchina digitale di Sanyo integra, in 155 grammi di peso, un sensore da 3,2 megapixel e uno zoom ottico da 5,8x.
TAG: hw
4 Commenti alla Notizia Fotocamera Sanyo filma in MPEG-4
Ordina

  • Si sta finalmente realizzando la convergenza tra il mondo delle fotocamere digitali e quello delle videocamere miniDV.

    Già oggi le fotocamere hanno capacità audio/video e viceversa le videocamere miniDV hanno capacità still picture divenendo di fatto degli ibridi partendo da estremi opposti.

    Si tratta di vedere chi per primo giungerà alla piena convergenza, un dispositivo capace di video di lunga durata e foto digitali di alta qualità.

    Le fotocamere digitali sono ben posizionate e hanno le migliori carte tecnologiche per raggiungere per prime il traguardo della piena convergenza, magari sacrificando qualcosa in termini di compattezza: l'eliminazione della meccanica che caratterizza le videocamere miniDV significa la definitiva _fine_ dei rumori di fondo che assillano chi + chi - tutte le miniDV sotto i 1000euro.

    Il grosso scoglio rimane per ora la convenienza economica di una securecard da 1GB per un'ora di filmato, considerando che una videocassetta miniDV da 60min costa appena 7euro...

    Tamerlano
















    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Si sta finalmente realizzando la convergenza
    > tra il mondo delle fotocamere digitali e
    > quello delle videocamere miniDV.
    >
    > Già oggi le fotocamere hanno capacità
    > audio/video e viceversa le videocamere
    > miniDV hanno capacità still picture
    > divenendo di fatto degli ibridi partendo da
    > estremi opposti.
    >
    > Si tratta di vedere chi per primo giungerà
    > alla piena convergenza, un dispositivo
    > capace di video di lunga durata e foto
    > digitali di alta qualità.
    >
    > Le fotocamere digitali sono ben posizionate
    > e hanno le migliori carte tecnologiche per
    > raggiungere per prime il traguardo della
    > piena convergenza, magari sacrificando
    > qualcosa in termini di compattezza:
    > l'eliminazione della meccanica che
    > caratterizza le videocamere miniDV significa
    > la definitiva _fine_ dei rumori di fondo che
    > assillano chi + chi - tutte le miniDV sotto
    > i 1000euro.
    >
    > Il grosso scoglio rimane per ora la
    > convenienza economica di una securecard da
    > 1GB per un'ora di filmato, considerando che
    > una videocassetta miniDV da 60min costa
    > appena 7euro...
    >
    > Tamerlano

    Massi massi vedrai che ci arrivano il prezzo e' sempre una questione di "quantita" in queste cose vedrai che piu' ne faranno e meno costeranno del resto gli conviene pensa quello che risparmiano (come dici tu) eliminanto la meccanica il cui costo e' molto piu' difficile da ridurre! Occhiolino
    >
    >
    >
    >
    >
    >
    >    
    >
    >
    >
    >
    >
    >
    >
    >
    >
    non+autenticato
  • Se in Giappone costa circa 580 eurI, quindi rapportato ai loro stipendi come una usa e getta, da noi dovrebbe costare non + di 300 eur ii

    speriamo
    non+autenticato