Il Roomba degli schermi

Ecco come dire addio alle ditate sui display di cellulari e tablet

I display touchscreen sono molto comodi, ma hanno un difetto davvero odioso: con l'uso, si riempiono di strisciate e sporcizia dovute all'interazione fra la superficie e le dita. Nonostante i materiali protettivi impiegati dai produttori e i panni in microfibra, le ditate regnano sovrane sugli schermi di quasi tutti i device, a meno di non affidarsi alla soluzione della giapponese Takara Tomy: Auto Mee S.

Auto Mee S


Questo piccolo robot, altro non è che una sorta di Roomba in miniatura pensato per lavorare proprio sugli schermi di cellulari e tablet. Dotato di ruote morbide e due panni a disco girevoli, Auto Mee S si muove lungo la superficie dello schermo e lo pulisce rimuovendo impronte, sporcizia e polvere. I sensori aiutano il robot a riconoscere i bordi del dispositivo in modo da non cadere fuori dall'area da pulire.
Per quanto l'idea stupisca, bisogna pensare che questo gadget non garantisce un'igienizzazione profonda e non velocizza di certo le operazioni di pulizia.

Infatti, a fronte dei pochi secondi impiegati nella pulizia manuale con un panno, Auto Mee S impiega ben quattro minuti a pulire il display di uno smartphone di 3 - 5 pollici e ben otto minuti per pulire un display di un tablet da 7 a 10 pollici.

Inoltre, il robot usa una batteria AA ogni tre ore di pulizia.

Insomma, se l'operazione di pulizia manuale è stancante o seccante e si hanno circa 13 euro da "investire", si potrà acquistare Auto Mee S a partire dal prossimo 28 marzo, ma solo in Giappone.

(via Gizmodo)
TAG: gadget
4 Commenti alla Notizia Il Roomba degli schermi
Ordina