Alfonso Maruccia

LibreOffice taglia il traguardo della release 4.0

Nuova versione per la suite di produttività libera, che per l'occasione introduce notevoli migliorie al codice e alla interoperabilità con i formati e i sistemi di gestione. Un sogno che si realizza

Roma - The Document Foundation (TDF) ha rilasciato LibreOffice 4.0, ultima e rifinita versione della popolare suite di produttività open. Notevoli i miglioramenti rispetto al passato, e in confronto alla release 3.6(.x) si tratta in buona misura di un update che pensa più alla "sostanza" che al lato visibile delle cose.

La fondazione parla infatti di una "suite libera per ufficio che la comunità stava sognando dal 2001", incluso quindi il primo periodo di OpenOffice sino al forking che ha dato vita a LibreOffice nel 2010. Il codice di LibreOffice 4.0 è stato rifinito e rimaneggiato ("sette milioni di linee aggiunte e rimosse", sostiene TDF), e ora è "più facile da comprendere" e dà maggiori soddisfazioni a chi è disposto a impegnarsi nello sviluppo.

Una delle novità più significative per LibreOffice 4.0 è la capacità di integrarsi con i sistemi di gestione documenti e contenuti esistenti tramite lo standard CMIS (Content Management Interoperability Services), una tecnologia che permette alla suite di "parlare" con Alfresco, IBM FileNet P8, Microsoft Sharepoint 2010 e altre piattaforme cloud.
Gli sviluppatori hanno inoltre migliorato l'interoperabilità tra LibreOffice e i formati Office (DOCX e RFT) grazie a nuove funzionalità e miglioramenti come il supporto all'importazione di annotazioni e commenti relativi a intervalli di testo.

In concomitanza con l'uscita di LibreOffice 4.0, debutta poi una app per Android grazie alla quale poter controllare le presentazioni create con Impress da un PC Linux. La seconda release della app, dicono da TDF, introdurrà il supporto agli OS Windows e Mac OS X.

Nel commentare la nuova release di LibreOffice, il presidente del consiglio di amministrazione di TDF Florian Effenberger descrive il software come "una pietra miliare per l'interoperabilità e una base eccellente per l'attività di rinnovamente dell'interfaccia utente". "Il nostro progetto non è solamente in grado di attrarre con regolarità nuovi sviluppatori - continua Effenberger - ma crea anche una piattaforma aperta e trasparente per la collaborazione, basata su una forte etica Free Software, dove i volontari e le persone pagate dalle aziende per lavorare su LibreOffice lavorano al raggiungimento dello stesso obiettivo". LibreOffice 4.0 è disponibile per Windows, Mac (Intel o PowerPC) e Linux sui server del sito ufficiale.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaLibreOffice, nuovo upgradeLa suite di produttività FOSS raggiunge un nuovo, importante traguardo con la nuova major release 3.6. Un gran numero di novità riguardanti l'interfaccia, le singole applicazioni e la tecnologia di base
102 Commenti alla Notizia LibreOffice taglia il traguardo della release 4.0
Ordina
  • ma perché non è ancora stato rilasciato OpenOffice 4.0 ?
  • ... quanti eoni ci mettono il quel di Canonical ad aggiornare i repository? Non ho molta "esperienza diretta" con Canonical.

    Se > 6 mesi vado di terminale e relative "desktop integration", altrimenti aspetto anche.
    non+autenticato
  • - Scritto da: crumiro
    > ... quanti eoni ci mettono il quel di Canonical
    > ad aggiornare i repository? Non ho molta
    > "esperienza diretta" con Canonical.

    per non aspettare:
    1) disinstalla libreoffice (la versione installata dai repository di ubuntu)
    2) scarica libreoffice dal sito ufficiale
    3) installalo a mano
    ciao
    non+autenticato
  • Okay, questo lo so anche io... però essendo che non è che ho tutta questa urgenza mi domandavo quali erano i tempi di Canonical.

    Grazie comunque per la risposta!
    non+autenticato
  • Di solito Canonical non aggiorna i repository per questi programmi quando manca poco tempo alla nuova versione di ubuntu. Troverai sicuramente la nuova versione di libreoffice su ubuntu 13.04 ma non credo che aggiornino i repo per ubuntu 12.10. Puoi installarli a mano come spiegato prima o aggiungere i repository ufficiali di libreoffice. Ciao
    non+autenticato
  • Avete visto la pubblicità di Ni No Kuni qui su PI? Ho notato che il video promo è fatto dal mitico Studio Ghibli, ma faranno un film o è solo un gioco?

    Io ho solo questo dello Studio:
    http://it.wikipedia.org/wiki/La_citt%C3%A0_incanta...

    molto belloSorride

    http://it.wikipedia.org/wiki/Ni_no_Kuni

    Pare che sia solo un gioco RPG.
  • - Scritto da: Sandro kensan
    > Avete visto la pubblicità di Ni No Kuni qui su

    Magari per una volta disattivo ABP? ;p

    > PI? Ho notato che il video promo è fatto dal
    > mitico Studio Ghibli, ma faranno un film o è solo
    > un
    > gioco?

    solo gioco
    Non mi interessa granché (non mi compro la PS!) però 'sti pezzenti lo fanno arrivare in inglese e solo sottotitolato in italiano.
    Grande considerazione dei distributori per il mercato italiano dei VG, pure il film più scrauso che mandano al cinema almeno un doppiaggio dimmerda ce lo buttano dentro.

    > Io ho solo questo dello Studio:
    > http://it.wikipedia.org/wiki/La_citt%C3%A0_incanta
    >
    > molto belloSorride

    Cattateli tutti, dal primo all'ultimo, counque quello è uno dei miglioriOcchiolino
    I miei altri preferiti: Laputa, Totoro, Nausicaa e Mononoke.
    Funz
    11235
  • Shhh ma sai che poi arriva lo sveglione che dice merda del doppiaggio è che vuole tutto in lingua originale con i sotto titoli lilipuziani ?
    Sgabbio
    26178
  • - Scritto da: Sgabbio
    > Shhh ma sai che poi arriva lo sveglione che dice
    > merda del doppiaggio è che vuole tutto in lingua
    > originale con i sotto titoli lilipuziani
    > ?


    Mi hai tolto le parole di bocca!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Sgabbio
    > Shhh ma sai che poi arriva lo sveglione che dice
    > merda del doppiaggio è che vuole tutto in lingua
    > originale con i sotto titoli lilipuziani
    > ?

    no, guarda, anche io oramai sono abituato ai sub e li preferisco a un doppiaggio "da videogioco", ovvero generalmente scadente.

    Però una roba mainstream per il grande pubblico, per bambini, se non ci metti il doppiaggio ti tagli le pa**e da solo e ti releghi da solo ad un pubblico di appassionati adulti.
    Quello che volevo dire è: i VG hanno un giro d'affari parecchie volte più grande di quello del cinema (tralasciando gli sproloqui sull'Arte di maxsixCon la lingua fuori), ma vengono trattati commercialmente come roba di serie C.

    Ma tanto chi se ne importa, tanto non compro certo la PS solo per Ni no Kuni...
    Funz
    11235
  • - Scritto da: Grauso
    > Non sarà RTF?

    Forse e' WTF!
  • - Scritto da: Grauso
    > Non sarà RTF?

    E' il famosissimo 'Read The Fucking...'
  • Eh almeno ora libreosshit riesce salvare in un formato ISO decente ... forse con qualche calcio e bustarella si decideranno a formalizzare odf 1.2 entro il 2050...

    Formato iso decente ? A parte che il famoso OOXML non viene supportato nemmeno da microsoft stessa, che con suon di mazzette l'ha messo come standard solo per ripicca del ODFA bocca aperta
    Sgabbio
    26178
  • il formato doc esiste dalla nascita di office

    quindi (doc) merita il primato assoluto in tutti i sensi
    non+autenticato
  • e poi qualunque cosa installo nei pc metto sempre doc di default

    il formato doc è sempre stato universale

    letto pure da koffice, microsoft works, staroffice, abiword, eccetera...
    non+autenticato
  • una pagina word vuota pesa 25k

    se zippi la pagina diventa 4k

    e quindi?

    allega ora questo word zippato

    e dopo vai a zappare
    non+autenticato
  • - Scritto da: dalek
    > una pagina word vuota pesa 25k
    >
    > se zippi la pagina diventa 4k
    >
    > e quindi?
    >
    > allega ora questo word zippato
    >
    > e dopo vai a zappare

    Il problema non è solo lo spazio occupato. Ma il formato proprietario. Allegando un .doc rendi più difficile la lettura del file. Se la formattazione del file è complessa non viene aperta bene. Non puoi costringere un utente a usare MS OFFICE!! Lo scambio di informazioni deve avennire sempre con formati aperti leggibili bene da qualsiasi programma.

    MS OFFICE vuole rendere veramente .doc standard e non standard per monopolio? Bene renda aperta la sua piattaforma per ufficio cosi è integrabile su qualsiasi programma anche ABIWORD! O se usa i formati standard!

    Io a casa uso LibreOffice e non sono certo disposto a mettere MS OFFICE!!
  • - Scritto da: thebecker
    > Bene renda aperta la
    > sua piattaforma per ufficio cosi è integrabile su
    > qualsiasi programma anche ABIWORD! O se usa i
    > formati
    > standard!
    Non ci sarebbe bisogno nemmeno di rendere aperto Office.
    Basterebbe rilasciare i sui formati come standard e implementarli come descritto.

    Cosa che MS non ha fatto nemmeno con OOXML, che ha rilasciato come standard ma che lo ha implementato come tale solo per metà.
    Darwin
    4852
  • > Io a casa uso LibreOffice e non sono certo
    > disposto a mettere MS
    > OFFICE!!
    Che problema c'è ti passo l'iso + la fix?
    non+autenticato
  • Forse hai letto ma di sicuro, se hai letto, NON hai capito.
    Il problema principale con il formato doc NON è la dimensione del file MA il vendor lock-in che crea.
    Ma che te lo dico a fare...

    http://en.wikipedia.org/wiki/Vendor_lock-in

    PS
    Quando non capisci cerca almeno di essere un po' educato
    non+autenticato
  • Ma scusa, perdi tempo inutilmente.
    Tanto lui apre emule, o bittorrent, scarica la suite iperprofescional con tutti gli ammenicoli e la installa, ma tutta tutta eh, anche le cose che non servono a nessuno, e usa quella scrocco e si trova benissimo!

    Che problema c'è?
    Ponzi ponzi popopò!
    non+autenticato
  • - Scritto da: dalek
    > e poi qualunque cosa installo nei pc metto sempre
    > doc di
    > default
    >
    > il formato doc è sempre stato universale
    >
    > letto pure da koffice, microsoft works,
    > staroffice, abiword,
    > eccetera...

    Il formato di default é docx e il 99,99% degli utenti usa solo docx e questo in micrisift lo sanno bene.
    Ho pure visto un paio di offerte di lavoro dove si chiedeva di inviare curriculum solo in docx (ovviamente le ho scartate subito).
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)