Mauro Vecchio

Microsoft cancella i brevetti Motorola

Un giudice federale di Washington invalida 13 titoli controllati dalla società acquisita da Google. Definizioni troppo generiche delle tecnologie di compressione H.264. Cosa farà adesso BigG?

Roma - C'è un piccolo colpo di scena nella causa che vede contrapposte Microsoft e Motorola, in riferimento a tre brevetti sulle tecnologie legate al formato di compressione video H.264. Un giudice federale del distretto di Washington ha optato per annullare ben 13 brevetti controllati da Motorola: una situazione che complica la vita a Motorola stessa e a Google, che ora ne è proprietaria.

In realtà, l'azienda di Mountain View aveva già deciso di ritirare le accuse contro Redmond, che a sua volta aveva denunciato tassi di royalty eccessivamente alti per l'utilizzo autorizzato di tecnologie che - almeno teoricamente - dovrebbero essere concesse a condizioni FRAND (giuste, ragionevoli e non discriminatorie). In aggiunta, Microsoft aveva chiesto al giudice statunitense di invalidare le richieste inoltrate da Motorola per il presunto sfruttamento indebito dei formati di codifica e decodifica nei contenuti video.

Accogliendo la tesi dei legali di Redmond, il giudice federale James Robart ha dichiarato non valide le pretese brevettuali di Motorola, a causa di definizioni troppo generiche delle sue tecnologie di compressione video. In altre parole, quando la società di Google ha parlato di strumenti o mezzi di decodifica, la corte non è riuscita a riscontrare un algoritmo specifico che risulti evidente ad un qualsiasi soggetto esperto. I brevetti di Motorola potrebbero dunque risultare applicati a qualsiasi strumento software in grado di decodificare dati digitali, e pertanto non sono compatibili con l'ordinamento statunitense in materia.
Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàMicrosoft: Motorola, facciamo la pace?Mentre Washington pensa a come bloccare i patent troll, Redmond propone un accordo trasversale e globale a Motorola. Non rinunciando però alle stoccate. E la controllata di Google non incassa volentieri, rispedendo la proposta al mittente
  • BusinessUSA, primo stop alla guerra dei brevettiDoJ e USPTO uniti per fermare la continua richiesta di bloccare la vendita di prodotti concorrenti. Le tecnologie standard vanno condivise. C'è bisogno di cambiare l'approccio al mercato
5 Commenti alla Notizia Microsoft cancella i brevetti Motorola
Ordina
  • Idealmente rigiocare la partita con un giudice della San Francisco Bay Area ... visto che M$ a Washington e' troppo ben piazzata da anni.Con la lingua fuori

    Seriously, se dovessero realmente andare a vedere quanti brevetti farlocchi hanno in pancia tutti (M$ per prima, seguita da Apple), l'USPTO e gli azzeccagarbugli di mezza nazione, andrebbero a fuoco
    non+autenticato
  • e cosa faranno microsoft e apple che posseggono altrettanti brevetti, altrettanto generici e sul medesimo oggetto?

    spero che i giudici siano imparziali anche quando si tratterà di bacchettare ms e i suoi tirapiedi
    non+autenticato
  • > spero che i giudici siano imparziali anche quando
    > si tratterà di bacchettare ms e i suoi
    > tirapiedi
    Spero lo sia anche tu altrettanto imparziale.
    Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > e cosa faranno microsoft e apple che posseggono
    > altrettanti brevetti, altrettanto generici e sul
    > medesimo
    > oggetto?

    Ti risulta che abbiano chiesto royalties esagerate per brevetti FRAND?

    > spero che i giudici siano imparziali anche quando
    > si tratterà di bacchettare ms e i suoi
    > tirapiedi

    Si bacchetta per motivi giustificati, non per gusto.
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: collione
    > e cosa faranno microsoft e apple che posseggono
    > altrettanti brevetti, altrettanto generici e sul
    > medesimo
    > oggetto?
    >
    Non risulta nessuna violazione al frand dalle suddette.

    > spero che i giudici siano imparziali anche quando
    > si tratterà di bacchettare ms e i suoi
    > tirapiedi

    Intanto il grande spione prende un'altra bottarella.
    Una qua e una la....

    Ah si lo sapete che Schmidt se ne va?
    Ha detto che non gli interessa più il Grande Spione.

    Chissà come mai eh.
    maxsix
    8954