Perché la petizione è partita da PI

di Andrea De Andreis. Sarebbe stato possibile per Punto Informatico non occuparsi di questa nuova normativa così pericolosa?

Roma - E ' stata una scelta difficile, ragionata, pensata per giorni ma alla fine abbiamo capito che non potevamo farne a meno. Se qualcuno avesse intrapreso un'iniziativa simile l'avremmo preferito. Nessuno però ne ha parlato, nessuno si è mosso per tentare di organizzare un coro per dire NO alla nuova legge sull'editoria (62/2001).

Punto Informatico avrebbe preferito non sobbarcarsi l'onere di una petizione che raccogliesse i malumori di tante persone perché non è un giornale politico e non intende esserlo: ci occupiamo di Internet e di nuove tecnologie e meno che mai sta a noi stabilire "regole".

Come hanno fatto le altre testate giornalistiche, avremmo potuto tacere e approfittare di una legge che promette agevolazioni economiche e la riduzione della concorrenza. Avremmo potuto fare a meno di sollevare il problema ed evitare il confronto su questa legge, che rischia di diventare uno strumento censorio e arbitrario, ma che fa tanto comodo ai politici, ai giornalisti e alle aziende (anche non editrici!).
Punto Informatico ha fondato la sua esistenza su un rapporto leale e diretto con i propri lettori, ha accettato il confronto con loro perché siamo convinti che è l'unico modo di crescere, di migliorarsi e di avvicinarsi ad una parvenza di Verità. Chi segue PI da qualche tempo conosce la trasparenza con cui il giornale affronta qualsiasi informazione o argomento.

Ci siamo trovati però a constatare come la corporazione degli editori e dei giornalisti ha preferito non riferire, non aprire un dibattito che riteniamo invece fondamentale: senza libertà di parlare, di informare, di discutere non ci può essere crescita culturale. Internet è uno strumento ormai solo relativamente nuovo che permette a chiunque di dire la sua, come mai è stato prima.

Ma è proprio questa Internet, quella del confronto e della crescita culturale, a spaventare i poteri forti: si pensi a cosa significa oggi, per un politico, schierarsi contro queste corporazioni! Siamo in piena campagna elettorale e l'ultima cosa che si cerca è lo scontro con chi l'informazione la trasmette alla gente: il rischio è quello di venire dimenticati, di non essere eletti.

Nei forum di PI abbiamo assistito in questi giorni a prese di posizione di ogni genere, a volte esagerate, febbrili e sconclusionate, altre volte illuminate, ragionate e ricche di spunti di riflessione. Eppure qualcuno pensa che questa occasione di confronto sulla legge sull'editoria sia inutile, che vada sottaciuta. La latitanza dei maggiori media scritti e parlati è massiccia. Che il tema invece sia scottante lo dimostrano le dichiarazioni contraddittorie arrivate un po' da tutte le parti: c'è chi interpreta in un modo e chi in un altro, evidenziando soprattutto che questa legge è fatta male ed è di difficile interpretazione.

Di sicuro porterà benefici solo a chi di privilegi ne ha già acquisiti (ad esempio, per accedere ai finanziamenti bisogna essere testata giornalistica da almeno tre anni).

Andrea De Andreis
TAG: censura
30 Commenti alla Notizia Perché la petizione è partita da PI
Ordina
  • Sarebbe stato meglio se aveste preso un dominio (non costa neanche 100 carte) e se non aveste messo nessun banner nelle pagine dedicate alla protesta, almeno nessuno avrebbe avuto niente da ridire.

    mARCOs
    non+autenticato
  • - Scritto da: mARCOs
    > Sarebbe stato meglio se aveste preso un
    > dominio (non costa neanche 100 carte) e se
    > non aveste messo nessun banner nelle pagine
    > dedicate alla protesta, almeno nessuno
    > avrebbe avuto niente da ridire.
    > mARCOs

    un dominio con asp , con mail server capace di gestire il tutto (conferma via email che non so come si fa!) e disponibile in 24 ore con tutto quello lo spazio hosting?

    dimmi doveeeeeeeeeee che a centomila me lo piglioooo !!! ;D

    ps - di banner ora c'e' caino, ma non so se pagano quelli
    non+autenticato


  • - Scritto da: DocumentDone
    > - Scritto da: mARCOs
    > > Sarebbe stato meglio se aveste preso un
    > > dominio (non costa neanche 100 carte) e se
    > > non aveste messo nessun banner nelle
    > pagine
    > > dedicate alla protesta, almeno nessuno
    > > avrebbe avuto niente da ridire.
    > > mARCOs
    >
    > un dominio con asp , con mail server capace
    > di gestire il tutto (conferma via email che
    > non so come si fa!) e disponibile in 24 ore
    > con tutto quello lo spazio hosting?
    >
    > dimmi doveeeeeeeeeee che a centomila me lo
    > piglioooo !!! ;D
    >
    > ps - di banner ora c'e' caino, ma non so se
    > pagano quelli

    Perché, Marco, hai bisogno di web-space?
    Bhè, non hai che da dirmelo...
    non+autenticato
  • ... ma non dite che non ci aveta guadagnato nel farla (di quanto sono aumentati i vostri hit?)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Salkaner
    > ... ma non dite che non ci aveta guadagnato
    > nel farla (di quanto sono aumentati i vostri
    > hit?)

    Mah!, pero' ci sono anche i rischi.
    L'inimicarsi poteri forti non e' cosa da poco, sono cose che si pagano, mentre noi spariremo nell'anonimato loro, come testata, non potranno nascondersi alle eventuali vendette e invidie.

    E anche l'alto numero di contatti puo' rivelarsi un bel rischio, non e' infrequente il caso del cane che morde la mano che lo ... accarezza.

    Se volevano solo o sopratutto farsi pubblicita' sono stati dei fessacchiotti, gli conveniva farlo sfruttando qualche altro argomento molto meno pepato (che so mp3, chat, erotismo, ecc.)

    Salve
         Dbg
    non+autenticato
  • Forse quest'articolo ve lo potevate risparmiare.......
    non+autenticato
  • Quante Hit e quanti soldi grazie ai banner commerciali che avete inserito avete guadagnato in piu' da quando avete iniziato questa petizione? PI mi sembra il posto meno adatto per parlare di leggi o iniaziare petizioni visto che e' addirittura una testa registrata e COMMERCIALE. Se questa non e' ipocrisia. E non ci dite stronzate del tipo "giorni a pensarci", ma dovevamo farlo... MA PER FAVORE! ho quasi pianto leggendo questa stronzata di articolo! IPOCRITI!! Sono partite TANTE altre iniziative NON COMMERCIALI insieme alla vostra, avreste dovuto appoggiale contando sul vostro pubblico e non IGNORARLE come avete fatto solo per non farvi sfuggire il pubblico e le firme che tanto bramate. UNA CURIOSITA': le trentamila "firme" della petizione sono in realta' nomi abbinati ad e-mail di persone reali... VI VENDERETE ANCHE QUELLE A FINE PETIZIONE o lo avete gia' fatto? IPOCRITI!
    non+autenticato


  • - Scritto da: LA VERITA' FA MALE
    > Quante Hit e quanti soldi grazie ai banner
    > commerciali che avete inserito avete
    > guadagnato in piu' da quando avete iniziato
    > questa petizione? PI mi sembra il posto meno
    > adatto per parlare di leggi o iniaziare
    > petizioni visto che e' addirittura una testa
    > registrata e COMMERCIALE. Se questa non e'
    > ipocrisia. E non ci dite stronzate del tipo
    > "giorni a pensarci", ma dovevamo farlo... MA
    > PER FAVORE! ho quasi pianto leggendo questa
    > stronzata di articolo! IPOCRITI!! Sono
    > partite TANTE altre iniziative NON
    > COMMERCIALI insieme alla vostra, avreste
    > dovuto appoggiale contando sul vostro
    > pubblico e non IGNORARLE come avete fatto
    > solo per non farvi sfuggire il pubblico e le
    > firme che tanto bramate. UNA CURIOSITA': le
    > trentamila "firme" della petizione sono in
    > realta' nomi abbinati ad e-mail di persone
    > reali... VI VENDERETE ANCHE QUELLE A FINE
    > PETIZIONE o lo avete gia' fatto? IPOCRITI!

    Esagerato, sei un EXHAUST (TUBO DI SCARICO) di CORTINE FUMOGENE.


    non+autenticato
  • Bravo: facendo così faciliti il compito dei censori, dei bigotti che hanno ideato la legge, e credo che tu lo faccia volontariamente. Viva PI, viva la libertà!

    - Scritto da: LA VERITA' FA MALE
    > Quante Hit e quanti soldi grazie ai banner
    > commerciali che avete inserito avete
    > guadagnato in piu' da quando avete iniziato
    > questa petizione? PI mi sembra il posto meno
    > adatto per parlare di leggi o iniaziare
    > petizioni visto che e' addirittura una testa
    > registrata e COMMERCIALE. Se questa non e'
    > ipocrisia. E non ci dite stronzate del tipo
    > "giorni a pensarci", ma dovevamo farlo... MA
    > PER FAVORE! ho quasi pianto leggendo questa
    > stronzata di articolo! IPOCRITI!! Sono
    > partite TANTE altre iniziative NON
    > COMMERCIALI insieme alla vostra, avreste
    > dovuto appoggiale contando sul vostro
    > pubblico e non IGNORARLE come avete fatto
    > solo per non farvi sfuggire il pubblico e le
    > firme che tanto bramate. UNA CURIOSITA': le
    > trentamila "firme" della petizione sono in
    > realta' nomi abbinati ad e-mail di persone
    > reali... VI VENDERETE ANCHE QUELLE A FINE
    > PETIZIONE o lo avete gia' fatto? IPOCRITI!
    non+autenticato
  • vi avrà anche fatto schifo farlo ma di sicuro ne avete avuto i vostri vantaggi no ?Sorride
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)