Mauro Vecchio

Eric Schmidt, il lungo addio a Google?

Il chairman di BigG venderà un pacchetto di oltre 3 milioni di azioni dalla sua quota nell'azienda di Mountain View: una liquidità di 2,5 miliardi di dollari. Per gettarsi definitivamente in politica?

Roma - Nei documenti presentati alla statunitense Securities and Exchange Commission (SEC), l'attuale chairman di Google Eric Schmidt ha pianificato la vendita di oltre 3 milioni di azioni per una riduzione del 42 per cento della sua personale quota nell'azienda di Mountain View.

Nel corso del 2013 - le operazioni di vendita saranno graduali per evitare ripercussioni sul titolo in Borsa - l'ex-CEO di BigG guadagnerà un totale di circa 2,5 miliardi di dollari, in modo da "diversificare i suoi asset e ottenere maggiore liquidità".

Con un patrimonio netto di 7,5 miliardi di dollari (secondo Forbes) Eric Schmidt non sembrava obbligato a vendere il 2,3 per cento dell'intera Google per una maggiore liquidità.
Dopo aver lasciato al co-fondatore Larry Page la poltrona di CEO, Schmidt è entrato sempre più attivamente in politica, tra i principali finanziatori dell'ultima campagna elettorale che ha portato alla conferma di Barack Obama. Lo stesso presidente statunitense lo avrebbe considerato tra i papabili per la carica di segretario al commercio o di chief technology officer del governo di Washington. (M.V.)
Notizie collegate
  • Digital LifeEric Schmidt e la minaccia cineseNel suo prossimo saggio sulla rivoluzione digitale il chairman di Google profetizza l'imminente dominio asiatico nel cyberspazio. Gli hacker d'Oriente sarebbero meglio attrezzati. E protetti da leggi conniventi
  • AttualitàEric Schmidt e le nuove nazioni della tecnologiaI rapporti tra Google e Apple sarebbero più simili a quelli di due stati maturi che alle beghe infantili di due ragazzini armati fino ai denti. Ma al chairman non va giù il rifiuto di Maps e YouTube. E si sorprende per l'andamento della guerra dei brevetti
12 Commenti alla Notizia Eric Schmidt, il lungo addio a Google?
Ordina