Tesi informatiche e ricchi premi

Anche quest'anno AICA e Federcomin promuovono un premio da 10mila euro per le tesi ritenute migliori nel settore dell'informatica e in quello delle telecomunicazioni. Laureati all'erta, ecco di che si tratta

Roma - C'è tempo fino alla fine di quest'anno per partecipare alla seconda edizione di un concorso per neolaureati con cui verranno assegnati due premi da 5mila euro per i migliori lavori sull'informatica e sulle telecomunicazioni.

Il concorso è rivolto ai neolaureati in discipline tecniche ed informatiche e ad organizzarlo sono AICA (Associazione Italiana per l'Informatica ed il Calcolo Automatico) e Federcomin (Federazione di Confindustria per le imprese delle comunicazioni e dell'informatica).

All'edizione 2003 del concorso "Premi di Laurea Federcomin-AICA" possono partecipare tutti i laureati in università italiane la cui tesi abbia trattato tecnologie dell'informazione e della comunicazione e loro applicazioni.
Il concorso è riservato ai laureati che abbiano conseguito il titolo accademico in corsi almeno quadriennali nel periodo compreso tra il primo gennaio e il 30 novembre 2003, con un punteggio non inferiore a 105/110 o 96/100, in uno dei seguenti corsi di laurea:

Ingegneria Informatica
Ingegneria delle Telecomunicazioni
Ingegneria Gestionale
Scienze dell'Informazione (Facoltà di Scienze MMFFNN)
Informatica (Facoltà di Scienze MMFFNN)
Economia o altro Corso di Laurea della Facoltà di Economia

La domanda di partecipazione al concorso dovrà essere presentata entro il 31 dicembre 2003 a: "Segreteria del premio di laurea Federcomin-AICA? (Via Barberini, 11 - 00187 Roma)" oppure inviando una email a: premiolaurea@federcomin.it. La consegna dei premi avverrà nel corso di una cerimonia che si svolgerà entro il primo trimestre 2004.

Ulteriori informazioni sono disponibili in AICA (tel. 02-7645501 - aica@aicanet.it) e Federcomin (tel. 06-421401 - premiolaurea@federcomin.it).

Un altro concorso indetto da AICA, questa volta con CMG, premia la migliore tesi di laurea su argomenti inerenti alla valutazione delle prestazioni dei sistemi informatici e delle reti telematiche. Per maggiori informazioni clicca qui.
TAG: italia
3 Commenti alla Notizia Tesi informatiche e ricchi premi
Ordina
  • Non basta aver cancellato la parola dottore vicino alla parola laurea, adesso si dimostra la validita' della riforma dell'universita' italiana dando premi a chi consegue lauree "almeno quadriennali", ovvero NESSUNO, perche' le lauree, ad eccezione di medicina, sono TUTTE triennali.

    Quindi il premio e' rivolto agli specializzandi, pare, ma la specializzazione post laurea dura solo 2 anni.

    Speriamo che i cervelli piccoli piccoli piccoli di chi guarda al mondo del lavoro non facciano naufragare la riforma universitaria, riducendola ad una scusa per dare 2 lire in mano ai LAUREATI senza specializzazione.
    non+autenticato
  • Ci sono alcune facoltà che mantengono ancora i corsi di laurea quadriennali (es: Economia alla Bocconi, Giuriprudenza a Roma TorVergata...). Ovviamente sono destinati a scomparire per far posto alle triennali.

    Comunque, hai ragione a dire che questi premi sono solo per i specializzandi. In fondo era più giusto che li definissero così come sono, non spacciarli quindi per premi per laureati.

    A me e ad altri, laureati trienn. in ingegneria informatica, manca meno di 1 anno per finire la specialistica, ma comunque niente partecipazione (eppure, a vedere, si tratta di anche più di 4 anni.. ). Aspetteremo la prossima volta! Ciao!
    non+autenticato
  • ...vedere che facoltà come economia sono dentro e altre come matematica fuori...

    Si capisce cos'è l'IT per lItalia.