Mauro Vecchio

Australia: bruciate le mappe di Apple

La Country Fire Authority (CFA) di Victoria sconsiglia l'uso delle Apple Maps contenute nell'app FireReady. Numerosi errori di posizionamento renderebbero vano l'intervento tempestivo contro gli incendi

Roma - Già finite nel mirino della polizia australiana, le indicazioni geolocalizzate nelle mappe di Apple hanno scatenato nuove polemiche sulla presenza di pericolose inesattezze propinate a tutti i possessori di iPhone e iPad. I vertici della Country Fire Authority (CFA) dello stato di Victoria hanno infatti sconsigliato l'utilizzo dell'applicazione iOS FireReady per la segnalazione in tempo reale degli incendi.

In base alle linee guida imposte dalla Mela ai suoi sviluppatori, l'app sfrutta esclusivamente le informazioni geolocalizzate delle mappe di Cupertino. Ma le Apple Maps conterrebbero una serie di vistosi errori nel posizionamento geografico di numerose cittadine nel più piccolo stato continentale dell'Australia. Tra le problematiche individuate dalla CFA, il fatto che le mappe iOS non permettano agli utenti di visualizzare contemporaneamente tutti i nomi dei centri urbani.

L'operato dei vigili del fuoco australiani sarebbe dunque compromesso dall'elevato grado di difficoltà nel capire l'esatta posizione di un dispositivo che decida di segnalare un incendio.
I vertici di CFA hanno dunque chiesto agli utenti di non affidarsi ai nomi di paesi e città e soprattutto di preferire la segnalazione degli incendi sulla base delle coordinate ricavate a mezzo GPS. (M.V.)
Notizie collegate
  • AttualitàApple Maps, ritorno in cittàI tecnici di Cupertino riportano al suo posto Mildura, dopo l'allarme lanciato dalla polizia australiana. I guidatori non verranno pių dirottati verso il deserto
26 Commenti alla Notizia Australia: bruciate le mappe di Apple
Ordina