Alfonso Maruccia

Oracle contro Google, appello per Java

Ricomincia lo spettacolo, questa volta fioccano le storie di fantasia ispirate ai romanzi di Harry Potter. L'azienda di Larry Ellison non ci sta e vuole sia fatta giustizia. Android č una copia di Java, e Mountain View va sanzionata

Roma - Come previsto e ampiamente prevedibile, Oracle ha dato il la al suo appello contro la decisione di scagionare Google dall'accusa di aver "rubato" il codice Java, codice che Oracle detiene dopo l'acquisto (salato) di Sun e la cui esclusività intende difendere sino in fondo.

La prima tornata dello scontro legale si è conclusa a favore di Google su tutta la linea, scagionando Mountain View dall'accusa di violazione del copyright e liquidando le minime somiglianze fra il codice della VM di Android e Java come "fair use" e quindi non sanzionabili. A Oracle è stato imposto persino il pagamento delle spese legali milionarie sostenute dalla difesa, ma ora la proprietaria di Java torna all'attacco aprendo l'appello con la descrizione di un ipotetico caso di violazione del copyright che nelle intenzioni dei legali sarebbe identico a quanto verificatosi nel caso di Google.

L'introduzione di Oracle parla di una certa "Ann Droid" (ogni riferimento a cose e fatti esistenti è puramente voluto?) che "vuole pubblicare un best seller", ottiene in anteprima una copia del quinto libro della saga di Harry Potter e nei copia i titoli dei capitoli, le frasi introduttive e altri piccoli pezzi.
Il libro scopiazzato viene pubblicato come "Ann Droid's Harry Potter 5.0", fantastica la difesa di Oracle, e diventa immediatamente popolare. In risposta all'accusa di violazione del copyright da parte dell'autrice originale, Ann Droid si appella al fair use:la stessa difesa che è servita a Google per farla franca con Java.

Ma Mountain View "ha copiato un blockbuster letterario tanto certamente, e inappropriatamente, quanto Ann Droid - e si è difeso nella stessa maniera", chiosa Oracle. La legge copyright è pensata per difendere qualsiasi lavoro creativo e quindi anche le API Java, dicono i legali di Oracle. La parola passa ora a Google.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
17 Commenti alla Notizia Oracle contro Google, appello per Java
Ordina
  • Ho sempre piu' l'impressione che alla Oracle abbiano messo una task force di cervelli allo studio di quali siano le azioni da intraprendere per rendersi piu' insopportabili possibile alla comunita' software internazionale, soprattutto a quella open.
    Pagliacci.
    non+autenticato
  • Ma java non era diventato Open Source ?
    non+autenticato
  • In parte lo è.

    O meglio, la class library e la vm lo sono. Le API però sono ancora sotto il diretto controllo di Oracle.
    Darwin
    5126
  • Come fa Mariuccia a dire che l'acquisto di Sun è stato salato?? L'unica argomentazione che potrebbe portare a favore della sua buffa tesi è che Sun era in difficoltà economiche. Ma in acquisti come questo non è MAI successo che le difficoltà economiche pesassero oltremisura.

    Vorrei ricordare cosa ha comprato Oracle:
    * server di fascia alta
    * il sistema operativo che gira su quei server
    * il linguaggio più usato dagli utenti Oracle
    * GlassFish
    * MySQL, cioè il concorrente più diffuso
    * OpenOffice
    * tante altre cose che ora non mi vengono in mente

    E ora, a pochissimo tempo dall'acquisizione, buona parte di questa roba è morta o è come se lo fosse. Hanno tenuto solo quello che gli serviva per continuare a fare quello che facevano già prima, il resto lo hanno distrutto indipendentemente dal suo valore. Perfino Java, che gli servirebbe eccome, ha avuto un violento arresto dopo l'acquisizione. Con MySQL, che hanno fatto? Hanno cancellato la versione 6 che era quasi finita, hanno preso una piccola parte di quelle feature, le hanno messe nella 5.6, e urlano ai quattro venti che è la "miglior versione di sempre" (e grazie al fallo: può una versione essere peggiore della precedente???).

    Io capisco che a Mariuccia non piaccia Android, ma santificare Oracle perché non gli piace un prodotto della concorrenza è un atteggiamento da adolescenti disagiati, più che da giornalisti...
    non+autenticato
  • Tra l'altro non è vero nemmeno che l'ha pagata salata.

    Sun è stata svenduta, se si fa riferimento al valore dei suoi prodotti: Solaris, Java, SPARC ecc. e nemmeno a causa di difficoltà economiche.

    È vero, Sun era indebitata fino al collo ed aveva un buco nei suoi bilanci (settore hardware) grosso quanto un buco nero, ma aveva il capitale umano necessario per risollevarsi.
    Il problema era la cattiva gestione che ha avuto, fatta di incompetenti (Schwartz in primis, ma anche tutto il resto del CdA...compreso McNealy) che non hanno saputo essere lungimiranti quanto lo erano gli ingegneri che vi lavoravano.

    Rock era una porcheria. Eppure è stato speso un sacco nella sua pseudo-ingegnerizzazione.
    SPARC era una architettura morta e sepolta da anni, ormai.
    Ottima sulla carta, certo, ma ormai non più allettante, considerando come gli Intel x86 costassero meno e lavorassero uguale, se non meglio. E soprattutto considerando che il legarsi mani e piedi ad una piattaforma non è una cosa che piace a tutti.

    La cattiva lungimiranza di Sun si è vista anche nel ritardare di molto l'adozione del multithreading sulle sue macchine, portando i suoi processori ad avere difetti nei consumi a causa dell'eccessiva potenza delle singole CPU.

    Difatti, le mosse nel settore hardware di Oracle dopo aver fagocitato Sun sono state l'eliminazione di Rock ed una riduzione della potenza delle CPU nei suoi SPARC SuperCluster.


    Sun avrebbe potuto non solo risollevarsi, ma diventare anche come l'attuale Apple: ricca e stabile.
    Invece, il suo CdA ha continuato a spendere nelle porcherie e buttare denaro in progetti assurdi e senza senso.

    MySQL è stato pagato uno sproposito ed è una porcata di Database.
    L'acquisto di VirtualBox è stato l'unico ad avere senso tra quelli fatti nei suoi ultimi anni di vita.

    Quello che io ho sempre pensato era che Sun avrebbe dovuto gettarsi nel mondo ARM, che è il futuro dei server basati su CPU RISC (come stanno facendo oggi HP e Dell).
    Aveva un buon progetto (osarm) a cui stava lavorando con NEC, ma lo ha iniziato troppo tardi.
    Anche OpenSolaris è iniziato troppo tardi. Sun avrebbe dovuto aprirsi alla community molto tempo fa', anzichè continuare a dormire sugli allori facendo sprofondare il suo eccellente sistema operativo nell'oblio, insieme ai compagni di merende AIX, IRIX e HP-UX.

    Sun è la nuova DEC, SPARC è il nuovo Alpha e Solaris è il nuovo IRIX.


    È finita. Purtroppo. Triste
    Darwin
    5126
  • Forse Oracle crede che la gente sia tutta scema (forse perchè è abituata ai suoi clienti...) e non capisca la differenza tra scopiazzare pari un libro e scriverne uno da zero utilizzando semplicemente la stessa lingua base es. l'inglese?

    Quindi tutti i libri nella stessa lingua risulterebbero una copia pari delle altre opere precedenti?

    Brava Oracle, ottima argomentazione per dimostrare che google non ha copiato niente!A bocca apertaA bocca aperta
    non+autenticato
  • "Dare il la" significava originariamente far sentire l'intonazione corretta a un gruppo di musicisti o cantanti in modo che si accordassero tutti sulla stessa nota, che in genere è il la: del resto anche il diapason è costruito per dare la nota la (precisamente il la3). L'espressione in senso esteso significa "dare l'avvio a qualcosa", "essere i primi a compiere un passo".

    In quanto nota musicale, la non vuole l'accento, diversamente da come scritto nell'articolo di Maruccia.
    non+autenticato
  • sono i refusi peggiori, passano i controlli ortografici e tu ti culli nella tua falsa sicurezza

    sistemato grazie
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)