Luca Annunziata

Tesla contro il New York Times

Il quotidiano pubblica una recensione non proprio positiva della berlina elettrica. L'azienda risponde per le rime e pubblica i registri interni dell'auto per contestare le conclusioni

Roma - Galeotto fu un pezzo pubblicato alla fine della scorsa settimana da John Broder: il reporter del New York Times lamentava di essere rimasto letteralmente "appiedato" per via della insufficiente autonomia della Tesla S che gli era stata affidata in prova. La berlina elettrica non aveva garantito quanto prometteva in fatto di durata della carica e percorrenza, nonostante i tentativi di ridurre al minimo i consumi anche abbassando al minimo il riscaldamento (e sulla costa est faceva freddo in quei giorni). Elon Musk, patron di Tesla, è andato su tutte le furie.

La prova imbastita da Broder prevedeva di andare da Washington a New York con una Tesla S rossa messa a disposizione dall'azienda. Un'occasione adatta anche a provare un nuovo dispositivo di ricarica a 480V della Tesla (Supercharger Station), che dovrebbe garantire in 30 minuti l'accumulo di abbastanza energia per 150 miglia di percorrenza (circa 240 chilometri) e la ricarica completa in 1 ora. Ma la situazione descritta è molto diversa: le prestazioni della vettura sarebbero state influenzate dalla bassa temperatura, con le batterie incapaci di reggere rispetto alle specifiche e fornendo un'esperienza deludente nel complesso.

Elon Musk, che di Tesla è fondatore e CEO, non ha preso molto bene la questione. Prima via Twitter e poi con un post sul blog aziendale ha provato a smontare l'articolo del NYT pubblicando tutti i log del computer di bordo della vettura: in sostanza, il reporter non avrebbe raccontato la verità su quanto accaduto (viene ad esempio citato un frangente in cui si parla del riscaldamento abitacolo abbassato di temperatura, che invece dai registri interni dell'auto risulta alzato), avrebbe ignorato i consigli dei tecnici Tesla su come gestire al meglio la vettura e addirittura "barato" girando in tondo in un parcheggio.
Broder non se l'è fatto dire due volte, e ha risposto quasi punto su punto alle accuse di Tesla. Di mezzo ci si è messo anche Peter Valdes-Dapena di CNNMoney che ha replicato, nel suo caso con successo e senza particolari difficoltà, l'itinerario del reporter del NYT. E ovviamente non mancano le disamine e analisi dei dati forniti dall'una e dall'altra parte, che tentano di capire chi abbia ragione tra il quotidiano di New York e l'azienda californiana.



Tesla non è nuova a battibecchi, anche in tribunale, con la stampa: nel 2011 aveva fatto causa alla BBC, dopo che durante la celebre trasmissione Top Gear la sua vettura precedente (la Tesla Roadster) aveva ricevuto una recensione poco lusinghiera. Anche in quel caso l'accusa di Tesla era stata di aver distorto la verità per descrivere negativamente le performance della vettura.

Luca Annunziata
34 Commenti alla Notizia Tesla contro il New York Times
Ordina
  • che remano contro le auto elettriche.
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > che remano contro le auto elettriche.

    l'anno scorso la rai fece un bel servizio sulle auto elettriche e sui piani delle case automobilistiche in proposito, ovviamente quasi nessuno a cagato un modello uno....
    Sgabbio
    26178
  • - Scritto da: prova123
    > che remano contro le auto elettriche.

    Non è che remino contro, è che ad oggi la tecnologia ha ancora dei limiti tremendi. Nel caso in esame, cosa c'è di male a dire che se lasci la tua macchina parcheggiata al freddo, arrivi all'indomani e l'autonomia si è più che dimezzata semplicemente stando lì? O che l'autonomia dichiarata la ottieni solo prestando più attenzione ai consumi che alla strada, guidando come una nonnina (e nota che la Tesla costa una barca di soldi e ha 400 cavalli o giù di lì)?
    Credo che la tecnologia "buona" già oggi sia quella delle ibride, che recuperano energia in frenata ma non hanno i limiti delle elettriche pure. Ottime per chi viaggia soprattutto nel traffico, visto che in autostrada rendono meno di una macchina convenzionale, pare che ci siano alcuni modelli davvero molto affidabili e relativamente abbordabili.
    Izio01
    4027
  • - Scritto da: Izio01
    > - Scritto da: prova123
    > > che remano contro le auto elettriche.
    >
    > Non è che remino contro, è che ad oggi la
    > tecnologia ha ancora dei limiti tremendi.

    I limiti ci sono. Ma c'é chi cerca di farli apparire molto peggio di quello che sono in realtá. Meglio che investire troppi soldi in innovazione, 'qualcuno' ha detto che i costi sono da masochisti.

    > Nel
    > caso in esame, cosa c'è di male a dire che se
    > lasci la tua macchina parcheggiata al freddo,
    > arrivi all'indomani e l'autonomia si è più che
    > dimezzata semplicemente stando lì?

    Forse prima di dirlo dovrebbero raccogliere un po di prove.

    > O che
    > l'autonomia dichiarata la ottieni solo prestando
    > più attenzione ai consumi che alla strada,
    > guidando come una nonnina (e nota che la Tesla
    > costa una barca di soldi e ha 400 cavalli o giù
    > di lì)?

    Si ma per quanto gli americani siano pendolari per tradizione non si fanno tutti i giorni il percorso New York - Washington.

    > Credo che la tecnologia "buona" già oggi sia
    > quella delle ibride, che recuperano energia in
    > frenata ma non hanno i limiti delle elettriche
    > pure. Ottime per chi viaggia soprattutto nel
    > traffico, visto che in autostrada rendono meno di
    > una macchina convenzionale, pare che ci siano
    > alcuni modelli davvero molto affidabili e
    > relativamente abbordabili.

    Si ma modelli di classe B che é quella piú venduta in Europa praticamente non ci sono. Si prova prima a mungere i clienti usando la scusa ecologica per spingerli su classi superiori.
    non+autenticato
  • - Scritto da: qualcuno
    > - Scritto da: Izio01
    > > - Scritto da: prova123
    > > > che remano contro le auto elettriche.
    > >
    > > Non è che remino contro, è che ad oggi la
    > > tecnologia ha ancora dei limiti tremendi.
    >
    > I limiti ci sono. Ma c'é chi cerca di farli
    > apparire molto peggio di quello che sono in
    > realtá. Meglio che investire troppi soldi in
    > innovazione, 'qualcuno' ha detto che i costi sono
    > da masochisti.
    >
    >
    > > Nel
    > > caso in esame, cosa c'è di male a dire che se
    > > lasci la tua macchina parcheggiata al freddo,
    > > arrivi all'indomani e l'autonomia si è più
    > che
    > > dimezzata semplicemente stando lì?
    >
    > Forse prima di dirlo dovrebbero raccogliere un po
    > di
    > prove.
    >

    Il giornalista infatti ha raccontato quello che gli è successo, guarda che non è mica un fenomeno sconosciuto, eh: Tesla usa parte della carica della batteria per mantenerla calda a macchina spenta in clima freddo.
    http://www.teslamotors.com/forum/forums/battery-ef...

    "When I left my car outside for 24h with temperatures ranging from low 40s to 20s I had 50 (rated) miles less the next morning"

    "I recently parked my 7-day old Model S (P85) overnight in Palo Alto with 49 rated miles left. Overnight temperatures dropped to below freezing. The next morning (at 32 degrees F)the battery gauge had fallen to 1 rated mile"
    Izio01
    4027
  • Si perdere 50 miglia di autonomia é una bella botta. Ma nel post precedente hai detto che l'autonomia si dimezza o peggio dopo una notte. La tua (o quella del giornalista) matematica fa un po acqua.
    non+autenticato
  • - Scritto da: qualcuno
    > Si perdere 50 miglia di autonomia é una bella
    > botta. Ma nel post precedente hai detto che
    > l'autonomia si dimezza o peggio dopo una notte.
    > La tua (o quella del giornalista) matematica fa
    > un po
    > acqua.

    Io ho letto l'articolo del giornalista, tu evidentemente no.
    Non ha lasciato la macchina fuori a "serbatoio pieno", ha visto che aveva ancora autonomia a sufficienza per raggiungere la stazione di rifornimento ed è andato a nanna tranquillo. In effetti ha perso due terzi, non la metà dell'autonomia rimasta, sono stato troppo generoso. Se calcolo di avere ancora 120 km di autonomia con la mia macchina, la mattina dopo sono ancora 120, non sono diventati 40.
    Allora, invece di pretendere di dare lezioni di matematica a tutti, prova a pensare che magari non c'è chissà che complotto dietro: semplicemente le macchine elettriche hanno dei problemi che possono essere limitanti. Possono andar bene per qualcuno ma sicuramente non sono adatte alle necessità di tutti.

    "I drove, slowly, to Stonington, Conn., for dinner and spent the night in Groton, a total distance of 79 miles. When I parked the car, its computer said I had 90 miles of range, twice the 46 miles back to Milford. It was a different story at 8:30 the next morning. The thermometer read 10 degrees and the display showed 25 miles of remaining range — the electrical equivalent of someone having siphoned off more than two-thirds of the fuel that was in the tank when I parked."
    Izio01
    4027
  • > Credo che la tecnologia "buona" già oggi sia
    > quella delle ibride, che recuperano energia in
    > frenata ma non hanno i limiti delle elettriche
    > pure. Ottime per chi viaggia soprattutto nel
    > traffico, visto che in autostrada rendono meno di
    > una macchina convenzionale, pare che ci siano
    > alcuni modelli davvero molto affidabili e
    > relativamente
    > abbordabili.

    Prova a confrontare il rendimento di una auto ibrida (benzina/elettrico) con il rendimento di un'auto a metano, e poi mi dici.

    L'unico limite è che i distributori di metano non sono ancora così diffusi... ma alla peggio esistono i kit per ricaricare l'auto in garage (non conviene, però, se si può evitare: il metano per uso domestico costa di più di quello dei distributori)
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    > > Credo che la tecnologia "buona" già oggi sia
    > > quella delle ibride, che recuperano energia
    > in
    > > frenata ma non hanno i limiti delle
    > elettriche
    > > pure. Ottime per chi viaggia soprattutto nel
    > > traffico, visto che in autostrada rendono
    > meno
    > di
    > > una macchina convenzionale, pare che ci siano
    > > alcuni modelli davvero molto affidabili e
    > > relativamente
    > > abbordabili.
    >
    > Prova a confrontare il rendimento di una auto
    > ibrida (benzina/elettrico) con il rendimento di
    > un'auto a metano, e poi mi
    > dici.
    >
    > L'unico limite è che i distributori di metano non
    > sono ancora così diffusi... ma alla peggio
    > esistono i kit per ricaricare l'auto in garage
    > (non conviene, però, se si può evitare: il metano
    > per uso domestico costa di più di quello dei
    > distributori)

    Ahah, a un certo punto avevo trasformato la mia vecchia Punto per andare a GPL: goduria!
    Il rendimento termico sempre quello è: siccome il GPL rende un po' meno della benzina, ci fai qualche km in meno. In compenso, il rendimento/$ è puro piacere, fai il pieno col sorriso! Ho scelto GPL perché lo stoccaggio è liquido e non solido, quindi la bombola è molto più piccola a parità di autonomia e non richiede revisioni annuali, sei solo tenuto a cambiarla dopo dieci anni. Molti più distributori e più rapido il pieno, non vedi alle stazioni di servizio le code che arrivano fino in strada, come capita a volte con i distributori di metano. Meno costoso l'impianto, un po' più costoso il carburante.
    Ottime soluzioni entrambe, in termini di risparmio. Il discorso delle ibride va più in là. Non è tanto il risparmio quanto l'efficienza globale del sistema, butti via meno energia quando freni o quando sei fermo nel traffico. E' per questo che mi piacciono, ma anche loro non vanno bene a tutti.
    Izio01
    4027
  • - Scritto da: Izio01

    > > > Credo che la tecnologia "buona" già
    > oggi
    > sia
    > > > quella delle ibride, che recuperano
    > energia
    > > in
    > > > frenata ma non hanno i limiti delle
    > > elettriche
    > > > pure. Ottime per chi viaggia
    > soprattutto
    > nel
    > > > traffico, visto che in autostrada
    > rendono
    > > meno
    > > di
    > > > una macchina convenzionale, pare che ci
    > siano
    > > > alcuni modelli davvero molto affidabili
    > e
    > > > relativamente
    > > > abbordabili.
    > >
    > > Prova a confrontare il rendimento di una auto
    > > ibrida (benzina/elettrico) con il rendimento
    > di
    > > un'auto a metano, e poi mi
    > > dici.
    > >
    > > L'unico limite è che i distributori di
    > metano
    > non
    > > sono ancora così diffusi... ma alla peggio
    > > esistono i kit per ricaricare l'auto in
    > garage
    > > (non conviene, però, se si può evitare: il
    > metano
    > > per uso domestico costa di più di quello dei
    > > distributori)
    >
    > Ahah, a un certo punto avevo trasformato la mia
    > vecchia Punto per andare a GPL:
    > goduria!
    > Il rendimento termico sempre quello è: siccome il
    > GPL rende un po' meno della benzina, ci fai
    > qualche km in meno. In compenso, il rendimento/$
    > è puro piacere, fai il pieno col sorriso!


    Spieghiamo a chi non è del ramo che il GPL costa poco perché gravano meno tasse e perché, essendoci incentivi per l'acquisto di auto GPL, non avrebbe senso disincentivarne l'uso con un carburante caro come la benzina o il gasolio. Il prezzo industriale è paragonabile a quello di questi due carburanti.

    Per completezza, in Italia hanno gli incentivi anche le auto elettriche... la cui vendita però non decolla, almeno per ora.
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > che remano contro le auto elettriche.

    Finchè il loro (s)bilancio energetico è come quello attuale non c'è molto da dire.

    Pacchi a 4 ruote.
    maxsix
    9374
  • La FIAT ha vinto una causa contro la trasmissione Annozero, e in particolare il giornalista Corrado Formigli, per un confronto decisamente inopportuno fra classi di auto diverse:

    http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2012-02-20/...

    Sette milioni di euro da risarcire.
    Eh sì, le case automobilistiche sono un filino permalose. A bocca storta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio
    > La FIAT ha vinto una causa contro la trasmissione
    > Annozero, e in particolare il giornalista Corrado
    > Formigli, per un confronto decisamente
    > inopportuno fra classi di auto
    > diverse:
    >
    > http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2012-02-20/
    >
    > Sette milioni di euro da risarcire.
    > Eh sì, le case automobilistiche sono un filino
    > permalose.
    >A bocca storta

    Guarda, ho seguito la vicenda, e - opinione personale - trovo scandaloso che Fiat abbia vinto.
    Classi diverse un corno: si parla dei modelli di punta per le "piccole", e il fatto che Fiat abbia scelto una cilindrata più piccola per via delle mirabolanti prestazioni del famoso MultiAir non cambia il fatto che la sua MiTo sia assolutamente comparabile alla Citroen DS3 come prestazioni, prezzo e dotazioni - la Mini invece è proprio un'altra fascia di prezzo. Solo che in pista le prende, e Fiat non vuole che a questo semplice fatto venga fatta pubblicità. Sarei curioso di vedere come uscirebbe Fiat dal confronto con una Opel Corsa OPC, che ha 192 cavalli e costa relativamente poco, sicuramente meno della MiTo Quadrifoglio Verde usata per il test.
    I legali Fiat hanno parlato di informazione parziale, visto che secondo Quattroruote alla fine MiTo vinceva per motivi piuttosto aleatori, quali il comfort e il prezzo (sicuramente vero contro Mini, ma non vedo come sia possibile contro Citroen). La tesi di Santoro era: a chi vuole una macchinetta sportiva, Fiat propone MiTo, che esteticamente è proprio bella ma dal punto di vista sportivo non regge il confronto. Io personalmente non vedo cosa ci sia di falso. Casomai avrebbero dovuto tirare in ballo la scarsissima affidabilità delle Alfa, marca che anche quest'anno è parecchio in fondo alla classifica di Altroconsumo e, mi pare, anche di Quattroruote (però ho visto la loro tabella di sfuggita da un concessionario, non sono abbonato).
    Se volessi acquistare una macchina di quel tipo, sarei contento di avere chi mi informa di cosa sia fumo e cosa arrosto; trovo che vietare questo tipo di confronti stabilisca un precedente molto pericoloso, non solo in campo automobilistico.
    Izio01
    4027
  • Trovo del tutto normale che Fiat abbia vinto: i periti nominati dal tribunale erano consulenti Fiat. Speriamo nell'appello.
    non+autenticato
  • Fix It Again Tony
    non+autenticato
  • - Scritto da: Rambolo
    > Fix It Again Tony

    Questa non l'ho capita... Newbie, inesperto
    non+autenticato
  • FIAT = Fix It Again Tony
    non+autenticato
  • - Scritto da: Rambolo
    > FIAT = Fix It Again Tony

    Ah, occhei. Sorride

    Ho sentito pure Fire In A Trunk.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio
    > - Scritto da: Rambolo
    > > FIAT = Fix It Again Tony
    >
    > Ah, occhei. Sorride
    >
    > Ho sentito pure Fire In A Trunk.

    Always Late In Takeoff, Always Late In Arrival
    :D
    Funz
    12974
  • La celebre puntata di Top Gear, una volta usciti i dietro le quinte, fu imbarazzante per la BBC...
    Spinsero l'auto dentro l'hangar, facendo credere che avesse finito l'energia, e smascherati si difesero dicendo:"Non abbbiamo mai detto di essere rimasti a piedi, era solo un modo per visualizzare cosa sarebbe potuto succedere una volta finite le batterie. Ma non siamo mai rimasti appiedati".

    Fecero vedere una scena in cui rimanevano a piedi sulla pista, lamentando che ambedue le roadster fossero indisponibili. Salvo poi precisare che hanno sempre avuto almeno una delle due roadster a disposizione, e che quello era un modo di visualizzare cosa sarebbe potuto succedere...".

    Che la storia si sia ripetuta o meno con il NYT, lo scopriremo più avanti, ma il fatto che un reporter di CNNMoney abbia già rifatto il percorso senza problemi, qualche indizio lo da...

    Mi preoccupa di più che i log della Tesla S siano in grado di memorizzare se ho girato in tondo in un parcheggio o meno...
    non+autenticato
  • >
    > Mi preoccupa di più che i log della Tesla S siano
    > in grado di memorizzare se ho girato in tondo in
    > un parcheggio o
    > meno...

    E' la prima cosa a cui ho pensato anch'io.
    Il lupo CAMBIA il pelo ma il vizio no eh.

    Vero Grande Spione?
    maxsix
    9374
  • - Scritto da: maxsix
    > >
    > > Mi preoccupa di più che i log della Tesla S
    > siano
    > > in grado di memorizzare se ho girato in tondo in
    > > un parcheggio o
    > > meno...
    >
    > E' la prima cosa a cui ho pensato anch'io.
    > Il lupo CAMBIA il pelo ma il vizio no eh.
    >
    > Vero Grande Spione?
    Beh, gli hanno dato un'auto in prova, mica l'ha comprata...
    Credo fosse del tutto loro diritto loggare cosa facesse con il loro mezzo.
    Certo, spero non sia così per le auto in produzione.

    By(t)e
    non+autenticato
  • - Scritto da: andbad
    > - Scritto da: maxsix
    > > >
    > > > Mi preoccupa di più che i log della Tesla S
    > > siano
    > > > in grado di memorizzare se ho girato in tondo
    > in
    > > > un parcheggio o
    > > > meno...
    > >
    > > E' la prima cosa a cui ho pensato anch'io.
    > > Il lupo CAMBIA il pelo ma il vizio no eh.
    > >
    > > Vero Grande Spione?
    > Beh, gli hanno dato un'auto in prova, mica l'ha
    > comprata...
    > Credo fosse del tutto loro diritto loggare cosa
    > facesse con il loro
    > mezzo.
    > Certo, spero non sia così per le auto in
    > produzione.
    >
    > By(t)e

    Sulle auto private i log sono attivabili solo con il consenso dell'utente. Sono invece attivi a priori su quelle consegnate ai giornalisti, dal caso Top Gear in poi.
    Izio01
    4027
  • - Scritto da: andbad
    > - Scritto da: maxsix
    > > >
    > > > Mi preoccupa di più che i log della Tesla S
    > > siano
    > > > in grado di memorizzare se ho girato in tondo
    > in
    > > > un parcheggio o
    > > > meno...
    > >
    > > E' la prima cosa a cui ho pensato anch'io.
    > > Il lupo CAMBIA il pelo ma il vizio no eh.
    > >
    > > Vero Grande Spione?
    > Beh, gli hanno dato un'auto in prova, mica l'ha
    > comprata...
    > Credo fosse del tutto loro diritto loggare cosa
    > facesse con il loro
    > mezzo.
    > Certo, spero non sia così per le auto in
    > produzione.
    >
    > By(t)e
    Solo Apple lo può fare!
    Occhiolino
    non+autenticato
  • Magari lo facesse !


    Si smaschererebbero in un attimo solo tutti i truffatori di finti incidenti e i pirati della strada.
    Certo per chi ama andare sulla Togliatti dalle 24 in poi qualche imbarazzo ci potrebbe essere, ma per gli onesti no!

    Il Principe
  • - Scritto da: Il Principe
    > Magari lo facesse !
    >
    >
    > Si smaschererebbero in un attimo solo tutti i
    > truffatori di finti incidenti e i pirati della
    > strada.
    > Certo per chi ama andare sulla Togliatti dalle 24
    > in poi qualche imbarazzo ci potrebbe essere, ma
    > per gli onesti
    > no!
    >
    > Il Principe

    Tu naturalmente non andresti MAI a 56 km/h dove c'è il limite di 50, vero?
    Izio01
    4027
  • No


    Il Principe
  • - Scritto da: Il Principe
    > Magari lo facesse !
    >
    >
    > Si smaschererebbero in un attimo solo tutti i
    > truffatori di finti incidenti e i pirati della
    > strada.
    > Certo per chi ama andare sulla Togliatti dalle 24
    > in poi qualche imbarazzo ci potrebbe essere, ma
    > per gli onesti
    > no!
    >
    > Il Principe

    Si é quello che dicono tutti i nostalgici. Ci fosse lui metterebbe tutto a posto. Ci fosse il grande fratello smaschererebbe tutte le magagne.
    Peccato che il grande fratello probabilmente giá c'é e le informazioni se le tiene strette per usarle per i suoi comodi. Peccato che tutte le dittature finiscono sempre in stile sudamericano dove lui non mette a posto un bel niente. Lascia solo i suoi sostenitori a saccheggiare a piú non posso.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Il Principe
    > Magari lo facesse !
    >
    >
    > Si smaschererebbero in un attimo solo tutti i
    > truffatori di finti incidenti e i pirati della
    > strada.

    Cerrrrrto, come no.
    Piu' il "controllo" e' invasivo e pervasivo e piu' si presta ad abusi da parte di chi detiene i dati.
    Un esempio veloce veloce : la MACCHINA logga tutto quello che fa, ma non e' la MACCHINA che commette infrazioni, e' il guidatore.
    Come associo la MACCHINA al GUIDATORE ?

    > Certo per chi ama andare sulla Togliatti dalle 24
    > in poi qualche imbarazzo ci potrebbe essere, ma
    > per gli onesti
    > no!
    >
    > Il Principe

    Proprio perche' sono onesto gradisco molto poco un'intrusione continua nei sacrosanti affaracci miei da parte delle "autorita'".
    Se e quando dovessi commettere un qualcosa di illecito, allora (e solo allora) dietro l'ordine di un giudice si potra' passare al setaccio la mia vita (nei limiti di quello che avrei commesso, ovviamente), altrimenti ciccia.

    Le societa' civili si comportano cosi'.
    non+autenticato
  • Appunto

    Tu fai quello che vuoi, l'auto registra tutto.

    Se non succede nulla, nessuno ti dice nulla.

    Se fai un incidente e si scopre dal log che ti aggiravi a 90 km/h per fare il pilotino da città sono giustamente cazzi tuoi.
    Nessuno si introdurrebbe nei tuoi "affari", ma salvare dati in locale per poi utilizzarli al momento giusto può essere solo un bene per la sicurezza stradale.


    Il Principe