Gaia Bottà

Zynga e EA hanno giocato

Accuse di clonazione, denunce di pratiche discriminatorie nelle assunzioni: i due attori videoludici firmano un accordo riservato per chiudere il contenzioso in corso

Roma - Regna la pace nella Ville di Zynga, possono tornare a scorrazzare spensierati i personaggi di The Sims Social: EA e l'azienda di social gaming hanno chiuso le ostilità, ponendo fine alle reciproche azioni legali in corso e firmando un accordo privato.

Era il mese di agosto del 2012 quando il colosso videoludico Electronic Arts si era scagliato contro Zynga: le dinamiche messe in gioco da The Ville, parte del noto franchising -ville avrebbero ricalcato quelle di The Sims Social, versione dedicata a Facebook della storia serie The Sims. Zynga, oltre a negare qualsiasi tipo di violazione di proprietà intellettuale, aveva rilanciato con una denuncia: EA avrebbe messo in atto pratiche scorrette nell'ambito delle assunzioni, proibendo ai propri ex-dipendenti di andare ad ingrossare le fila di Zynga.

"EA e Zynga hanno sanato le proprie rispettive controversie e hanno raggiunto un accordo per il loro contenzioso presso il Northern District della California": questo l'annuncio congiunto delle due aziende. Nessun dettaglio relativo alle condizioni dell'accordo è finora trapelato. (G.B.)
Notizie collegate