Mauro Vecchio

Nook, addio all'orizzonte?

Barnes & Noble potrebbe abbandonare la produzione hardware per abbracciare i soli contenuti digitali. L'azienda smentisce, ma sono previste perdite nel settore e-reader

Roma - Ben al di sotto delle aspettative, gli ultimi risultati finanziari registrati da Barnes & Noble avrebbero portato i vertici della stessa catena statunitense a riconsiderare le strategie hardware sul mercato dei dispositivi per la lettura di libri in formato elettronico. Alla fine dello scorso dicembre, il fatturato del retailer a stelle e strisce era crollato a 311 milioni di dollari, un vistoso 12,6 per cento in meno dalla fine del 2011.

Le indiscrezioni riportate dalla redazione del quotidiano statunitense New York Times anticipano come la grande catena di librerie potrebbe abbandonare la sua divisione legata alla produzione dei dispositivi Nook, scegliendo una diversa strategia di business focalizzata sul rilascio di contenuti licenziati in favore di sviluppatori terzi. In sostanza, Barnes & Noble potrebbe decidere di concentrarsi su settori più redditizi come quello dei contenuti digitali.

Secca la smentita offerta da un portavoce della catena statunitense, che non avrebbe alcun piano per dismettere la produzione a livello hardware della linea Nook.
Per il prossimo aprile sono però attese ulteriori perdite nella divisione legata ai cosiddetti e-reader, schiacciata dalla continua ascesa dei tablet prodotti da rivali agguerriti come Apple e Samsung. (M.V.)
Notizie collegate
  • BusinessDRM, librai contro il recinto di AmazonUn gruppo di librerie indipendenti contro il colosso della distribuzione online, accusato di aver creato un monopolio impedendo agli utenti di visualizzare gli ebook su dispositivi diversi da Kindle. Chieste protezioni pių morbide
  • Digital LifeL'ascesa del libro elettronicoL'ultimo studio Pew segnala la crescita del numero di lettori che si rivolgono al mercato digitale rispetto agli amanti delle pagine stampate. Le donne leggono pių degli uomini. Il tablet vince sull'e-reader
  • TecnologiaNook HD, Barnes&Noble rilancia sul tabletDue modelli da 7 e 9 pollici per fare concorrenza al Kindle Fire. E per riuscire nell'impresa ci sono anche accordi per riempire di contenuti la tavoletta
8 Commenti alla Notizia Nook, addio all'orizzonte?
Ordina
  • ho aspettato invano lo sbarco in italia visto che è l'unico ereader che ha tasti laterali+schermo touch+android a un prezzo interessante (se non ricordo male sui 100$)

    di comprarlo direttamente dagli usa non ne avevo voglia, dei libri con drm o senza non ne frega niente, a me interessava solo opera mini per navigare sfruttando il wifi o il 3g del cellulare...

    pazienza, ho comprato (perchè in offerta 59e) un kindle4 che ha comunque un autonomia infinita...
    non+autenticato
  • ma se vuoi leggere un libro non prendi un tablet! al limite sarà per la concorrenza di kindle, dei reader sony, ma non dei tablet.

    Si è saturato il mercato dei reader con e-ink? possibile. Perciò puntare su miglioramento dei contenuti è una opzione interessante.
    non+autenticato
  • - Scritto da: paolo facchini
    > ma se vuoi leggere un libro non prendi un tablet!

    dipende

    > al limite sarà per la concorrenza di kindle,

    guardacaso il kindle più venduto è il fire, cioé un tablet

    > dei reader sony, ma non dei
    > tablet.

    'nsomma...

    > Si è saturato il mercato dei reader con e-ink?
    > possibile.

    non è neanche iniziato, ed è già saturo?

    > Perciò puntare su miglioramento dei
    > contenuti è una opzione interessante.

    "il miglioramento dei contenuti"? su un eReader?

    poche idee ma molta confusione
    non+autenticato
  • > ma se vuoi leggere un libro non prendi un tablet!

    Perché no? Il testo viene alterato? Fanno un condensato alla Reader's Digest? O - anche tu - credi alla leggenda della gente divenuta cieca perché ha letto dei libri su tablet?
    non+autenticato
  • Ho abbandona il nook sullo scaffale, perché il software è rimasto sempre terribilmente macchinoso e limitato. Leggo felicemente su iPad mini, infinitamente più comodo e gradevole da usare.

    Aspettavo con impazienza che B&N aprisse negozi di libri online anche al di fuori degli Stati Uniti, ma così non è stato. Dispero ormai del fatto che siano in grado di farlo, e non riesco a capirne le ragioni.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Paolo T.

    > Ho abbandona il nook sullo scaffale, perché il
    > software è rimasto sempre terribilmente
    > macchinoso e limitato. Leggo felicemente su iPad
    > mini, infinitamente più comodo e gradevole da
    > usare.

    Io sul Nook (prima serie, epaper) di mia moglie ho dovuto sviluppare un mini file manager, perché il software di serie non gestiva decentemente una libreria con più di 1000 titoli.

    Il NookColor, dopo averlo provato per un po', e aver constatato che l'unico punto forte che aveva era lo store online (che non funziona se non hai una carta di credito americana) l'ho riflashato con Android stock.

    > Aspettavo con impazienza che B&N aprisse negozi
    > di libri online anche al di fuori degli Stati
    > Uniti, ma così non è stato. Dispero ormai del
    > fatto che siano in grado di farlo, e non riesco a
    > capirne le
    > ragioni.

    Idem. Mi sarebbero andati bene anche i libri in inglese, che almeno erano in epub (a differenza di Amazon).
    Rimane comunque il problema DRM, che non subirò mai.

    Bye.
    Shu
    1232
  • > Rimane comunque il problema DRM, che non subirò mai.

    Io li accetto, se mi danno, come nel caso di Amazon, la possibilità di recuperare le installazioni rimuovendo il libro dai dispositivi su cui non sto leggendo. Non vedo che problema possa darmi. Piuttosto, spero che arrivi presto la possibilità di prestare un ebook, come succede negli USA.
    non+autenticato
  • ora ho un kindle, con il quale ho sostituito il nook touch: il migliore lettore e-book mai prodotto, fino all'anno scorso.
    non+autenticato