Il travaso del Web nel Minitel

La Rete non consente ai servizi di farsi pagare mentre Minitel continua a piacere a 15 milioni di francesi. Minitel sostituirà Internet in Francia?

Parigi - Minitel, il diffusissimo sistema telematico francese vecchio di 20anni, sta conoscendo una nuova giovinezza e, al contrario di ogni aspettativa, a fornirgli lo spunto per "rinascere" sono le grandi net-companies.

Nonostante i limiti della tecnologia, Minitel consente a chi lo sostiene (France Telecom) di farsi pagare per ogni minuto di connessione, ai servizi che distribuisce di far pagare per ogni pagina aperta, agli utenti di acquistare online con procedimento sicuro e collaudato in tutti questi anni. E queste sono solo tre delle molte ragioni che stanno inducendo società Internet come Wanadoo o Yahoo! a riscoprire una tecnologia di networking che molti avrebbero voluto mandare in pensione già da tempo.

Il Minitel che oggi sembra attrarre sempre più web-aziende, due o tre anni fa ha rischiato di essere messo in pensione, perché la sua grande diffusione in Francia veniva vista come un ostacolo alla diffusione di Internet. Basti pensare che se gli utenti francesi di Internet sono circa 8 milioni, 15 milioni sono invece gli abbonati Minitel.
Ma chi oggi pensasse che Minitel è un sistema in decadenza dovrebbe recarsi sul sito che gli ha dedicato France Telecom per scoprire un mondo di migliaia di servizi messi "in rete" da altrettante aziende non solo francesi.

Stando a France Telecom, ora Yahoo!, Credit Lyonnais, Societé Generale e retailer di una certa importanza hanno tutti avviato progetti per portare su Minitel i contenuti e i servizi che offrono su Web. Alcuni di loro, come Wanadoo o Yahoo!, già consentono ai propri abbonati di leggere la propria posta Web via Minitel, ma ora l'obiettivo, per tutti questi soggetti, è più ambizioso: farsi pagare per i servizi che offrono.

Afferma Vincent Barnaud, portavoce della divisione Minitel di France Telecom: "Si tratta di un risveglio brutale per le aziende, che ora capiscono di dover rendere produttivi i propri siti". Barnaud sostiene che la contrazione degli investimenti su Internet e il parziale fallimento del commercio via telefonino WAP apre tutta una nuova stagione di sviluppo per il Minitel.

Per agevolare questo processo, France Telecom sta approntando una serie di nuovi "pacchetti di servizi" per le net-companies, mentre offre agli utenti una sempre maggiore integrazione tra servizi Minitel e computer. Il futuro probabilmente si chiama Internet ma, come sottolinea il "The Standard", "il nonno della telematica francese" non ha alcuna voglia di essere messo da parte.
TAG: mondo