Alfonso Maruccia

Sblocco dei cellulari, la Casa Bianca è a favore

L'Amministrazione dice che lo sblocco del cellulare (e pure degli altri gadget mobile) è cosa buona e giusta. Ma per risolvere la questione occorre passare attraverso DMCA, FCC e Biblioteca del Congresso. Lo stesso vale anche per il Jailbreak?

Sblocco dei cellulari, la Casa Bianca è a favoreRoma - I sostenitori USA dello sblocco di cellulari e altri dispositivi mobile conquistano un nuovo, inaspettato alleato nell'Amministrazione Obama, coinvolta nella vicenda da una petizione seguita alla dichiarata illegalità della pratica di sblocco decisa dalla Biblioteca del Congresso qualche settimana fa.

Nello specifico, la Casa Bianca fa riferimento specifico alla petizione che ha raccolto più di 114mila firme, superando il limite fissato dalla Casa Bianca per stabilire la legittimità della richiesta e attivare gli esperti del Governo sulla questione. Gli esperti si sono riuniti, hanno discusso e hanno stabilito che sì, lo sblocco degli smartphone dovrebbe essere legale e chi lo mette in pratica non dovrebbe rischiare di infrangere alcuna legge. Si parla, però, esclusivamente di blocco su uno specifico operatore, sebbene spesso le questioni di sblocco delle limitazioni contrattuali di vincolo e della limitazione nell'accesso a marketplace software differenti da quello "imposto" dalla casa vadano a braccetto.

Scrive R. David Edelman per conto dell'Amministrazione Obama: "Noi crediamo che lo stesso principio andrebbe applicato ai tablet, sempre più simili agli smartphone". E se l'utente ha pagato per il proprio gadget mobile e non ci sono vincoli di utilizzo o abbonamento, continua Edelman, allora dovrebbe essere in grado di usarlo su qualsiasi network cellulare egli preferisca.
Il cambio di operatore (anche il Jailbreak? sempre di utilizzo libero del proprio device si tratta) andrebbe legalizzato, concede la Casa Bianca, ma "come" tale legalizzazione vada raggiunta è un problema complicato da risolvere: Edelman chiama in causa l'intervento della Library of Congress seguito alla petizione degli utenti, un intervento che descrive il DMCA e la scelta di "eccezioni" annuali alla regola dell'inviolabilità delle protezioni e restrizioni come un processo rigido e imperfetto nel caso dei dispositivi per le telecomunicazioni. Ma, da parte sua, la Biblioteca del Congresso ha già chiarito la propria posizione sulla faccenda: si tratta di una mera questione tecnica, e il suo compito è solo di applicare le regole. In altre parole: se il Governo cambia le regole, la Biblioteca farà la sua parte.

La Casa Bianca evoca dunque alcuni approccio attraverso i quali poter legalizzare lo sblocco, inclusi "aggiustamenti legislativi limitati" e un coinvolgimento diretto della Federal Communications Commission (FCC). Improbabile, viste le intenzioni testé dichiarate, che l'Amministrazione statunitense decida di porre un freno alle conseguenze sempre più stringenti del DMCA e a quello che la EFF definisce come un "ufficiale non eletto in carico della regolamentazione dei dispositivi personali".

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
37 Commenti alla Notizia Sblocco dei cellulari, la Casa Bianca è a favore
Ordina
  • ...legalizzare il JB sarebbe come legalizzare il pulsante per disattivare l'ABS nelle autovetture, ovvero mettere in pericolo la gente. Con il JB i dispositivi iOS sono alla mercé di qualsiasi malware, e a differenza di Android per cui esistono gli antivirus (e sono praticamente obbligatori), per iOS non esistono. Chi fa oggi il JB è come il sommozzatore in mezzo ai pescecani che decide di uscire dalla gabbia di protezione. Praticamente uno stolto, come stolti sono quelli che chiedono la legalità del JB, ovvero la libertà di farsi del male: una libertà NEGATA nelle odierne società.
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > ...legalizzare il JB sarebbe come legalizzare il
    > pulsante per disattivare l'ABS nelle autovetture,
    > ovvero mettere in pericolo la gente. Con il JB i
    > dispositivi iOS sono alla mercé di qualsiasi
    > malware, e a differenza di Android per cui
    > esistono gli antivirus (e sono praticamente
    > obbligatori), per iOS non esistono. Chi fa oggi
    > il JB è come il sommozzatore in mezzo ai
    > pescecani che decide di uscire dalla gabbia di
    > protezione. Praticamente uno stolto, come stolti
    > sono quelli che chiedono la legalità del JB,
    > ovvero la libertà di farsi del male: una libertà
    > NEGATA nelle odierne
    > società.
    Fumato duro ?
    Ti rendi conto, vero, che il tuo discorsetto non sta in piedi manco con le stampelle ?
    non+autenticato
  • Povero RUPPOLO....
    oramai hai la mente BACATA....
    Ce ne vuole per paragonare il JB all'ABS....
    Oltrettutto... se vuoi...l'ABS è obbligatorio per legge....
    il BLOCCO no... è una scelta del produttore....

    E poi ricorda sempre... che se compro una cosa... questa è mia...
    e ci posso fare quello che voglio.... anche prendermi tutti i maleware possibili....

    Capisco... che nella vostra mente è inculcato il credo di Mr. "LAVORI"
    ma io preferisco ancora avere il mio libero arbitrio....
    non+autenticato
  • Io posso capire che su un device venga fatto di tutto per bloccare accessi nelle parti piú delicate di un sistema, ma questo NON deve vietarmi dal provare a rompere un lucchetto che blocca un MIO device.

    Sta ad Apple essere brava a bloccare possibili accessi, il device io ormai ce l'ho in mano e provo a fare quello che posso.

    La libertá di cui parli tu si applica alle persone NON agli oggetti. Io sono libero di prendere a martellate la mia macchina ma non sono libero di suicidarmi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ruppolo
    > ...legalizzare il JB sarebbe come legalizzare il
    > pulsante per disattivare l'ABS nelle autovetture,
    > ovvero mettere in pericolo la gente.

    Non è la stessa cosa con l'auto se esco fuori strada rischio di uccidere qualcuno o dannneggiarlo. Se mi prendo un malware danneggio solo me stesso, al limite se so di essere capace ripristino il firmware.

    Con il JB i
    > dispositivi iOS sono alla mercé di qualsiasi
    > malware, e a differenza di Android per cui
    > esistono gli antivirus (e sono praticamente
    > obbligatori), per iOS non esistono. Chi fa oggi
    > il JB è come il sommozzatore in mezzo ai
    > pescecani che decide di uscire dalla gabbia di
    > protezione.

    Finalmente hai amnesso che è un sistema molto chiuso come IOS è come una gabbia! Nessuno può vietarmi di rischiare la mia vita, se mi paice stare davanti ad uno squalo senza protezione sono fatti miei l'importante che non obbligo nessuno a rischiare la vita.

    Praticamente uno stolto, come stolti
    > sono quelli che chiedono la legalità del JB,
    > ovvero la libertà di farsi del male: una libertà
    > NEGATA nelle odierne
    > società.

    Rotola dal ridere Nessuna legge mi vieta di fare sport, giochi pericolosi e rischiare la mia vita l'importante che non calpesto la libertà degli altri e faccio male a terzi.

    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
  • - Scritto da: ruppolo

    Giusto per diletto, analizziamo per bene questa peerlata...

    > ...legalizzare il JB sarebbe come legalizzare il
    > pulsante per disattivare l'ABS nelle autovetture,
    > ovvero mettere in pericolo la gente.
    Dimostralo.
    Dimostra che il JB renda SEMPRE E COMUNQUE "pericoloso" (che vuol dire, che mi esplode in mano ?) un iFogn.


    > Con il JB i dispositivi iOS sono alla mercé di qualsiasi
    > malware, e a differenza di Android per cui
    > esistono gli antivirus (e sono praticamente
    > obbligatori), per iOS non esistono.

    Quindi, fammi capire: siccome per iOS non esistono antivirus (software obbligatorio per QUALSIASI dispositivo connesso a QUALSIASI rete, ma da bravo macaco tu questo non lo vuoi capire...) la cosa piu' logica da fare risulta impedire all'utente pagante di installare quel che vuole col suo dispositivo, invece che adottare un antivirus degno di questo nome...

    > Chi fa oggi il JB è come il sommozzatore in mezzo ai
    > pescecani che decide di uscire dalla gabbia di
    > protezione.

    Assolutamente non realistico.
    Stai praticamente dando per scontato che QUALSIASI COSA si trovi fuori dall'AppStore sia un qualche tipo di malware.
    E ignori (volutamente) il fatto che le soluzioni contro il malware sono soltanto tre: architettura di sistema solida, software antimalware aggiornato e (fondamentale) EDUCAZIONE DELL'UTENZA.


    > Praticamente uno stolto, come stolti
    > sono quelli che chiedono la legalità del JB,
    > ovvero la libertà di farsi del male: una libertà
    > NEGATA nelle odierne
    > società.
    Date le premesse false e/o non dimostrate, la conclusione non e' vera.
    Inoltre, "farsi del male" non e' vietato, almeno non in Italia.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ruppolo
    > ...legalizzare il JB sarebbe come legalizzare il
    > pulsante per disattivare l'ABS nelle autovetture,
    > ovvero mettere in pericolo la gente. Con il JB i
    > dispositivi iOS sono alla mercé di qualsiasi
    > malware, e a differenza di Android per cui
    > esistono gli antivirus (e sono praticamente
    > obbligatori), per iOS non esistono. Chi fa oggi
    > il JB è come il sommozzatore in mezzo ai
    > pescecani che decide di uscire dalla gabbia di
    > protezione. Praticamente uno stolto, come stolti
    > sono quelli che chiedono la legalità del JB,
    > ovvero la libertà di farsi del male: una libertà
    > NEGATA nelle odierne
    > società.

    Mai lette tante sciocchezze tutte in una volta.

    Il 90% delle persone che conosco che, purtroppo per loro, hanno un iPhone, hanno fatto il JB. Sono ancora tutte vive e vegete.

    Il JB deve essere legale, come altri hanno già argomentato, per il semplice fatto che il DISPOSITIVO è mio e con esso ci faccio quello che voglio. La licenza del software nulla ha a che fare con il dispositivo che ho comprato. Lo voglio prendere a martellate ma la licenza lo impedisce? In forza di quale legge? Lo voglio usare come zeppa sotto il tavolo? La licenza lo permette? Voglio fare JB? La licenza dice che non posso. ESTIGRANCA77I! Di chi è IL TELEFONO? Mio. Ho pagato per il mio harware e se voglio ci metto sopra quello che voglio. è una questione basilare di libertà. Con quello che compro faccio quello che voglio e ciò non ha nulla a che fare con la licenza del software che c'è sopra.

    Peraltro, hai citato circa 900 articoli del codice civile (dal 1173 al 2059). Ho usato il "cerca" con il termine jailbreak. Nessun risultato. Dove sta scritto che è vietato dalla legge?Sorride

    PS: Il mio computer, comunque, è privo di antivirus e sta benone (ma forse non conta essendo che io uso Gentoo): tuttavia molti utenti windows avanzati (ne conosco un paio) non hanno mai messo un antivirus sul loro PC personale: l'educazione dell'utente è quella che fa la differenza.
  • - Scritto da: wishmerhill

    > Mai lette tante sciocchezze tutte in una volta.

    Prima volta che leggi Ruppolo?
  • No, è che ogni tanto mi stupisco ancora delle assurdità che scrive e ci casco come un bamboccioSorride
  • - Scritto da: wishmerhill

    > Mai lette tante sciocchezze tutte in una volta.

    Si vede che sei nuovo. In realtà è arrivato a dire molto peggio! Ormai non ci si fa più casoSorride
  • > Con il JB i
    > dispositivi iOS sono alla mercé di qualsiasi
    > malware, e a differenza di Android per cui
    > esistono gli antivirus (e sono praticamente
    > obbligatori)

    Mi piace come fai passare per ovvie le cappellate ruppolo...
    Android per 1 anno con Liquid A1 mai un virus
    iOS JB per 1 anno e mezzo, mai un virus
    Android nuovamente con S3 per 4 mesi fa - ora, mai un virus

    Amici stesso discorso, chi con android chi con iOS.
  • Spiegata qui:

    http://retetre.rtsi.ch/index.php?option=com_conten...

    Così non bisogna spendere millanta commenti a puntualizzare.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio
    > Spiegata qui:
    >
    > http://retetre.rtsi.ch/index.php?option=com_conten
    >
    > Così non bisogna spendere millanta commenti a
    > puntualizzare.



    Grazie maestrina, come si farebbe senza di te?   Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio
    > Spiegata qui:
    >
    > http://retetre.rtsi.ch/index.php?option=com_conten
    >
    > Così non bisogna spendere millanta commenti a
    > puntualizzare.


    E la differenza tra proprieta' privata e l'aver dato soldi in cambio di aria fritta la vogliamo puntualizzare?
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Leguleio
    > > Spiegata qui:
    > >
    > >
    > http://retetre.rtsi.ch/index.php?option=com_conten
    > >
    > > Così non bisogna spendere millanta commenti a
    > > puntualizzare.
    >
    >
    > E la differenza tra proprieta' privata e l'aver
    > dato soldi in cambio di aria fritta la vogliamo
    > puntualizzare?

    Non siamo qui a fare psicologia spicciola.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio

    > Non siamo qui a fare psicologia spicciola.


    Allora spiegaci i fondamenti della psicologia, maestrina...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio
    > - Scritto da: panda rossa
    > > - Scritto da: Leguleio
    > > > Spiegata qui:
    > > >
    > > >
    > >
    > http://retetre.rtsi.ch/index.php?option=com_conten
    > > >
    > > > Così non bisogna spendere millanta
    > commenti
    > a
    > > > puntualizzare.
    > >
    > >
    > > E la differenza tra proprieta' privata e
    > l'aver
    > > dato soldi in cambio di aria fritta la
    > vogliamo
    > > puntualizzare?
    >
    > Non siamo qui a fare psicologia spicciola.

    Non e' psicologia spicciola, ma diritto romano.
    Se compro un bene, quello e' mio, e niente e nessuno puo' impedirmi di disporne come meglio credo, compreso il fatto di smontarlo o di modificarlo per migliorarne le prestazioni.

    Se invece qualcuno, dopo che ho comprato un bene, pretende di impedirmi di smontarlo, modificarlo o cose del genere, allora quel bene non e' mio e ho buttato i miei soldi.

    Mi pare che uno dei principi del diritto sia l'inalienabilita' della proprieta', o sbaglio?
  • - Scritto da: panda rossa

    > Se invece qualcuno, dopo che ho comprato un bene,
    > pretende di impedirmi di smontarlo, modificarlo o
    > cose del genere, allora quel bene non e' mio e ho
    > buttato i miei
    > soldi.

    Il jailbreak non è vietato. Fine della discussione.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio

    > Il jailbreak non è vietato. Fine della
    > discussione.

    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio
    > - Scritto da: panda rossa
    >
    > > Se invece qualcuno, dopo che ho comprato un
    > bene,
    > > pretende di impedirmi di smontarlo,
    > modificarlo
    > o
    > > cose del genere, allora quel bene non e' mio
    > e
    > ho
    > > buttato i miei
    > > soldi.
    >
    > Il jailbreak non è vietato. Fine della
    > discussione.

    Certo che è vietato, basta che prendi in mano il Codice Civile e leggi il libro IV delle obbligazioni, articoli dal 1173 al 2059.
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo

    > >
    > > > Se invece qualcuno, dopo che ho
    > comprato
    > un
    > > bene,
    > > > pretende di impedirmi di smontarlo,
    > > modificarlo
    > > o
    > > > cose del genere, allora quel bene non
    > e'
    > mio
    > > e
    > > ho
    > > > buttato i miei
    > > > soldi.
    > >
    > > Il jailbreak non è vietato. Fine della
    > > discussione.
    >
    > Certo che è vietato, basta che prendi in mano il
    > Codice Civile e leggi il libro IV delle
    > obbligazioni, articoli dal 1173 al
    > 2059.

    Potresti essere più preciso? Hai citato qualcosa come 886 articoli.

    Peraltro non hai citato il testo legislativo più adatto a dimostrare che qualcosa è proibito. Nel codice civile, il più delle volte, il non adempimento comporta l'annullamento del contratto, e basta: non ci sono altre sanzioni.
    Non ho più un contratto con quel fornitore di connessione? Sai che sciagura! Ce ne sono decine!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio
    > Il jailbreak non è vietato. Fine della
    > discussione.

    Mi ricordo che per le protezioni delle console la Corte di Cassazione aveva detto che non si potevano aggirare tirando fuori questo:

    http://www.interlex.it/testi/l41_633.htm#102-quate...

    Ttitolo II-ter
    Misure tecnologiche di protezione. Informazioni sul regime dei diritti

    Art. 102-quater

    1. I titolari di diritti d'autore e di diritti connessi nonché del diritto di cui all'art. 102-bis, comma 3, possono apporre sulle opere o sui materiali protetti misure tecnologiche di protezione efficaci che comprendono tutte le tecnologie, i dispositivi o i componenti che, nel normale corso del loro funzionamento, sono destinati a impedire o limitare atti non autorizzati dai titolari dei diritti.

    2. Le misure tecnologiche di protezione sono considerate efficaci nel caso in cui l'uso dell'opera o del materiale protetto sia controllato dai titolari tramite l'applicazione di un dispositivo di accesso o dì un procedimento di protezione, quale la cifratura, la distorsione o qualsiasi altra trasformazione dell'opera o del materiale protetto, ovvero sia limitato mediante un meccanismo di controllo delle copie che realizzi l'obiettivo di protezione.

    3. Resta salva l'applicazione delle disposizioni relative ai programmi per elaboratore di cui al capo IV sezione VI del titolo I.

    __________________________________________

    Ma non so se c'entra col jailbreak dei cellulari.
    non+autenticato