Alfonso Maruccia

Seagate ingloba gli SSD negli SSHD

Il colosso dello storage presenta i nuovi dischi ibridi, con capacitÓ di un hard disk magnetico e velocitÓ di un SSD. Rinnovata tutta la linea e i brand, mentre WD promette dischi con capienza raddoppiata da qui alla fine del decennio

Roma - Tempo di importanti rinnovamenti per Seagate, colosso dello storage sempre più "ibrido" e proiettato verso un futuro in cui i dischi con piatti magnetici rappresentano la base di una struttura più complessa, evoluta e soprattutto performante.

La corporation statunitense ha prima di tutto reso nota la volontà di interrompere la produzione di dischi magnetici (HDD) per laptop (formato 2,5") da 7200rpm, un prodotto leggermente più veloce dei più economici HDD da 5400 giri al minuto e non più al passo con le esigenze di prestazioni degli utenti.

Chi vuole le performance ha già scelto soluzioni di storage ibrido o a stato solido (SSD), questo il ragionamento di Seagate, quindi l'azienda si concentrerà sui dischi da 5400rpm in formato 2,5" abbandonando quelli da 7200rpm.
Per chi necessita sia di prestazioni che di grandi quantità di spazio, invece, il colosso statunitense si prepara a scommettere sui modelli ibridi o Solid State Hybrid Drive (SSHD): via il brand Momentus XT sin qui usato per definire i dischi contenenti sia piatti magnetici che memoria NAND Flash, tutti i dischi ibridi di Seagate saranno d'ora in poi "SSHD" in formato desktop (3,5") o portatile (2,5").

I nuovi SSHD Seagate contengono tutti un quantitativo fisso di chip di memoria Flash MLC (8 Gigabyte), numero di piatti e velocità di rotazione variabile (5400rpm per i modelli da 2,5", 7200rpm per quelli da 3,5") e potranno contare su una tecnologia di tipo adattivo per copiare i dati più usati nella cache in Flash incrementando in maniera sensibile le performance complessive (data throughput, seek time e tempi di accesso) dei dischi. Il costo? 15-20 dollari in più rispetto agli HDD di capacità equivalente.

E se la promessa di un hard disk da 2 Terabyte che ha le prestazioni di un SSD non fosse sufficiente, più in là nel futuro c'è la speranza (concreta) di Western Digital di raddoppiare la densità di storage degli HDD attuali: la società che ha inventato l'hard disk per PC IBM e compatibili gioca con la nanotecnologia e crea "isole magnetiche" sotto forma di tracce circolari (ideali per gli HDD, appunto) con strutture grandi appena 10 nanometri (50 atomi). Si tratta, appunto, di una potenziale densità per lo storage digitale doppia rispetto ai dischi presenti sul mercato.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
31 Commenti alla Notizia Seagate ingloba gli SSD negli SSHD
Ordina


  • Visto l'orario provo ad abbozzare un ragionamento: se ho un hard disk SSD di 128 Gb prima di massacrarlo devo scrivere 100000 per ogni cella facendo ruotare le scritture su 128 Gb di memoria totale.
    Questi HD ibridi gestiscono la cache del disco attraverso una memoria Flash MLC di soli 8 Gb la cui durata è di soli 40000 cicli:
    quindi alla fine hanno solo spostato il problema ed avrò un hard disk che smetterà di funzionare a causa della Flash memory (che poi i dischi magnetici siano "eterni" non me ne faccio niente!) che viste le dimensioni ed i cicli di scrittuta si sfonderà molto prima del mio hard disk SSD.
    Tutte le gestioni intelligenti dei dati da mettere in cache alla fine dovranno mettere in flash i dati di tutti i processi lanciati dall'utente e dal SO ... e la velocità da SSD uno la otterrà quando aprirà il solito "file excel/libreoffice" o lancerà l'applicazione Word/Excel ripetutamente per fare il figo con gli amici. Quando invece l'hd ibrido sarà utilizzato per video editing (o anche molto meno) allora ci si renderà conto di quanto sia breve la loro vita.
    non+autenticato
  • Certo che è un po' curioso che si vogliano fare HD sempre più grandi ed ovviamente performanti, quando il cloud è visto come il futuro dell'archiviazione informatica.
    O qualcuno non ci crede, oppure si cerca di vendere attirando l'utente con mirabilie che (pare) non egli userà per intero...
    Quanto ad HP che tiene i brevetti in un cassetto, prova ad immaginarti che cassetti debba avere IBM...
    Sono commerciali, ovviamente, e quindi non gli frega assolutamente niente dell'innovazione in se'; gli frega solo di sfruttare una tecnologia fino alla sua fine, per massimizzare le entrate e minimizzare i costi, tutto banalmente, squallidamente umano...
    non+autenticato
  • Il periodo del Cloud è il passato preistorico dell'informatica di fine anni 70 ed inizio 80. E' una tecnologia obsoleta del periodo della fame informatica. Non fatevi prendere per culo.
    non+autenticato
  • Ma secondo te i dati del cloud li scrivono sulle nuvole?
    non+autenticato
  • Rimane sempre il problema della durata degli SSD che è ancora notevolmente inferiore a quella degli HD tradizionali
    non+autenticato
  • Talmente inferiore che prima che si rompa cambi l'intero PC !!
    LOL
    non+autenticato
  • A dire il vero, per via dei chip che montano gli SSD, hanno una vita inferiore rispetto agli HD.
    Sgabbio
    26178
  • Nel reparto tecnico della mia azienda mi dicono che durano due o tre anni e poi iniziano i problemi. Io ho a casa un paio di HD di sei anni e uno di otto tutti funzionanti, ho anche un vecchio HD comprato nel '95 che ogni tanto riesumo solo per vedere se è ancora vivo e fino ad ora non ha dato segni di cedimento. Per non parlare del floppy disk da 3,5 pollici che mia madre usa da quasi venti anni per salvare il backup della contabilità di casa, anni fa le ho regalato una chiavetta USB ma lei non si è mai fidata.
    non+autenticato
  • Io ho un SSD dalla fine del 2010, e fino ad ora tutto ok, almeno in apparenza. Come si manifestano i problemi ? Files inaccessibili ?
  • Non ho chiesto nel dettaglio ma quasi tutte le lamentele riguardano la corruzione di file o congelamenti del SO sempre più frequenti o in rari casi semplicemente il SSD non dà più segni di vita.
    non+autenticato
  • Vabbè, sarà quello che sarà. E' tutto protetto da backup !
  • - Scritto da: Joe Tornado
    > Vabbè, sarà quello che sarà. E' tutto protetto da
    > backup
    > !
    eh.. la cosa brutta e' che di solito e' DIFFICILE sapere che "qualita'" di NAND chip ci hanno messo... cosi' da provare a dedurre qualcosa sulla durata, tramite il n.cicli r/w dichiarati, il wear leveling che applicano ecc.
    Qualche info qui http://en.wikipedia.org/wiki/NAND_flash e http://en.wikipedia.org/wiki/Solid-state_drive#Arc... and function
    non+autenticato
  • - Scritto da: Joe Tornado
    > Vabbè, sarà quello che sarà. E' tutto protetto da backup !

    Questa è la cosa importante
    non+autenticato
  • Il mio glorioso Vaio SZ61 montava il disco ibrido circa 7 anni fa.
    http://www.notebookcheck.net/Review-Sony-Vaio-VGN-...
    non+autenticato
  • Bel commento del r@zzo.

    Facci partecipi della tua esperienza: il disco ibrido di cui parli era basato su memoria flash non MLC. Era veloce? Comparabile ad un SSD?

    O hai comprato il Vajo 7 anni fa solo per via del nome e ora te ne vanti da bravo troll?
    non+autenticato
  • Ibrido per modo di dire. Era un seagate con 256Mb di flash usata come buffer. Non mi pare neanche paragonabile aquello di cui si parla qui (se non per il tipo di architettura).
    non+autenticato
  • Ho l'impressione che sia un altro giro per tirare a campare nel guadagnare soldi in una tecnologia che potrebbe essere sostituita dai Memristore...
    non+autenticato
  • Puˇ essere... ma sono ancora in fase di sviluppo, quindi ci faranno attendere ancora un paio di annetti prima delle - come sempre costosissime - prime applicazioni commerciali.

    Cmq mi risulta che le RRAM commutano a 10 ns (quindi sono comparabili alla tecnologia a transistor attuale), ma ci sono dei problemi nelle correnti di reset (ancora troppo elevate). E ho letto da qualche parte che HP cmq ha ottenuto industrialmente solo tempi di un ordine di grandezza pi˙ grandi rispetto all'attuale tecnologia. Quindi improponibili per il momento.

    I dischi ibridi basati su piatti magnetici+MLC invece saranno disponibili il mese prossimo a costi estremamente competitivi (in rapporto alla capacitß) rispetto agli SSD. Sono un prodotto attuale che servirß a pagare la ricerca sui tuoi amati memristori.
    non+autenticato
  • Mi correggo: non dal mese prossimo.
    http://www.trovaprezzi.it/prezzo_hard-disk_st750lx...
    Appena ordinato!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ms Tery
    > Mi correggo: non dal mese prossimo.
    > http://www.trovaprezzi.it/prezzo_hard-disk_st750lx
    > Appena ordinato!

    Il Momentus XT c'è da anni... Io ne ho uno da 2.5" 512MB sul mio macbook pro da più di due anni...
    Certo, la versione che ho io ha solo 4GB di SSD a bordo.
    Prozac
    3108
  • - Scritto da: Prozac
    > - Scritto da: Ms Tery
    > > Mi correggo: non dal mese prossimo.
    > >
    > http://www.trovaprezzi.it/prezzo_hard-disk_st750lx
    > > Appena ordinato!
    >
    > Il Momentus XT c'è da anni... Io ne ho uno da
    > 2.5" 512MB sul mio macbook pro da più di due
    > anni...
    > Certo, la versione che ho io ha solo 4GB di SSD a
    > bordo.

    E' veloce?
    Sgabbio
    26178
  • Il Boot è circa come il Velociraptor a 10.000Rpm
    si comporta normalmente con i grossi file, ma da
    respiro al PC !
    non+autenticato
  • - Scritto da: Sgabbio
    > - Scritto da: Prozac
    > > - Scritto da: Ms Tery
    > > > Mi correggo: non dal mese prossimo.
    > > >
    > >
    > http://www.trovaprezzi.it/prezzo_hard-disk_st750lx
    > > > Appena ordinato!
    > >
    > > Il Momentus XT c'è da anni... Io ne ho uno da
    > > 2.5" 512MB sul mio macbook pro da più di due
    > > anni...
    > > Certo, la versione che ho io ha solo 4GB di SSD
    > a
    > > bordo.
    >
    > E' veloce?

    Ti ha risposto KranioSorride

    Su un altro PC ho un velociraptor da 600MB e le prestazioni d'avvio sono molto simili.

    Non c'è confronto, però, con l'SSD Vertex 4 che ho su un'altra macchina...

    Parlo, comunque, di un prodotto del 2010 con soli 4GB di SSD. Magari questi nuovi dischi, non più marchiati Momentus si comportano diversamente (magari con algoritmo di caching migliorato).
    Prozac
    3108
  • - Scritto da: Prozac
    > Non c'è confronto, però, con l'SSD Vertex 4 che
    > ho su un'altra
    > macchina...
    >
    > Parlo, comunque, di un prodotto del 2010 con soli
    > 4GB di SSD. Magari questi nuovi dischi, non più
    > marchiati Momentus si comportano diversamente
    > (magari con algoritmo di caching
    > migliorato).

    P.S.
    Con questo commento non voglio dire che non sia veloce. Anzi. Le prestazioni sono migliorate eccome rispetto al disco di serie del MacBook Pro (che all'epoca avevo preso a 7.200 giri anziché i classici 5.400 che mettevano su quel modello).

    Se tornassi indietro lo ricomprerei.
    E questi nuovi modelli ad alta capacità mi ispirano...

    Certo, il Vertex 4 è un altro mondo... (anche se ora prenderei un Vector e non un Vertex 4).
    Prozac
    3108
  • - Scritto da: Prozac
    > - Scritto da: Prozac
    > > Non c'è confronto, però, con l'SSD Vertex 4
    > che
    > > ho su un'altra
    > > macchina...
    > >
    > > Parlo, comunque, di un prodotto del 2010 con
    > soli
    > > 4GB di SSD. Magari questi nuovi dischi, non
    > più
    > > marchiati Momentus si comportano diversamente
    > > (magari con algoritmo di caching
    > > migliorato).
    >
    > P.S.
    > Con questo commento non voglio dire che non sia
    > veloce. Anzi. Le prestazioni sono migliorate
    > eccome rispetto al disco di serie del MacBook Pro
    > (che all'epoca avevo preso a 7.200 giri anziché i
    > classici 5.400 che mettevano su quel
    > modello).
    >
    > Se tornassi indietro lo ricomprerei.
    > E questi nuovi modelli ad alta capacità mi
    > ispirano...
    >
    > Certo, il Vertex 4 è un altro mondo... (anche se
    > ora prenderei un Vector e non un Vertex
    > 4).

    Volevo sapere se la componente SSD veniva usata a modi cache, ma da quel che so mette i dati più usati dentro li, certo per l'avvio del sistema ci guadagneresti, senza svenarti troppo, visto i costi degli SSD. Però mi domando come gestiscono il problema della vita breve delle nand flash.
    Sgabbio
    26178
  • - Scritto da: Sgabbio
    > - Scritto da: Prozac
    > > - Scritto da: Prozac
    > > > Non c'è confronto, però, con l'SSD Vertex 4
    > > che
    > > > ho su un'altra
    > > > macchina...
    > > >
    > > > Parlo, comunque, di un prodotto del 2010
    > con
    > > soli
    > > > 4GB di SSD. Magari questi nuovi dischi, non
    > > più
    > > > marchiati Momentus si comportano
    > diversamente
    > > > (magari con algoritmo di caching
    > > > migliorato).
    > >
    > > P.S.
    > > Con questo commento non voglio dire che non sia
    > > veloce. Anzi. Le prestazioni sono migliorate
    > > eccome rispetto al disco di serie del MacBook
    > Pro
    > > (che all'epoca avevo preso a 7.200 giri anziché
    > i
    > > classici 5.400 che mettevano su quel
    > > modello).
    > >
    > > Se tornassi indietro lo ricomprerei.
    > > E questi nuovi modelli ad alta capacità mi
    > > ispirano...
    > >
    > > Certo, il Vertex 4 è un altro mondo... (anche se
    > > ora prenderei un Vector e non un Vertex
    > > 4).
    >
    > Volevo sapere se la componente SSD veniva usata a
    > modi cache, ma da quel che so mette i dati più
    > usati dentro li, certo per l'avvio del sistema ci
    > guadagneresti, senza svenarti troppo, visto i
    > costi degli SSD. Però mi domando come gestiscono
    > il problema della vita breve delle nand
    > flash.
    Scrivendo sull'apposita superficie magnetica?A bocca aperta
    non+autenticato
  • Confermo e lo usavo su un Pentium 4 Prescott con SATA1 ed il salto
    di prestazioni c'era !!!!
    non+autenticato