Mauro Vecchio

Google, scarpe intelligenti e social

Mountain View presenta il prototipo di una calzatura capace di tradurre in messaggi le informazioni di movimento inviate a mezzo Bluetooth ai dispositivi Android. Mentre Glass riconoscerÓ le persone tramite il vestiario

Roma - Visioni dal futuro connesso, materializzate dal gigante Google negli esperimenti del suo progetto Art, Copy, Code. All'ultima edizione del SXSW Interactive Festival, l'azienda di Mountain View ha presentato un prototipo di sneaker intelligenti, collegate in modalità Bluetooth ai vari dispositivi Android.

Una volta allacciate, le smartshoes inizieranno a lanciare messaggi modellati sul flusso delle informazioni di movimento dei rispettivi possessori. Nel tentativo di traduzione automatica delle attività fisiche, la sneaker intelligente suggerirà percorsi di jogging, bacchettando i corridori più pigri con espressioni del tipo: sei forse una statua? Andiamo!


Le comunicazioni da scarpa a uomo verranno poi condivise sul social network Google+, eventualmente commentate in tempo reale dagli amici. Per la Grande G, un'opportunità d'integrazione tra vita reale e virtuale, ma anche una frontiera aperta nelle nuove strategie pubblicitarie basate sulle abitudini e gli spostamenti.
A tal proposito, l'atteso modello Google Glass verrà impreziosito dal progetto InSight, sviluppato dalla stessa BigG con alcuni ricercatori agli atenei statunitensi University of South Carolina e Duke University. Nell'omonima applicazione mobile, gli occhiali intelligenti saranno in grado di identificare una persona attraverso il suo abbigliamento.

In sostanza, InSight sfrutterà la videocamera di uno smartphone per compilare il profilo digitale di una persona attraverso quelle informazioni sensoriali basate sul vestiario. I Google Glass saranno così in grado di offrire un eventuale feedback identitario positivo in caso di nuovo incontro nella vita reale così come a mezzo webcam.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
15 Commenti alla Notizia Google, scarpe intelligenti e social
Ordina
  • Come si fa a fare il numero?
    Devo portare il piede davanti all'orecchio per rispondere?
  • - Scritto da: TuttoaSaldo
    > Come si fa a fare il numero?
    > Devo portare il piede davanti all'orecchio per
    > rispondere?

    Beh ? Lo faceva gia' Get Smart:

    Clicca per vedere le dimensioni originali
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > Beh ? Lo faceva gia' Get Smart:

    La serie degli anni settanta era geniale !!
    Col disco combinatore poi..
  • Sono anni che parlo con le mie scarpe e che loro mi rispondono.
    non+autenticato
  • Tutto dipende da cosa ti dicono...
    non+autenticato
  • - Scritto da: JJ JJ
    > Tutto dipende da cosa ti dicono...

    Parliamo di argomenti divini e puzza di piedi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Articolo
    > Le comunicazioni da scarpa a uomo verranno poi condivise sul social
    > network Google+, eventualmente commentate in tempo reale dagli amici.

    Passi per il resto che può fare un qualsiasi oggetto (scarpa/occhiali/orologio/scolapasta) con una qualche forma di intelligenza, ma quello che non capisco è... perché deve essere condiviso sui social network?
    Magari io vorrei salvarmi questi dati, ma di sicuro non condividerli.

    Basta con questa mania di voler condividere anche il numero di volte al giorno che mi gratto le chiappe!!!!

    (ovviamente il mio è un discorso nato da esperienze più ampie: non si trovano condizionatori dotati di interfaccia seriale o usb, ma è pieno di condizionatori con dentro una sim card; si fatica a trovare un antifurto economico, con connessione senza fili ai sensori, dotato di interfaccia verso un sistema di domotica, ma è pieno di tali antifurti dotati di sim card; i conigli Nabaztag si interfacciavano con il sito madre, mica con un "server" in casa. Questi sono solo piccoli casi in cui salta all'occhio come l'oggetto acquistato non fa quello che vuole l'acquirente ma solo e soltanto quello che vuole il costruttore, e queste scarpe sono l'ennesimo esempio.)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Jack
    > - Scritto da: Articolo

    > (ovviamente il mio è un discorso nato da
    > esperienze più ampie: non si trovano
    > condizionatori dotati di interfaccia seriale o
    > usb, ma è pieno di condizionatori con dentro una
    > sim card; si fatica a trovare un antifurto
    > economico, con connessione senza fili ai sensori,
    > dotato di interfaccia verso un sistema di
    > domotica, ma è pieno di tali antifurti dotati di
    > sim card; i conigli Nabaztag si interfacciavano
    > con il sito madre, mica con un "server" in casa.
    > Questi sono solo piccoli casi in cui salta
    > all'occhio come l'oggetto acquistato non fa
    > quello che vuole l'acquirente ma solo e soltanto
    > quello che vuole il costruttore, e queste scarpe
    > sono l'ennesimo esempio.)

    Esatto: bastava una scarpa con telecamera e possibilita' di vedere le mutande sotto le gonne... Chissene di condividere !!!
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: Jack
    > > - Scritto da: Articolo
    >
    > > (ovviamente il mio è un discorso nato da
    > > esperienze più ampie: non si trovano
    > > condizionatori dotati di interfaccia seriale
    > o
    > > usb, ma è pieno di condizionatori con dentro
    > una
    > > sim card; si fatica a trovare un antifurto
    > > economico, con connessione senza fili ai
    > sensori,
    > > dotato di interfaccia verso un sistema di
    > > domotica, ma è pieno di tali antifurti
    > dotati
    > di
    > > sim card; i conigli Nabaztag si
    > interfacciavano
    > > con il sito madre, mica con un "server" in
    > casa.
    > > Questi sono solo piccoli casi in cui salta
    > > all'occhio come l'oggetto acquistato non fa
    > > quello che vuole l'acquirente ma solo e
    > soltanto
    > > quello che vuole il costruttore, e queste
    > scarpe
    > > sono l'ennesimo esempio.)
    >
    > Esatto: bastava una scarpa con telecamera e
    > possibilita' di vedere le mutande sotto le
    > gonne... Chissene di condividere
    > !!!

    che ne dici di webcam sulla scarpa cosi' puoi guardare le mutande della tipa davanti a te in ascensore/bar/autobus/etc? ovviamente il segnale video viene rimandato in tempo reale ai google-occhiali che indossi e contemporaneamente registrato sullo smartphone.
    non+autenticato
  • - Scritto da: attonito
    > - Scritto da: krane
    > > - Scritto da: Jack


    > > Esatto: bastava una scarpa con telecamera e
    > > possibilita' di vedere le mutande sotto le
    > > gonne... Chissene di condividere !!!

    > che ne dici di webcam sulla scarpa cosi' puoi
    > guardare le mutande della tipa davanti a te in
    > ascensore/bar/autobus/etc? ovviamente il segnale
    > video viene rimandato in tempo reale ai
    > google-occhiali che indossi e contemporaneamente
    > registrato sullo smartphone.

    Esattamente quello che pensavo !!!
    krane
    22544
  • - Scritto da: Jack
    >
    > ma quello che non capisco è...
    > perché deve essere condiviso sui
    > social network?

    perchè se non abbiamo una scusa per farti connettere alla rete, me lo dici come ti inondiamo di pubblicità furbone?

    noi dobbiamo farti vedere la pubblicità!

    trovami un altro sistema, e ti copriamo d'oro Arrabbiato


    kraaa kraaaa
    polly vuole cracker kraaaaaa
    non+autenticato
  • - Scritto da: merlo indiano
    > noi dobbiamo farti vedere la pubblicità!

    Quindi dovrò mettere adblock anche sulle scarpe? ma blocca anche la puzza di piedi oltre ai banner?


    > trovami un altro sistema, e ti copriamo d'oro Arrabbiato

    Io già non so come faccia la gente a non inc@%%arsi nell'usare sul cellulare programmi che, nell'ordine:
    1 - Sprecano parte di quella preziosa miseria di 1GB strapagati per scaricare immagini inutili utilizzate nel punto 2
    2 - visualizzano le suddette immagini in banner pubblicitari sberluccicanti e distraenti
    3 - facendo sì che se ci cliccano sopra per sbaglio, venga ripetuto il punto 1 nel browser, aprendo un sito inutile che non si voleva vedere.
    non+autenticato
  • Come abbiamo fatto a vivere fino ad ora con delle scarpe mute, che non ci dicevano se correvamo troppo piano o se stavamo sbagliando strada? Io mi auguro solo che abbiano anche la funzione PEDATA: "No, per darne un calcio nel punto giusto a Brin e Page non devi tenere il piede di piatto, ma di punta. Più forte, ancora, ancora, così, più in basso, ecco!".

    La scarpa da ginnastica intelligente: queste sì che sono le invenzioni che cambiano la vita.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio
    > Come abbiamo fatto a vivere fino ad ora con delle
    > scarpe mute, che non ci dicevano se correvamo
    > troppo piano o se stavamo sbagliando strada? Io
    > mi auguro solo che abbiano anche la funzione
    > PEDATA: "No, per darne un calcio nel punto giusto
    > a Brin e Page non devi tenere il piede di piatto,
    > ma di punta. Più forte, ancora, ancora, così, più
    > in basso,
    > ecco!".
    >
    > La scarpa da ginnastica intelligente: queste sì
    > che sono le invenzioni che cambiano la
    > vita.

    sono giocattoli esattamente come gli smartphone, i tablet e altri ammennicoli del genere; la gente non vuole cose che cambino la vita, ma solo giocattoli con i quali fare il figo e cazzeggiare (possibilmente mettendo in piazza i fatti propri, per soddisfare il proprio narcisismo, che oggi sembra esser più diffuso di un'epidemia di zombie)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio
    > Come abbiamo fatto a vivere fino ad ora con delle
    > scarpe mute, che non ci dicevano se correvamo
    mhh perche tutta sta cattiveria?Sorride
    io mi ricordo Nike+ipod+rfid (anche se non c'erano webcam per ovvie ragioni) sin dal 2006 almeno...
    non+autenticato