Mauro Vecchio

L'umano social è ciò che piace

Un algoritmo sviluppato dalla Cambridge University è capace di prevedere tendenze politiche, sessuali o psicologiche attraverso i vari like su Facebook. Una miniera d'oro per i signori del social marketing

Roma - Dagli orientamenti sessuali alle tendenze politiche, fino al grado d'intelligenza misurato con il famoso QI. Il progetto my personality della Cambridge University tenta una diversa strategia di profilazione socio-demografica attraverso i like su Facebook. Come a dire, l'essere umano è anche ciò che clicca sulla gigantesca piattaforma della condivisione social.

Partendo da un campione di quasi 60mila volontari, i ricercatori dell'ateneo britannico hanno dunque sfruttato le preferenze in blu in uno specifico algoritmo per la mescita di informazioni relative a fede politica, età, sessualità, addirittura al consumo di sostanze stupefacenti. Dai like verso pagine e profili di film, serial televisivi, artisti rock o grandi pittori.

In particolare, il modello analitico proposto dal progetto my personality è riuscito nell'esatta identificazione di un soggetto repubblicano piuttosto che democratico, con un feedback positivo pari all'85 per cento dei casi presi in esame. L'eventuale consumo di sostanze stupefacenti è stato correttamente previsto in una fetta variabile tra 65 e 73 casi su 100.
Ovviamente, l'algoritmo sviluppato dalla Cambridge University non parte da quei like che farebbero esattamente pensare a determinate tendenze socio-politiche. È chiaro che un mi piace alla pagina ufficiale di Mitt Romney indica una tendenza politica non propriamente vicina ai democratici di Barack Obama. Piuttosto, l'esperimento è riuscito a collegare un like alla pagina del film The Dark Knight a tendenze vicine all'asocialità.

La pubblicazione dei primi risultati dell'esperimento social dell'ateneo britannico farà certamente drizzare le orecchie di pubblicitari e signori del social marketing. Collegamenti di questo tipo risulterebbero come il leggendario El Dorado per le esigenze di profilazione e dunque sulla somministrazione di messaggi mirati e modellati sui comportamenti, i gusti e le tendenze personali degli utenti su Facebook.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • TecnologiaFacebook mette il search nel GraphIl motore di ricerca Graph Search è ora a disposizione in beta per gli utenti anglosassoni. Il social blu sfida Google per l'advertising. E, forse, non solo quello
  • AttualitàFacebook, dai link ai like?L'invio di link all'interno di messaggi privati provocherebbe un aumento dei "mi piace" sulle pagine dei link stessi. Il sito in blu parla di un bug nei plugin social
  • AttualitàFacebook, guerra ai like fasulliSi intensificano gli sforzi per rimuovere quei mi piace generati in automatico attraverso malware e bot. Il sito in blu vuole tutelare le identità reali per evitare che le pagine siano pompate in maniera fraudolenta
13 Commenti alla Notizia L'umano social è ciò che piace
Ordina
  • Se mi date una moneta, un insieme di soggetti e una scelta fra due opzioni posso predire, su un campione sufficientemente denso, quale delle due opzioni è quella corretta con un'accuratezza del 50%.
    Se questi universitari incrociando quattro dati hanno ottenuto un risultato del 65%, a occhio direi che non valeva la pena sforzarsi, contando che probabilmente quel 15% in più è rappresentato proprio da gente che ha fra i "like" esattamente una delle due opzioni.
    non+autenticato
  • - Scritto da: certo certo
    > Se mi date una moneta, un insieme di soggetti e
    > una scelta fra due opzioni posso predire, su un
    > campione sufficientemente denso, quale delle due
    > opzioni è quella corretta con un'accuratezza del
    > 50%.
    > Se questi universitari incrociando quattro dati
    > hanno ottenuto un risultato del 65%, a occhio
    > direi che non valeva la pena sforzarsi, contando
    > che probabilmente quel 15% in più è rappresentato
    > proprio da gente che ha fra i "like" esattamente
    > una delle due
    > opzioni.
    hai tirato la moneta ed è uscito: scrivo prima di leggere l'articolo?A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: armstrong
    > - Scritto da: certo certo
    > > Se mi date una moneta, un insieme di
    > soggetti
    > e
    > > una scelta fra due opzioni posso predire, su
    > un
    > > campione sufficientemente denso, quale delle
    > due
    > > opzioni è quella corretta con un'accuratezza
    > del
    > > 50%.
    > > Se questi universitari incrociando quattro
    > dati
    > > hanno ottenuto un risultato del 65%, a occhio
    > > direi che non valeva la pena sforzarsi,
    > contando
    > > che probabilmente quel 15% in più è
    > rappresentato
    > > proprio da gente che ha fra i "like"
    > esattamente
    > > una delle due
    > > opzioni.
    > hai tirato la moneta ed è uscito: scrivo prima di
    > leggere l'articolo?
    >A bocca aperta

    Per me è uscito "scrivo prima di accendere il cervello"
    non+autenticato
  • Ma sono l'unica persona alla quale una notizia del genere fa venire l'ansia?
    Adesso qualunque persona con sufficiente denaro sarà in grado di avere una risposta immediata su come le persone vengono condizionate dagli eventi.
    Facebook comincia a farmi veramente paura.
    non+autenticato
  • Questo è quello che spesso non capiamo dell'affidare completamente la nostra vita privata ad internet.
    Io sono seriamente preoccupato.
    non+autenticato
  • - Scritto da: densetsu
    > Questo è quello che spesso non capiamo
    > dell'affidare completamente la nostra vita
    > privata ad
    > internet.
    > Io sono seriamente preoccupato.
    io l'ho capito benissimo, cercami pure su fessbukA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: vituzzo
    > Ma sono l'unica persona alla quale una notizia
    > del genere fa venire l'ansia?

    non sei l'unico/a

    > Adesso qualunque persona con sufficiente denaro
    > sarà in grado di avere una risposta immediata su
    > come le persone vengono condizionate dagli eventi.

    beh... mi sa che è già ora molto peggio di così...

    > Facebook comincia a farmi veramente paura.

    solo fb?
    non+autenticato
  • - Scritto da: non solo
    > - Scritto da: vituzzo
    > > Ma sono l'unica persona alla quale una notizia
    > > del genere fa venire l'ansia?
    >
    > non sei l'unico/a
    >
    > > Adesso qualunque persona con sufficiente denaro
    > > sarà in grado di avere una risposta immediata su
    > > come le persone vengono condizionate dagli
    > eventi.
    >
    > beh... mi sa che è già ora molto peggio di così...
    In effetti siamo gia abbastanza "avanti" su questo...
    mai letto articoli tipo http://betabeat.com/2012/11/nate-silver-predicton-.../ ?
    Nate Silver e' http://en.wikipedia.org/wiki/Nate_Silver

    > > Facebook comincia a farmi veramente paura.
    >
    > solo fb?
    giusto. solo che fb e twitter hanno molte info "profonde e qualificate"... ma vale per tutti.
    non+autenticato
  • Paura di cosa? Chi ti ha costretto a cliccare su "mi piace"?

    Se vai in giro a spiattellare i fatti tuoi, poi non prendertela se qualcuno ti ascolta.
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    > Paura di cosa? Chi ti ha costretto a cliccare su
    > "mi
    > piace"?
    >
    > Se vai in giro a spiattellare i fatti tuoi, poi
    > non prendertela se qualcuno ti
    > ascolta.
    e soprattutto se qualcuno che non dimentica mai sta prendendo nota...
    non+autenticato
  • Sempre più felice di non essere su SchiappalibroSorride
  • - Scritto da: vituzzo
    > Ma sono l'unica persona alla quale una notizia
    > del genere fa venire
    > l'ansia?
    > Adesso qualunque persona con sufficiente denaro
    > sarà in grado di avere una risposta immediata su
    > come le persone vengono condizionate dagli
    > eventi.
    > Facebook comincia a farmi veramente paura.

    e pensa che è solo l'inizio!
  • - Scritto da: vituzzo
    > Ma sono l'unica persona alla quale una notizia
    > del genere fa venire
    > l'ansia?
    > Adesso qualunque persona con sufficiente denaro
    > sarà in grado di avere una risposta immediata su
    > come le persone vengono condizionate dagli
    > eventi.
    > Facebook comincia a farmi veramente paura.

    se ti diverti a dare testate al muro, poi non lamentarti di suture, punti e cicatrici.
    non+autenticato