Un bracciale come mouse

I movimenti dei muscoli si trasformano in gesture per controllare i computer

C'è chi attende con ansia la presentazione ufficiale del Samsung Galaxy S4, per scoprire tutta la verità sui sensori oculari, e c'è, invece, chi vuole rimpiazzare il mouse con i gesti della mano e delle braccia: indossando Myo.

Myo

Myo è una speciale fascia capace di trasformare gli stimoli elettrici muscolari percepiti attraverso appositi sensori in gesture vere e proprie per comandare i computer.

Progettata dalla statunitense Thalmic Labs, la fascia intercetta i movimenti muscolari di braccia e mani e li trasforma in input interpretabili dai PC. Così, con dei semplici gesti e senza toccare mouse e tastiera, sarà possibile alzare e abbassare il volume del computer, mandare avanti e indietro o mettere in pausa un contributo musicale o un video, controllare una presentazione, controllare in remoto vari dispostivi, navigare sul Web e tanto altro ancora.
Le peculiarità di Myo sono da ricercare nell'incredibile sensibilità verso i più minimi movimenti muscolari e nella velocità di elaborazione e risposta all'impulso.

Myo per ora funziona solamente su sistemi Mac OS X e Windows e sfrutta il Bluetooth 4.0 per comunicare con il computer, in modo che l'utente rimanga libero dai cavi e possa liberamente effettuare tutta la serie di movimenti preimpostati necessari per comandare il PC.

Per incrementare la compatibilità, l'azienda mette a disposizione le API per iOS e Android, con l'opportunità di sviluppare apposite app che consentano alla fascia di interfacciarsi con le piattaforme citate e sbarcare così nel fiorente mercato di smartphone e tablet con un controllo dei dispositivi alternativo al touchscreen.

Sul sito del produttore, gli utenti hanno già la possibilità di preordinare la fascia Myo a 149 dollari, disponibile per la spedizione a partire dalla fine del 2013.

Le opportunità applicative future di una periferica del genere sono infinite e si espandono in ogni settore: ma per chi è solito gesticolare mentre parla, Myo potrebbe non essere la giusta soluzione.


(via Business Insider)
TAG: gadget