Mauro Vecchio

Microsoft rischia la tangentopoli del software?

Le autorità federali statunitensi verificano le informazioni fornite da un ex-dipendente di BigM in Cina. Redmond avrebbe pagato tangenti e benefit agli esponenti di governi esteri per ottenere contratti

Microsoft rischia la tangentopoli del software?Roma - La bomba sganciata da un'esclusiva del prestigioso quotidiano finanziario Wall Street Journal: la lente delle autorità federali statunitensi - il Dipartimento di Giustizia (DoJ) con la Securities and Exchange Commission (SEC) - sul gigante Microsoft, coinvolto in un oscuro giro di tangenti tra la Cina e l'Europa. Secondo le accuse, BigM avrebbe corrotto diversi esponenti di governi esteri per ottenere contratti di licenza software attraverso i suoi numerosi partner commerciali.

A scatenare la girandola delle indiscrezioni - ad oggi, nessun commento è stato rilasciato dal DoJ o dalla SEC - un ex-dipendente della stessa Microsoft in terra cinese, che avrebbe passato tutte le informazioni in suo possesso ai federali a stelle e strisce. Un influente executive della divisione asiatica di BigM gli avrebbe ordinato di consegnare tangenti ad alcuni ufficiali di governo locale, per ottenere appunto contratti di licenza per la distribuzione dei prodotti Windows in Cina.

Nell'esclusiva del WSJ, Redmond avrebbe inoltre trovato accordi con alcuni partner commerciali in Romania per esercitare pressione su alcuni ministri nel locale dicastero alle Comunicazioni. In Italia, alcuni consultant assoldati dalla Grande M sarebbero stati sfruttati per offrire viaggi e regali ai membri di governo del Belpaese. Negli Stati Uniti, l'azienda rischia grosso con il Foreign Corrupt Practices Act (FCPA), legge del 1977 che punisce le società statunitensi per la consegna di tangenti in paesi esteri.
"Terremo queste accuse in seria considerazione - ha subito replicato il vicepresidente di Microsoft John Frank in un post apparso sul blog on the issues - e collaboreremo pienamente nelle indagini di qualsiasi governo". Come grande azienda operativa in più paesi del mondo, Microsoft ritiene normali accuse del genere, con la consapevolezza di risultare innocente e comunque di avviare un'indagine interna. Con quasi 100mila impiegati e ben 640mila partner commerciali in 112 paesi del mondo, BigM ritiene sia materialmente impossibile controllare il livello di pulizia di tutte le attività dei dipendenti residenti all'estero.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • BusinessFoxconn, indagine per corruzioneLa multinazionale taiwanese ha comunicato l'esistenza di una inchiesta interna che accerti presunte responsabilità di alcuni manager in riferimento a casi di tangenti. Un dirigente sarebbe stato arrestato
  • AttualitàApple, confessa il manager corrottoL'uomo passava ai fornitori di accessori per i prodotti con la Mela preziose informazioni riservate per contrattare condizioni migliori
126 Commenti alla Notizia Microsoft rischia la tangentopoli del software?
Ordina
  • - Scritto da: Sardugno

    > E della "patente del computer europea" o sulle
    > "idoneità informatiche" che propinano le varie
    > università italiane ne vogliamo parlare?

    Mi pare decisamente fuori tema, ma parliamone.



    > Sono
    > corsi basati al 100% sull'utilizzo di programmi
    > Microsoft ignorando tutti gli altri competitor:
    > questo sarebbe imparare ad usare il computer
    > secondo
    > loro?

    Questa prova è stata stato istituita dal CEPIS (Council of european professional informatics societies), un'organizzazione privata che evidentemente usa Windows. Una sentenza del TAR del Lazio ha stabilito che non ha alcun valore legale.

    http://www.ictlex.net/?p=431


    > Chiaramente ci sono delle mazzette dietro,
    > Microsoft non è un mistero che abbia foraggiato
    > vari
    > atenei.

    Microsoft ha soldi da buttar via, allora. Sorride
    Windows era già in posizione dominante quando questa prova è stata istituita, nel 1995. E ha continuato ad esserlo anche dopo, ma senza alcun aiuto da questi attestati.
    Alla Microsoft non viene in tasca nulla da chi questi corsi li tiene e li gestisce. Il suo sistema operativo viene conosciuto meglio, ma, come detto, non ne ha assolutamente bisogno: è in posizione dominante da quasi 20 anni. Se ci mettiamo anche i sistemi MS-Dos, da oltre vent'anni.
    non+autenticato
  • Sono solo accuse generiche, non c'e' un procedimento il corso. Aspettiamo i tre gradi di giudizio prima di assegnare colpe, non siamo nel Far West dei telefilm dove si impiccava la gente solo per un sospetto. Il Consorzio Civile prevede passi ben definiti, lasciamo che la Giustizia faccia il suo corso e poi si potranno esprimere giudizi con serenita' e a ragion veduta.
    non+autenticato
  • Ma per cortesia, retorica retorica retorica dei miei stivali e da 4 soldi.

    Microsoft è un'azienda pluricondananta, pluripregiudicata, e anche recidiva!

    E non ho nessun onere della prova dato che basta googlare per trovare tutti gli atti dei processi che ha subito e le relative condanne.
    iRoby
    6258
  • - Scritto da: iRoby
    > Ma per cortesia, retorica retorica retorica dei
    > miei stivali e da 4
    > soldi.
    Più che altro retorica ignorante dato che si parla di USA e DOJ dove non ci sono affatto 3 gradi di giudizio!
    I ricorsi (se e quando ci sono) sono tutta a altra cosa e devono vere certi presupposti e suno tutto fuorchè "gradi di giudizio" come li si intende da noi (primo grado appello ecc..).
    Un sistema come quello USA (basato sulla Common Law) ha ben poco in comune col nostro!
    non+autenticato
  • - Scritto da: iRoby
    > Ma per cortesia, retorica retorica retorica dei
    > miei stivali e da 4
    > soldi.
    >
    > Microsoft è un'azienda pluricondananta,
    > pluripregiudicata, e anche
    > recidiva!
    >
    > E non ho nessun onere della prova dato che basta
    > googlare per trovare tutti gli atti dei processi
    > che ha subito e le relative
    > condanne.

    il pregresso non conta: se sei stato condannato per 9 omicidi, non significa che hai commesso anche il decimo. Occorrono prove e processo, appello e se necessaria, la Cassazione. Non viviamo nella giungla.
    non+autenticato
  • Questa la ricordi?
    http://jeremy.linuxquestions.org/2007/11/01/an-ope.../

    La lettera aperta del CEO di Mandriva a Steve Ballmer?

    C'è scritto all'incirca: "ma con che coraggio ti guardi allo specchio la mattina? Con che cifre hai corrotto i politici nigeriani per fargli rinunciare ad installare Mandriva Linux sui PC delle scuole a favore di Windows?"

    C'è bisogno di condanne? C'è bisogno di gradi di giudizio per capire che quell'azienda sa lavorare solo così e che nella libera concorrenza sarebbe morta!
    Sono dei criminali pregiudicati e recidivi.
    iRoby
    6258
  • - Scritto da: Leguleio
    > > E non ho nessun onere della prova dato che basta
    > > googlare per trovare tutti gli atti dei processi
    > > che ha subito e le relative
    > > condanne.
    >
    > il pregresso non conta


    Quando si inizia una frase va usata la lettera maiuscola.
    non+autenticato
  • - Scritto da: iRoby
    > Ma per cortesia, retorica retorica retorica dei
    > miei stivali e da 4
    > soldi.
    >
    > Microsoft è un'azienda pluricondananta,
    > pluripregiudicata, e anche
    > recidiva!
    >
    > E non ho nessun onere della prova dato che basta
    > googlare per trovare tutti gli atti dei processi
    > che ha subito e le relative
    > condanne.

    il pregresso non conta: se sei stato condannato per 9 omicidi, non significa che hai commesso anche il decimo. Occorrono prove e processo, appello e se necessaria, la Cassazione. Non viviamo nella giungla.
    non+autenticato
  • No, vivi in Italia. Un paese di bananari e cialtoni.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio
    > Sono solo accuse generiche, non c'e' un
    > procedimento il corso. Aspettiamo i tre gradi di
    > giudizio prima di assegnare colpe, non siamo nel
    > Far West dei telefilm dove si impiccava la gente
    > solo per un sospetto. Il Consorzio Civile prevede
    > passi ben definiti, lasciamo che la Giustizia
    > faccia il suo corso e poi si potranno esprimere
    > giudizi con serenita' e a ragion
    > veduta.
    Quali 3 gradi?
    Hai capito o no che si parla di USA e DOJ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: tucumcari
    > - Scritto da: Leguleio
    > > Sono solo accuse generiche, non c'e' un
    > > procedimento il corso. Aspettiamo i tre
    > gradi
    > di
    > > giudizio prima di assegnare colpe, non siamo
    > nel
    > > Far West dei telefilm dove si impiccava la
    > gente
    > > solo per un sospetto. Il Consorzio Civile
    > prevede
    > > passi ben definiti, lasciamo che la Giustizia
    > > faccia il suo corso e poi si potranno
    > esprimere
    > > giudizi con serenita' e a ragion
    > > veduta.
    > Quali 3 gradi?
    > Hai capito o no che si parla di USA e DOJ?


    Mi riferivo a qeusta parte:

    In Italia, alcuni consultant assoldati dalla Grande M sarebbero stati sfruttati per offrire viaggi e regali ai membri di governo del Belpaese
    non+autenticato
  • Senti, Ghedini, negli USA te lo scordi il legittimo impedimento per un dito nell'occhio...
    non+autenticato
  • Si sa da tempo che certi software non vengono scelti per valutazione tecnica ma per "motivi economici".
    non+autenticato
  • - Scritto da: andreabont

    > Si sa da tempo che certi software non vengono
    > scelti per valutazione tecnica ma per "motivi
    > economici".

    Ti rispondo con una barzelletta nata nell'epoca dell'operazione Mani pulite:

    — Io che i politici rubano l'ho sempre detto!
    — Prima lo dicevi con invidia. A bocca aperta

    Per significare che un conto è dire, un conto è avere le prove.
    non+autenticato
  • Ma davvero è successo?!? Non ci posso credere? Tutte quelle lavagne digitali in Rai e nelle scuole sono sicuramente frutto di un forte impegno del governo per la digitalizzazione!
    non+autenticato
  • ve ne siete accorti solo adesso???
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 18 discussioni)