Open Source System Management Conference, V edizione

Il 18 aprile il rinnovato appuntamento dedicato al ruolo dell'Open Source nel monitoraggio IT. Esperti provenienti da tutto il mondo ne discutono a Bolzano

Bolzano - Nagios, Cacti, ntop, OTRS e NetEye: di questo e di molto altro che ruota attorno al mondo dell'Open Source e del monitoraggio IT si discuterà il prossimo 18 aprile al Centro Congressi Four Point Sheraton di Bolzano. L'evento organizzato da Wuerth Phoenix vedrà la partecipazione di un nutrito gruppo di speaker internazionali, e sono attesi numerosi partecipanti in arrivo da tutta Europa. A testimonianza del respiro internazionale dell'iniziativa, i lavori potranno essere seguiti in italiano, tedesco e inglese grazie alla traduzione simultanea messa a disposizione dall'organizzatore.

Tre le macro-aree attorno a cui ruoterà la giornata. Si discuterà delle ultime novità introdotte nelle diverse piattaforme tecnologiche open dedicate al monitoraggio, per poi allargare lo sguardo ai progetti più promettenti e gli sviluppi imminenti in questo settore: saranno in alcuni casi gli stessi responsabili dello sviluppo dei prodotti a illustrarne le potenzialità e indicare la direzione intrapresa dall'industria in questo settore. Le aziende intervenute si dedicheranno infine a mostrare le "best practices" che consentono di ottimizzare l'impiego delle diverse soluzioni software nel perimetro produttivo.

Tra gli speaker annunciati in agenda: Al Gillen, vicepresidente IDC; John Weathersby, fondatore e chairman dell'US-Open Source Software Institute; Giovanni Arrabito, system architect presso La Sapienza; Alessio Cuppari, ICT services manager di DigiCamere; Grzegorz Walicki, CEO di SPS Poland; Michael Medin, presidente di NSClient; e infine Remo Rickli, fondatore di NeDi.
La partecipazione è gratuita, previa iscrizione a questo indirizzo. Chi non potrà essere a Bolzano il 18 aprile alle 9, potrà comunque seguire i lavori in diretta streaming.