Alfonso Maruccia

Il gaming è mobile, anzi su Facebook, anzi su PC

Il fondatore di Atari vede le app per gadget mobile sulla via del tramonto. Molto meglio Google Glass e il controllo di qualità dei grandi publisher. Ma Facebook suona la carica, e il PC è morto come sempre

Roma - Per aver prima fondato Atari e aver poi assistito al mitologico "crash" dell'industria videoludica dei primi anni '80, Nolan Bushnell è uno che certamente se ne intende di corsi e ricorsi storici del business giocoso. Dall'alto della sua esperienza, Bushnell sentenzia come prossimo alla morte il gaming casual e in mobilità.

Si parla, è bene intendersi, delle app ludiche messe in vendita a un centesimo o poco più sugli app store gestiti da Apple, Google, Microsoft e compagnia, ma anche dei giochini di Zynga accessibili a mezzo Facebook.

Bushnell considera la corsa del casual gaming come finita: i vari app store sono sovrappopolati di prodotti tutti simili tra loro, spiega il fondatore di Atari, e la corsa alla monetizzazione selvaggia da parte di un esercito di sconosciuti ha "diluito" la qualità portando a una situazione in cui centinaia di migliaia di app simili tra loro compaiono nelle ricerche a tema ludico degli utenti sugli store mobile.
L'industria videoludica si rinnova ogni cinque anni, preconizza Bushnell, e ora è venuto il tempo di un nuovo salto evolutivo: il mobile gaming farà "crash" (portandosi appresso il casual gaming) come già a suo tempo fece crash Atari con l'invasione degli obbrobri ludici per la piattaforma, e le app a un centesimo o meno torneranno a diventare "hot" con la distribuzione dei cyber-occhiali meglio noti come Google Glass.

Bushnell scommette poi sulle potenzialità ludiche del caschetto per la realtà virtuale Oculus Rift, un tipo di applicazione ludica rincorso da tempo ma che ha sempre fatto fatica - per non dire di peggio - a imporsi come esperienza giocosa con un interesse anche solo di nicchia. Al di là di tutto, concede Bushnell, anche in futuro l'industria videoludica avrà bisogno dei publisher e detentori di piattaforme monofunzionali (come Nintendo e Sony) capaci di imporre un controllo stringente sulla qualità minima dei giochi sviluppati e commercializzati al pubblico.

Il casual gaming sarà morto ma Facebook pubblica numeri di un certo interesse: il social network che è anche una piattaforma del gioco "da un minuto e via" parla di 250 milioni di utenti interessati a giocare una qualsiasi delle app ludiche disponibili sul network ogni mese, con un ricavo annuale complessivo di 2 miliardi di dollari per gli sviluppatori.

Pensa a Facebook - e a come migliorare l'esperienza ludica sul sito in blu - anche Unity con il suo motore 3D per browser, mentre Mozilla è piuttosto interessata a trasformare il Web stesso - liberato da plug-in di sorta come Flash o il succitato Unity - in una piattaforma videoludica, e lavora in tal senso per "tradurre" l'Unreal Engine 3 su standard WebGL.

Tutti pensano al futuro dell'industria videoludica, ma il dato che probabilmente sorprenderà i non addetti ai lavori (e i rispettivi fanboy di console, mobile e Angry Birds) è che il presente del gaming vede nel PC una delle sue imprescindibili colonne economiche: la PC Gaming Alliance quantifica in 20 miliardi di dollari i ricavi complessivi dei videogiochi per PC nel 2012, con un incremento dell'8 per cento rispetto all'anno scorso. Questa è l'era post-PC, il PC è morto: lunga vita al PC.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaPlayStation 4, la presentazione senza la consoleSony svela la tanto attesa PS4, console dal cuore di PC con vocazioni social e di cloud gaming che non mancherà di hard disk interno e lettore Blu-ray. I giochi usati? Gireranno. Always-on? Ma anche no. Com'è la console? Non si sa
28 Commenti alla Notizia Il gaming è mobile, anzi su Facebook, anzi su PC
Ordina
  • Possibile che nessuno si sia accorto che queste app ludiche altro non sono che specchietti per le allodole, utili solo per aumentare ancora di più il numero degli utonti di fessbuk?
    Poveretti, mettere tutta la propria vita in mostra su un social network e poi divertirsi con giochini di merda.
    Ma così è la vita, ci sono quelli che usano tor e quelli che fanno le puttane in rete!
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • Forse non si riferiva solo ai giochi, anzi, direi che questo era solo il preambolo per una critica piú ampia nei confronti dei social network e di coloro che li utilizzano e sopratutto del modo in cui li utilizzano.
    In questo non ha tutti i torti.
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • I signori di Atari e compagnia bella hanno un bel da dire che il gioco mobile da pochi centesimi è belle che morto.
    I giochi per telefoni e table stanno piano piano soppiantando le console.
    I ragazzini ormai giocano con il table cambiando spesso e spendendo poco.
    I giochi su PC vivono grazie alle grandi operere e alla pirateria che amplifica i risultati di vendita generando publicità gratuita.
    non+autenticato
  • Festival delle cazzate, senza offesa.

    Un tablet costa molto di più di una console ed ha una vita commerciale terribilmente inferiore, dopo un anno esce il modello nuovo e devi comprarlo, perchè i giochi nuovi non girano.
    Sgabbio
    26178
  • - Scritto da: Sgabbio

    > dopo un anno esce il modello nuovo e devi
    > comprarlo, perchè i giochi nuovi non
    > girano.

    Eh? da quando in qua?

    Otto volte su dieci (ma anche nove, via), i giochi più scaricati su smartphone e tablet sono robina ultracasual che girerebbe anche su un tostapane.

    Prendiamo per esempio il pluricelebrato Paroliere Ruzzle:

    https://itunes.apple.com/gb/app/ruzzle/id504265646...

    I requisiti per iOS sono: iphone 3GS e iOS 4.3, parliamo di hardware di quattro anni fa e software di tre anni fa. Quelli per Android...

    Eccoli: Android 2.2 - sempre tre anni fa

    https://play.google.com/store/apps/details?id=se.m...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome

    > Prendiamo per esempio il pluricelebrato
    > Paroliere
    > Ruzzle:
    >
    > https://itunes.apple.com/gb/app/ruzzle/id504265646


    Hanno scoperto una falla proprio oggi... ma ne parlano i quotidiani generalisti e non Punto Informatico :

    http://www.corriere.it/tecnologia/app-software/13_...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio
    > - Scritto da: Nome e cognome
    >
    > > Prendiamo per esempio il pluricelebrato
    > > Paroliere
    > > Ruzzle:
    > >
    > >
    > https://itunes.apple.com/gb/app/ruzzle/id504265646
    >
    >
    > Hanno scoperto una falla proprio oggi... ma ne
    > parlano i quotidiani generalisti e non
    > Punto Informatico

    > :
    >
    > http://www.corriere.it/tecnologia/app-software/13_

    OT:

    Su "Punto Informatico", la minima scorreggia annunciata su Kickstarter ha già il suo spazio pronto nella rubrica dei Gadget, pieno di "vedremo", di "probabilmente sarà" e di "sembra che".

    Esce in contemporanea mondiale il nuovo capitolo di uno dei giochi più apprezzati degli ultimi dieci anni, col suo strascico di lodi e critiche più o meno motivate, e DIO CE NE SCAMPI se qualcuno trova cinque minuti di tempo per scrivere un trafiletto. Lo scrissi al lancio di Skyrim, lo ripeto oggi.

    Poi però qualcuno in Cina si inventa che l'iPhone 7 avrà il proiettore olografico, il raggio della morte e il dock con lo Sfornatutto De Longhi e PAM! "Bada! Questa la mettiamo ai piani alti della homepage per tutto il weekend!"

    Quindi no, non mi stupisco che non si parli della falla di Ruzzle, le priorità nel decidere gli articoli sono, IMHO, abbastanza discontinue.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > - Scritto da: Sgabbio
    >
    > > dopo un anno esce il modello nuovo e devi
    > > comprarlo, perchè i giochi nuovi non
    > > girano.
    >
    > Eh? da quando in qua?
    >
    > Otto volte su dieci (ma anche nove, via), i
    > giochi più scaricati su smartphone e tablet sono
    > robina ultracasual che girerebbe anche su un
    > tostapane.
    >
    > Prendiamo per esempio il pluricelebrato
    > Paroliere
    > Ruzzle:
    >
    > https://itunes.apple.com/gb/app/ruzzle/id504265646
    >
    > I requisiti per iOS sono: iphone 3GS e iOS 4.3,
    > parliamo di hardware di quattro anni fa e
    > software di tre anni fa. Quelli per
    > Android...
    >
    > Eccoli: Android 2.2 - sempre tre anni fa
    >
    > https://play.google.com/store/apps/details?id=se.m

    Il problema è che pensano di sostiuire le console portatili pure per i giochi per i più "sgamati", ma vedendo certe pessime conversioni only touch screen, c'è da mettersi le mani dei capelli.
    Sgabbio
    26178
  • Penso che finche ci sono i smartphone i mini giochi continueranno. Sono i svaghi da bagno, da 5 minuti mentre aspetti. Micro sfaghi: tanti e corti!

    Per i Google Glass, dipende da come reagiscono i consumatori, se li trovano realmente utili e di tendenza. Ma da quanto ho capito continuano a basarsi ancora sullo smarthphone che si ha in tasca (o in mano), quindi i mini giochi (magari più evoluti ma) avranno ancora lunga lunga vita.

    Il gaming serio, secondo me rimane su PC. E' l'unico davvero per giocatori pro in quanto a prestazioni e interfacie. A quanto ne so questo tipo di gaming è trainato quasi unicamente dalla piattaforma Steam. Che ha sempre più mercato, tantissima scelta a prezzi bassi.
  • Sarà, io gioco al computer da quando ho 5 anni (sono dell'89), e gioco anche su smartphone da quando era uscito il nokia 3650.

    Questo per dire che lo facevo, lo faccio e lo farò.
    Ovvio che con lo smartphone ci giochi nei ritagli (mezzi pubblici, quando caghi, quando aspetti)
  • - Scritto da: LightSpirit

    > Il gaming serio, secondo me rimane su PC. E'
    > l'unico davvero per giocatori pro in quanto a
    > prestazioni e interfacie.

    Obiezione: Bioshock Infinite*.

    Possiamo stare a discutere di "PC razza superiore VS console marmaglia plebea" fino a diventare blu, ma quando il gioco dell'anno (lo sarà nonostante siamo solo a fine Marzo), anche su PC ha:

    - i checkpoint al posto dei salvataggi (non configurabile)
    - il personaggio di supporto che ti porta soldi e munizioni quando stai per rimanere senza
    - l'autoaim abilitato per default

    Vuol dire che i publisher e il mercato hanno già deciso.

    *Detto ciò, Bioshock infinite è COLOSSALE, a questo punto se Ken Levine riprendesse in mano il reboot di Thief: The Dark Project mi arresterebbero per atti osceni in luogo pubblico.
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > - Scritto da: Otto Pignolotto
    >
    > > - l'autoaim abilitato per default
    >
    > Se è una trollata: 0/10.
    > Perché è una trollata, vero? Newbie, inesperto

    Ho paura sarai costretto ad alzarmi il voto



    Non so _quanto_ sia intrusivo su PC perché ci sto giocando su X360 e quindi me ne sono fatto una ragione, ma è lo è stato abbastanza per un mio amico da dire "No quick-saves, only stupid checkpoints. I'm honestly so annoyed I'm not even playing it right now. Also, I had to edit the .ini file just to disable aim assist."
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    >
    > firmato da uno che ha 603.247 kills, fatti ad uno
    > ad uno e a manina santa.

    a proposito, segnalo per i fratelli macachi che Bioshock sta a 8 euro e Bioshock2 a 10 sul Mac AppStore

    io mi sono comprato il primo, chissà se avrò tempo per giocarci
  • - Scritto da: bertuccia
    > - Scritto da: unaDuraLezione
    > >
    > > firmato da uno che ha 603.247 kills, fatti
    > ad
    > uno
    > > ad uno e a manina santa.
    >
    > a proposito, segnalo per i fratelli macachi che
    > Bioshock sta a 8 euro e Bioshock2 a 10 sul Mac
    > AppStore
    >
    > io mi sono comprato il primo, chissà se avrò
    > tempo per
    > giocarci

    Se posso permettermi, giocalo a difficoltà alta e disabilitando le Vita Chamber. All'inizio inizio potrà sembrarti duro, ma ti assicuro che anche così diventa molto più facile andando avanti. Giocato a livello normale diventa molto in fretta una passeggiata, se miri col mouse.
    Izio01
    3891
  • - Scritto da: Izio01
    >
    > Se posso permettermi, giocalo a difficoltà alta e
    > disabilitando le Vita Chamber. All'inizio inizio
    > potrà sembrarti duro, ma ti assicuro che anche
    > così diventa molto più facile andando avanti.
    > Giocato a livello normale diventa molto in fretta
    > una passeggiata, se miri col mouse.

    sono riuscito a giocarci una mezz'oretta, come previsto Sorride

    difficoltà media e camere attive, mi massacrano sono una megaschiappa! A bocca aperta

    comunque bel gioco
  • - Scritto da: bertuccia
    > - Scritto da: Izio01
    > >
    > > Se posso permettermi, giocalo a difficoltà
    > alta
    > e
    > > disabilitando le Vita Chamber. All'inizio
    > inizio
    > > potrà sembrarti duro, ma ti assicuro che
    > anche
    > > così diventa molto più facile andando avanti.
    > > Giocato a livello normale diventa molto in
    > fretta
    > > una passeggiata, se miri col mouse.
    >
    > sono riuscito a giocarci una mezz'oretta, come
    > previsto
    >Sorride
    >
    > difficoltà media e camere attive, mi massacrano
    > sono una megaschiappa!
    >A bocca aperta
    >
    > comunque bel gioco

    A me dovrebbe arrivare il 3, Bioshock Infinte, ordinato da Zavvi, ma in questo periodo i pacchi spediti con le poste mi arrivano sì, mi arrivano noTriste
    Siccome quando li spedisco all'indirizzo di mia madre solitamente arrivano, ho l'impressione che qualcuno nella mia città abbia recentemente cambiato le batterie al telecomando grazie al mio ordine eBay e si stia facendo qualche allegra partita alla faccia mia, sigh.
    L'unica sarà accorpare gli ordini e farmeli spedire con raccomandata, modalità che adesso Zavvi offre, a una decina di euro.
    Izio01
    3891
  • > io mi sono comprato il primo, chissà se avrò
    > tempo per
    > giocarci

    Tipico del macaco, prima spendi poi vedi se ti serve...
    non+autenticato
  • prima dehli SMRPH di giochini casual ce ne erano milioni e era pieno di siti dove poterci giocare, ed erano tutti gratis
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile