La micro-cam che spia dal telefonino

Dalle missioni di spionaggio al mercato di massa. E ' questo il destino della micro-camera di Sarnoff, una web-cam in miniatura in grado di interfacciarsi ai telefoni cellulari e trasmettere foto e video di buona qualità

Princeton (USA) - Inizialmente commissionata dal governo americano per operazioni di spionaggio, la micro-camera di Sarnoff, una delle più piccole nel suo genere, è stata appena rilasciata sul mercato.

La piccolissima videocamera digitale, chiamata BLINC, può essere utilizzata in congiunzione con i telefoni cellulari per inviare e ricevere, via rete mobile, foto e video con una qualità superiore a quella di una comune Web cam desktop.

BLINC ha dimensioni di poco superiori a 3x2 cm ed è basata su una tecnologia CMOS avanzata in grado di adattarsi molto rapidamente ai cambiamenti di luce ed esaltare i dettagli grazie ad un DSP da 16 bit integrato.
La micro-camera riesce a catturare le immagini in meno di un decimo di secondo fornendo immagini con una risoluzione di 640x480 pixel o video a 30 frame per secondo, il tutto consumando meno di 600 milliwatt di elettricità.

Sarnoff, un'azienda specializzata in tecnologie video, spera di ritagliarsi una fettina del futuro mercato delle camere per dispositivi mobili. "Presto utilizzeremo i nostri telefoni cellulari per fare foto e trasmettere immagini e video" ha affermato Nathaniel McCaffrey, capo dell'Advanced Imaging Group di Sarnoff.

Naturalmente, perché questo mercato si affermi si dovrà attendere la diffusione delle reti di nuova generazione, ma le prime applicazioni pratiche si vedranno presto sulla rete wireless giapponese iMode di NTT DoCoMo.
3 Commenti alla Notizia La micro-cam che spia dal telefonino
Ordina